Il tuo browser non supporta JavaScript!

Book time

Piu` Libri. La Rivista Di Chi Legge (2010). V

Autori vari

editore: Book time

8,00

Piu` Libri. La Rivista Di Chi Legge (2010). V

Autori vari

editore: Book time

Si dice che la nascita di un giornale e` sempre un bella notizia
8,00

I grandi capolavori

3 DVD

di Fellini Federico

editore: Book time

Il cofanetto raccoglie i seguenti DVD: Tre passi nel delirio, Ginger e Fred, Satyricon
29,70

Qui libri

Vol. 12

 

editore: Book time

pagine: 96

In questo numero i dossiers: "L'insostenibile umanità della guerra post-moderna" di Andrea Bianchi; "La levatrice e il becchin
8,00

In forma di parola

di Paolo Leveni

editore: Book time

pagine: 172

Il volume vuole esaminare, ripercorrendo un lunghissimo arco temporale, dalla preistoria fino alla rivoluzione industriale, la storia della scrittura. Ogni parte è riccamente illustrata e completata da esaurienti didascalie tali da rendere immediatamente comprensibili esempi e concetti che altrimenti risulterebbero troppo complessi e specialistici. Il testo non intende essere esauriente, né potrebbe esserlo data la quantità, complessità e varietà di segni e di mezzi che l'uomo si è dato nel corso della sua lunga storia sulla terra. Il libro vuole sottolineare lo sforzo compiuto dall'uomo per comunicare con i suoi simili, prendendo in considerazione anche i supporti e i mezzi tecnici di cui ha dovuto dotarsi per raggiungere questo straordinario risultato. Si pensi solo che la scrittura è stata inventata qualche millennio prima di scoprire la carta. Il volume prende in esame, dopo l'invenzione della stampa a caratteri mobili, le vite di quei personaggi che maggiormente hanno contribuito alla diffusione di questa tecnica con la creazione di nuovi caratteri, ma anche quegli aspetti tecnici relativi alla tipografia: carattere, corpo, interlinea, classificazione ecc. che fino a poche decine di anni fa erano patrimonio comune per l'arte grafica, ancora pressoché immutate da quasi cinque secoli, e che rischiano, oggi, di essere immeritatamente dimenticate.
20,00

Gli occhi della follia. Giullari e buffoni di corte nella storia e nell'arte

di Tito Saffioti

editore: Book time

pagine: 219

Tito Saffioti in questo volume, riccamente illustrato e con un'iconografìa presentata per la prima volta al lettore italiano, si occupa di buffoni di corte, con l'intento di raccontare la loro attività "professionale", ma anche di badare al fatto che la loro vita era angustiata o rallegrata da una miriade di fatti che, spesso, nessuno si è preso la briga di annotare.
30,00

L'abatino Berruti. Scritti sull'atletica leggera

di Gianni Brera

editore: Book time

pagine: 332

Un "filo rosso" legò sempre Brera all'atletica leggera. Un rapporto "ancestrale" che inizia con il primo articolo firmato per "La Gazzetta dello Sport" il 18 agosto 1945, e proseguirà ininterrotto sino all'ultimo. Brera, addirittura, tra il 1953 e il 1956 ricoprì la carica di Consigliere nazionale della FIDAL: un impegno da dirigente militante, inusuale e perciò tanto più sentito e appassionato, all'interno della sua ricchissima biografia pressoché interamente dedita alla scrittura giornalistico-sportiva. In una esplorazione della straordinaria versatilità, narrativa e linguistica "breriara", non poteva quindi mancare una piccola antologia di scritti sull'atletica leggera. Pagine saggistiche e di cronaca tratte da alcuni dei suoi principali lavori sul tema: "Atletica Leggera. Scienza e poesia dell'orgoglio fisico" (1949); "Atletica e Scuola" (1951) con Gian Maria Dossena; "Il sesso degli ercoli" (1959); "Atletica leggera. Culto dell'uomo" con Sandro Calvesi; nonché dall'intensissima attività giornalistica a "La Gazzetta dello Sport", "Il Giorno", "la Repubblica", "Il Guerin Sportivo". Una rilettura e riscoperta di uno dei tanti Brera, regalatici dalla sua inesauribile verve creativa.
18,00

Macchine di celluloide. Film, storia e curiosità sulle «macchine» nel cinema

di Giuseppe Colangelo

editore: Book time

pagine: 222

Se è vero che l'espressione artistica ha quasi sempre a che fare con un mezzo esterno, qualcosa che sappia trasformare il pensiero creativo in opera d'arte, tanto più è così per la fabbrica dei sogni, dove un complesso insieme di macchine, di competenze tecniche e di visione poetica creano quel meraviglioso mondo che è il cinema. E tutto questo può esistere grazie a una serie di strumenti mirabili tra i quali più di tutti la cinepresa e il proiettore. Ma l'occhio della macchina da presa è anche molto curioso e fin dall'alba del cinema decide di seguire a tutto tondo lo stupefacente mondo delle altre macchine, i cui variegati prototipi il travolgente incedere dell'epoca moderna comincia a disseminare per il pianeta. Compaiono così sul grande schermo locomotive che sembrano deragliare per finire addosso al pubblico stupito e terrorizzato, automobili che si intersecano per le strade delle città con i tram mossi dai cavalli, piroscafi che scompaiono con il loro pennacchio fumante all'orizzonte, aeroplani fragili quanto audaci che rigano il cielo e rudimentali e romantici robot dalle vaghe sembianze umane. Questo volume raccoglie e racconta un mondo di soggetti dall'anima "metallica" che popola una miriade di film i quali hanno il merito di porre lo spettatore di fronte a esaltanti avventure ma anche a un inquietante interrogativo: quale futuro aspetta l'uomo?
16,00

Il pentagramma di luce. Film, storia e curiosità sulla "musica" nel cinema

di Giuseppe Colangelo

editore: Book time

pagine: 140

"La sera del 6 ottobre 1927, con la proiezione a New York dell'anteprima assoluta del film Il cantante di jazz di Alan Crosland, il cinema acquista la parola. Con il sonoro la settima arte si completa e accresce la sua veracità. All'occhio, organo esclusivo, si affianca l'orecchio, senso della profondità. Alle immagini si aggiunge un quid di concretezza acustica, non dissimile da quella attraverso la quale si rivela a noi la vita nella sua molteplicità. Era inevitabile che la musica, in quanto flusso sonoro che esprime i sentimenti in tutte le sfumature e tonalità, si congiungesse con il susseguirsi delle immagini, ora come complemento, ora come oggetto, causa e fase dell'azione. Lo spartito di celluloide che abbiamo tra le mani, come un utile ed essenziale strumento, consultabile per diletto e per studio, ci conduce nel singolare ambito della musica, il canto, il ballo e la danza. Ci informa sul legame cinema-jazz, ci racconta come, grazie ai film, l'opera e la musica classica escano dagli ambiti elitari dei teatri per raggiungere un pubblico molto più vasto ed eterogeneo, ci introduce nello scintillante universo del musical per guidarci fino all'avvento dirompente del rock sul grande schermo. Ci indica, insomma, come in tutte le cinematografie del mondo queste discipline si diffondano rapidamente, sia in forma classica che etnografica, rivelando gli ambienti nei quali sorsero." (Mimmo Calbi)
12,00

Dizionario del XX secolo. I fatti e le invenzioni, le idee e i protagonisti, le arti e le mode, la vita degli ultimi cent'anni

di Pietro Migliorini

editore: Book time

pagine: 636

Dal trauma della Prima guerra mondiale, che ha segnato uno spartiacque fra un'epoca e l'altra, alla Pace di Versailles, ai mutati confini geografici di molti Stati, ai nuovi, totalitari regimi politici, alla Guerra Fredda, all'impressionante sviluppo economico e, in parallelo, alle crescenti, enormi disuguaglianze, alla tragedia della Shoah, alle camere a gas create dai nazisti tedeschi e ai gulag dei comunisti, sino alle sanguinose guerre tribali tra gli Hutu e i Tutsi, in un'Africa ormai alla deriva, all'eterna battaglia tra il Bene e il Male, tra israeliani e popoli arabi, al terrorismo globale voluto soprattutto dagli islamici, dimentichi del loro significativo passato: ecco l'incessante susseguirsi di una storia surriscaldata, come è stata quella del secolo XX, il mattatoio della Storia. Un secolo che era nato con molte speranze, tradite da troppi falsi rivoluzionari, colpevoli di aver sterminato in nome della democrazia intere generazioni che aspiravano alla felicità. Ma la felicità non può essere raggiunta solo dalle fedi, dai notevoli progressi economici e sociali e dall'evoluzione della scienza, pur in un modo che l'umanità non aveva mai neppure sognato di raggiungere, bensì da quello che ciascuno cerca di essere nel proprio intimo. Anche se pochi sanno leggere dentro di loro. La lentezza dei nostri pensieri e la mancanza di coraggio hanno bruciato, in una briciola di tempo, le attese millenarie dell'uomo moderno, facendo regredire la Storia umana nella barbarie dei secoli bui.
25,00

Dizionario inglese. English-italian, italiano-inglese

editore: Book time

pagine: 383

Un dizionario nuovo e aggiornato concepito con metodo e competenza linguistica. Un vademecum preciso ed esaustivo in formato tascabile per avere sempre a portata di mano uno strumento ideale, completo, ricco di vocaboli nuovi e di facile consultazione.
5,90

Dizionario della nuova Europa. Una guida essenziale e completa per conoscere i ventisette paesi dell'Unione Europea

di Pietro Migliorini

editore: Book time

pagine: 496

Il cinquantesimo anniversario della firma dei Trattati di Roma, che hanno consacrato la nascita, nel 1957, della Nuova Europa per volontà di Italia, Francia, Paesi Bassi, Lussemburgo, Belgio e Germania (allora Repubblica federale tedesca), dovrebbe essere l'occasione per scrutare sia il futuro che si profila, sia ciò che ormai è alle nostre spalle. Dopo i sei paesi fondatori, altri Stati hanno aderito all'Unione, sino a raggiungere il numero di 27 (circa 500 milioni di abitanti), tutti impegnati a lavorare insieme per la pace e la prosperità dei popoli. L'Unione Europea non vuole sostituirsi ai singoli Stati esistenti, e nella sua unicità e originalità, ha ricevuto la delega da questi stessi Stati a decidere democraticamente su molte questioni a livello europeo per guadagnare una forza e un'influenza a livello mondiale che nessuno di essi potrebbe acquisire da solo.
25,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.