Il tuo browser non supporta JavaScript!

Anicia (Roma)

Usciamo all'aperto. Portare i bambini di 0/6 anni a contatto con la natura e le sue meraviglie anche in città

di Paola Tonelli

editore: Anicia (Roma)

pagine: 214

Questo mio lavoro vuole essere un invito ad utilizzare al massimo gli spazi aperti delle nostre scuole e dei nostri nidi. Spazi preziosi soprattutto per i bambini di oggi che trascorrono troppe ore al chiuso e seduti. Ho cercato di dimostrare che non basta aprire la porta e far uscire i bambini. Il mio scopo è stato quello di indicare un metodo di lavoro e non quello di fare un elenco di giochi. La lunga serie di giochi raccontati e che ho chiamato micro-storie è infatti scaturita dal mio modo di essere tra i bambini. Comportamento che ha profonde radici teoriche, che crede nell'esistenza della cultura infantile, che teme il rischio di vederla sempre più soffocata. Purtroppo quando li portiamo a giocare fuori sottovalutiamo paurosamente questo momento che oggi è molto più prezioso di un tempo. Quando non sono costantemente bloccati, quando hanno spazi-materiali-tempi giusti, i bambini sanno bene cosa fare ma non possono improvvisarsi in poche ore. Serve continuità e quotidianità per acquisire nuovi sguardi sul "fuori". Servono tempi di apprendimento lunghi e questi possono essere assicurati dalle scuole e dai nidi.
26,00

Giocare a scrivere. Percorsi tra lettere e parole con i bambini di 2-6 anni

di Paola Tonelli

editore: Anicia (Roma)

pagine: 120

Ho iniziato questo percorso partendo dalla ricerca di Ferreiro e Teberoski, le ricercatrici argentine che, agli inizi degli anni '80, osservando e studiando i bambini della Scuola dell'Infanzia, constatarono quanto, nelle civiltà che usano il codice alfabetico, l'apprendimento della lettura e della scrittura proceda secondo tappe collegate strettamente una all'altra. Quando la Ferreiro venne in Italia per partecipare ad un convegno ebbi modo di ascoltarla e mi colpirono molto alcune riflessioni in cui ci ricordava quanto fosse poco corretto chiamare il suo lavoro "metodo Ferreiro" essendo lei una ricercatrice e non un'insegnante. Invitò infatti gli insegnanti ad elaborare dei metodi basati sulle sue ricerche, intuizioni, scoperte. Da allora cominciai ad osservare e documentare con estrema attenzione le reazioni dei bambini alle mie proposte, cominciai a raccogliere le loro idee come preziosi contributi. È stato così che, anno dopo anno, ho sviluppato un percorso finalizzato ad affiancarli nella conquista della costruzione della lingua scritta.
19,00

Il bullismo in epoca di crisi. Una lettura pedagogica

di Tommaso Fratini

editore: Anicia (Roma)

pagine: 192

Questo libro propone un approccio innovativo al tema del bullismo, che integra il ricorso alla psicoanalisi, dal versante dell
21,00

Didattica inclusiva valutazione e orientamento. ICF-CY, portfolio e certificazione delle competenze degli allievi con disabilità

di Lucia Chiappetta Cajola

editore: Anicia (Roma)

pagine: 320

Il volume affronta il rapporto tra didattica e valutazione di qualità, orientamento formativo e certificazione delle competenz
25,00

La scuola secondaria di secondo grado. Indicazioni nazionali e linee guida

di Pietro Boccia

editore: Anicia (Roma)

pagine: 224

Il volume "La scuola secondaria di secondo grado (Indicazioni nazionali e Linee guida)" tratta fondamentalmente le istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado come espressioni, secondo il DPR n. 275 del 1999, di autonomia funzionale, che provvedono, per assecondare la formazione degli studenti, alla definizione e alla realizzazione dell'offerta formativa, nel rispetto delle funzioni delegate alle Regioni e dei compiti e funzioni, trasferiti agli Enti locali, ai sensi degli articoli 138 e 139 del Decreto Lgs. 31 marzo 1998, n. 112. A tal fine esse interagiscono tra loro e con gli Enti locali, promuovendo il raccordo e la sintesi tra le esigenze e le potenzialità individuali e gli obiettivi nazionali del sistema d'istruzione. L'autonomia è garanzia di libertà d'insegnamento e di pluralismo culturale e si sostanzia nella progettazione e nella realizzazione di interventi di educazione, formazione e istruzione, che mirano, attraverso le indicazioni nazionali e le linee guida, allo sviluppo della persona umana, e che devono, poi, essere, al fine di garantire agli studenti il successo formativo, coerentemente con le finalità e gli obiettivi generali del sistema d'istruzione.
24,00

Bambini in ospedale. Per una pedagogia della cura

di Rossella Caso

editore: Anicia (Roma)

pagine: 296

Gli studi sull'ospedalizzazione infantile hanno dimostrato ormai da tempo l'incidenza che le esperienze della malattia e del r
23,00
18,00

Apprendo. Strumenti e attività per promuovere l'apprendimento

di Enrica Ottone

editore: Anicia (Roma)

pagine: 288

Il volume è uno strumento utile per il docente, come per il gruppo dei docenti, non solo per accrescere la consapevolezza dei processi cognitivi, affettivi e motivazionali che danno forma all'attività di apprendimento degli studenti, ma anche per esplorarne meglio il grado di sviluppo raggiunto da ciascuno e di conseguenza per impostare una valida azione formativa. Esso è tanto più prezioso in quanto rende capaci di agire educativamente in tutto ciò, fornendo un insieme unico di metodologie e strumenti di intervento, sviluppati nel tempo attraverso verifiche sistematiche della loro qualità ed efficacia, condotte in una pluriennale attività di interazione pratica con docenti e studenti. Propone e valorizza un efficace strumento per l'autovalutazione, il Questionario sulle strategie di apprendimento (competenzestrategiche.it/QSA/) di Michele Pellerey.
25,00

Laboratori espressivi e alunni speciali. Un percorso scolastico con le disabilità tra terapia e educazione

di Francesco Belsito

editore: Anicia (Roma)

pagine: 176

Un percorso integrato tra arteterapia e psicomotricità, musicoterapia e cinematografia. È questa la novità che traspare dal modello educativo sperimentale nato dalla lettura dei bisogni dell'utenza, dalle richieste intercettate durante gli stessi anni di vita professionale: la necessità di favorire l'accesso agli apprendimenti, la partecipazione alla vita di classe dal punto di vista della comunicazione, della socializzazione e della relazione.Il libro descrive il modello progettuale con i suoi percorsi educativo-terapeutici, caratterizzati da una rete di saperi e modi di operare, da una mescolanza di approcci metodologici e linguaggi extraverbali, che hanno permesso una maggiore capacità di interazione e una maggiore armonia tra pensiero ed emozione. Si tratta di una proposta di ampio respiro, che non vuole contrapporsi a nessun'altra né intende presentarsi come esclusiva e unica, ma solo cercare di offrire un'ipotesi di lavoro che ha dato risultati positivi nel campo delle disabilità.
19,50
24,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento