Il tuo browser non supporta JavaScript!

Contrasto

La fotografia in Italia. A che punto siamo?

editore: Contrasto

pagine: 243

La fotografia in Italia sta vivendo un momento di grande importanza e di grande vivacità: si moltiplicano le occasioni espositive, gli incontri con i fotografi, le scuole, i dibattiti. Il mercato dell'arte è vivace e segna un generale miglioramento. "La fotografia in Italia. A che punto siamo?" è il risultato del convegno organizzato e ospitato dalla Fondazione Forma per la Fotografia di Milano nel marzo 2011, che ha visto confrontarsi i principali protagonisti del settore in una sorta di "stati generali sulla fotografia": il primo di una serie di incontri per cercare di fare "il punto" su un linguaggio cruciale come quello fotografico e le sue modalità comunicative. Nel volume, le testimonianze della tavola rotonda sull'editoria in Italia, sulla formazione, sul rapporto con le istituzioni, sui problemi legati all'organizzazione dei festival, sul mercato dell'arte e su tutto ciò che si muove intorno alla fotografia. Con un insolito "faccia a faccia" tra Ferdinando Scianna e Michele Smargiassi e un lungo, appassionante dibattito tra i protagonisti, i fotografi stessi, intorno alla propria visione e al proprio ruolo. Con un DVD di contributi video: le testimonianze dirette dei protagonisti.
19,90

Manuale di fotografia digitale

di Doug Harman

editore: Contrasto

pagine: 221

Conciso, pratico, aggiornato e facile da seguire. Dalla scelta della fotocamera all'uso delle tecniche digitali più avanzate tutti i consigli di un esperto, passo dopo passo, per orientarsi nel mondo del digitale su: tipi di fotocamere, computer, software e altri accessori, pixel e ingrandimenti, memoria, come salvare le immagini, tempi di esposizione, composizione delle foto, come usare la luce, impostazioni della fotocamera, effetti speciali, modificare le immagini, scelta della stampante e della carta, archiviazione, invio di foto per e-mail, come pubblicare foto sul web. Le foto contenute nel volume sono di David Jones.
12,90

Lo straniero

editore: Contrasto

pagine: 143

"Lo straniero" è una rivista mensile nata a Roma nel 1997 fondata da Goffredo Fofi con un nutrito gruppo di collaboratori: da Gustaw Herling e Anna Maria Ortese a Carmelo Bene, da Stefano Benni a Ciprì e Maresco e molti altri. Si occupa di "arte cultura scienza e società", privilegia settori decisivi di esse proponendo una ridiscussione a più voci, tra teorie e pratiche, dei modi in cui avviene oggi la trasmissione di conoscenze e valori; una riflessione sui nuovi assetti politici e geografici, mutazioni economiche e antropologiche; un'analisi delle questioni che coinvolgono le "zone calde" del nostro paese; una valutazione delle Arti e della loro "necessità", con particolare attenzione al teatro, al cinema, al fumetto, alla letteratura.
10,00

I custodi dei fratelli. Quando i fotografi denunciano i diritti violati

editore: Contrasto

pagine: 313

Il volume presenta il lavoro di alcuni tra i più importanti protagonisti della fotografia di documentazione: da Bob Adelman a Gianni Berengo Gardin, da Marc Garanger a Josef Koudelka, da Li Zhensheng a Tom Stoddart, e molti altri. Le storie raccolte nel volume mostrano l'impegno e la volontà degli autori di portare alla luce e raccontare la violazione di alcuni fondamentali diritti umani. Autori, che dall'inizio del Novecento ai nostri giorni hanno puntato la loro macchina fotografica su una serie di storie nascoste con la cosciente intenzione di realizzare un'opera di denuncia e di controinformazione. Ogni reportage presentato è accompagnato da un'accurata scelta d'immagini e da un testo introduttivo che permette di comprendere il senso e il valore di questi 20 straordinari reportage. Dall'America della seconda metà dell'Ottocento, in cui Jacob Riis con la sua macchina fotografica cercava di mostrare a tutti "come vive l'altra metà", alle foto più recenti di Lucinda Devlin che mostrano le stanze della morte - le omega suites - delle prigioni degli USA, passando per il Sahel di Sebastião Salgado, il Sudafrica di Peter Magubane, la Primavera di Praga di Josef Koudelka, la guerra d'Algeria di Garanger, la tragedia di Chernobyl di Igor Kostin, il Vietnam di Philip Jones-Griffith, i genocidi del Ruanda e della Ex Jugooslavia, e molto altro, si traccia una storia della fotografia "concerned", impegnata, di quegli autori che "vogliono mostrare cose che devono essere corrette".
19,90

Lo straniero

editore: Contrasto

pagine: 143

"Lo straniero" è una rivista mensile nata a Roma nel 1997 fondata da Goffredo Fofi con un nutrito gruppo di collaboratori: da Gustaw Herling e Anna Maria Ortese a Carmelo Bene, da Stefano Benni a Ciprì e Maresco e molti altri. Si occupa di "arte cultura scienza e società", privilegia settori decisivi di esse proponendo una ridiscussione a più voci, tra teorie e pratiche, dei modi in cui avviene oggi la trasmissione di conoscenze e valori; una riflessione sui nuovi assetti politici e geografici, mutazioni economiche e antropologiche; un'analisi delle questioni che coinvolgono le "zone calde" del nostro paese; una valutazione delle Arti e della loro "necessità", con particolare attenzione al teatro, al cinema, al fumetto, alla letteratura.
10,00

Lo straniero

editore: Contrasto

pagine: 143

"Lo straniero" è una rivista mensile nata a Roma nel 1997 fondata da Goffredo Fofi con un nutrito gruppo di collaboratori: da Gustaw Herling e Anna Maria Ortese a Carmelo Bene, da Stefano Benni a Ciprì e Maresco e molti altri. Si occupa di "arte cultura scienza e società", privilegia settori decisivi di esse proponendo una ridiscussione a più voci, tra teorie e pratiche, dei modi in cui avviene oggi la trasmissione di conoscenze e valori; una riflessione sui nuovi assetti politici e geografici, mutazioni economiche e antropologiche; un'analisi delle questioni che coinvolgono le "zone calde" del nostro paese; una valutazione delle Arti e della loro "necessità", con particolare attenzione al teatro, al cinema, al fumetto, alla letteratura.
10,00

La luce di Vermeer

di Max Kozloff

editore: Contrasto

pagine: 794

Nella storia visiva dell'Occidente, alcune immagini sono diventate vere e proprie icone, irrinunciabili punti di riferimento per generazioni di pittori, disegnatori, fotografi ma anche per la gente comune che ritrova in queste immagini un significato sempre presente, attuale e forte. In questo interessante e originale saggio, il critico Max Kozloff affronta uno degli artisti più emblematici e affascinanti della nostra storia visiva: Vermeer, i suoi interni olandesi del Seicento immersi in una luce palpabile e magica, la sua capacità di creare immagini e atmosfere di raffinatezza ineguagliabile, ammirate ancora oggi con profonda venerazione. Se da un lato storici e critici hanno cercato di interpretare e decifrare in anni di studio la foresta di simboli sottesa ai quadri del grande artista olandese, queste creazioni sono ancora popolari, amate e apprezzate a tutti i livelli. Perché, in fondo, questo è il mistero delle realizzazioni che chiamiamo "icone": come è possibile che determinate immagini possano continuare a restare vive negli anni, nelle menti, nella memoria, negli affetti di spettatori, per lo più, ignari dei loro significati reconditi? Come può un'opera d'arte continuare a parlare attraverso i secoli, le classi sociali, lo spazio? Proprio a questi interrogativi Kozloff cerca di dare risposta.
18,00

Lo straniero

editore: Contrasto

"Lo straniero" è una rivista mensile nata a Roma nel 1997 fondata da Goffredo Fofi con un nutrito gruppo di collaboratori: da Gustaw Herling e Anna Maria Ortese a Carmelo Bene, da Stefano Benni a Ciprì e Maresco e molti altri. Si occupa di "arte cultura scienza e società", privilegia settori decisivi di esse proponendo una ridiscussione a più voci, tra teorie e pratiche, dei modi in cui avviene oggi la trasmissione di conoscenze e valori; una riflessione sui nuovi assetti politici e geografici, mutazioni economiche e antropologiche; un'analisi delle questioni che coinvolgono le "zone calde" del nostro paese; una valutazione delle Arti e della loro "necessità", con particolare attenzione al teatro, al cinema, al fumetto, alla letteratura.
10,00

Il piccolo libro dei gatti

editore: Contrasto

pagine: 112

Il piccolo libro dei gatti racconta la vita quotidiana del felino più diffuso e amato, tutti i momenti più intensi e divertenti immortalati da grandi autori della fotografia. Un omaggio a tutti i gatti, compagni pigri e sfuggenti, indipendenti e affettuosi, fonti inesauribili di enigmi, delizie e tormenti. Una linea sinuosa sul profilo del tetto, una soffice spirale sul divano di casa, una sfinge in tensione di fronte alla finestra, l'enigma di uno sguardo insondabile. Divinità nei tempi antichi, demone nel Medioevo, oggi compagno indipendente e affettuoso, il gatto segue con passo felpato il cammino dell'uomo da millenni. La sua eleganza e il magnetismo interiore hanno suggestionato da sempre la fantasia di poeti e artisti. Tra gli estimatori più famosi Charles Baudelaire, Stéphane Mallarmé, Mark Twain, T.S. Eliot, W.S. Burroughs. "Non è facile conquistare l'amicizia di un gatto" diceva Théophile Gautier. "Vi concederà la sua amicizia se mostrerete di meritarne l'onore, ma non sarà mai il vostro schiavo". Del resto, il gatto è l'essere che più di ogni altro rappresenta la libertà e, insieme, il suo paradosso: è l'unico animale domestico che non si lascia addomesticare.
9,90

Il piccolo libro degli sposi

editore: Contrasto

pagine: 112

I più grandi fotografi di tutto il mondo si incontrano sulle pagine di questo libro per raccontare sposi e spose da ogni angolo della terra, i preparativi, i dietro le quinte, i differenti usi e costumi, le cerimonie, i diversi festeggiamenti, le esplosioni di gioia. Un attimo. L'istante più breve che si possa immaginare. Un semplice sì, un sì alla vita, a tutta una vita da vivere insieme. Il momento da ricordare, quello per cui esiste un prima e un dopo. E quel prima non è così emozionante come il dopo. È il matrimonio. È l'attimo da immortalare per eccellenza, da conservare come se contenesse particelle della gioia e della felicità vissute in quel momento. E lo sguardo che si posa su questa immagine è puro incanto. Incanto perché quella fotografia fa rivivere con la stessa intensità le emozioni di quel fatidico giorno. Incanto perché quell'immagine rinnova i sentimenti più profondi che la macchina fotografica ha saputo cogliere e riproporrà per sempre con disarmante bellezza.
9,90

Vermeer: a study

di Max Kozloff

editore: Contrasto

18,00

Cuccioli e coccole. Una guida canina alla tenerezza

di Rachael Hale

editore: Contrasto

pagine: 160

Vi siete mai chiesti il senso dell'espressione "prendersi una cotta"? Basta uno sguardo agli adorabili cagnolini fotografati da Rachael Hale per sentirsi subito rapiti dalla loro dolcezza e dal calore con cui ci guardano. Con i loro caratteri affettuosi e gli sguardi adoranti, che altro potrebbero fare i cagnolini, se non suscitare in noi tanta tenerezza? "Cuccioli e coccole: una guida canina alla tenerezza", presenta 60 fotografie originali e accattivanti della più celebre fotografa di animali.
9,90

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento