Il tuo browser non supporta JavaScript!

Contrasto

Paolo Pellegrin

editore: Contrasto

pagine: 144

La carriera di Paolo Pellegrin è costellata da innumerevoli premi e riconoscimenti internazionali, segno di quanto la forza e l'intelligenza dei suoi lavori si impongano, nel corso del tempo, come parti di un'opera universale e coerente. Fotografo italiano dell'agenzia Magnum, Paolo Pellegrin incarna una nuova generazione di fotogiornalisti: cosciente dei nuovi mezzi di produzione e di diffusione delle immagini di attualità, impegnato a rinnovare la visione degli avvenimenti che documenta, attento sempre a mantenere un atteggiamento etico nella forma e nei modi del proprio lavoro. "Il mio ruolo la mia responsabilità - è di creare un archivio della nostra memoria collettiva", dichiara Pellegrin. Nessuno come lui ha saputo rinnovare gli insegnamenti e i principi della tradizione del fotogiornalismo in una chiave nuova, con un linguaggio nuovo; quello del ventunesimo secolo.
14,90

Lo straniero

editore: Contrasto

pagine: 142

"Lo straniero" è una rivista mensile nata a Roma nel 1997 fondata da Goffredo Fofi con un nutrito gruppo di collaboratori: da Gustaw Herling e Anna Maria Ortese a Carmelo Bene, da Stefano Benni a Ciprì e Maresco e molti altri. Si occupa di "arte cultura scienza e società", privilegia settori decisivi di esse proponendo una ridiscussione a più voci, tra teorie e pratiche, dei modi in cui avviene oggi la trasmissione di conoscenze e valori; una riflessione sui nuovi assetti politici e geografici, mutazioni economiche e antropologiche; un'analisi delle questioni che coinvolgono le "zone calde" del nostro paese; una valutazione delle Arti e della loro "necessità", con particolare attenzione al teatro, al cinema, al fumetto, alla letteratura.
10,00

TJ. Johannesburg fotografie 1948-2010-Doppia negazione

editore: Contrasto

pagine: 523

"TJ-Doppia negazione" è un progetto nato dalla collaborazione del fotografo David Goldblatt e dello scrittore Ivan Vladislavic
79,90

Mick Jagger. The photobook

editore: Contrasto

pagine: 128

Mick Jagger è universale, il suo viso così particolare ha fatto di lui l'archetipo della rock star
35,00

Lo straniero

editore: Contrasto

pagine: 142

"Lo straniero" è una rivista mensile fondata da Goffredo Fofi che si occupa di arte, cultura e società. Gli articoli di questo numero sono di: Alessandro Leogrande, Alberto Rocchi, Renato Novelli, Piero Salabè, Achille Rossi, Ivan Illich, Carlo Butti, Rita Butti, Richard Horton, Marco Bobbio, Boris Pahor, Nicola Lagioia, Massimo Raffaelli, Andrea Bajani, Goffredo Fofi, Alberto Cavaglion, Marcello Benfante, Giulio Angioni, Emiliano Morreale, Paola Splendore, Costantino Cossu, Dario Zonta.
10,00

La fotografia sociale

di Michel Christolhomme

editore: Contrasto

pagine: 128

"La fotografia sociale è quel tipo di fotografia impegnata, di documentazione, strumento di informazione sulle problematiche relative alla società contemporanea. È un tipo di fotografia militante il cui obiettivo è di testimoniare a favore delle vittime e il cui scopo è di contribuire alla risoluzione delle principali problematiche sociali attraverso una testimonianza che possa agire in maniera diretta sull'evoluzione della mentalità umana e civile". Così Michel Christolhomme, curatore e autore dei testi di questo volume, definisce la fotografia sociale: una vocazione e un impegno per chi la pratica. Le immagini scelte per questo volume mostrano come intere generazioni, uomini e donne, abbiano scelto di mettere la loro visione al servizio delle vittime della sofferenza. Dal diciannovesimo secolo ad oggi, la fotografia sociale non ha mai smesso infatti di registrare l'inesorabile resoconto della tragicità della condizione umana. Mostrando i drammi nascosti del pianeta, in molti casi è riuscita persino a migliorare le sorti delle persone ritratte.
14,90

Lo straniero vol. 122-123

editore: Contrasto

pagine: 175

"Lo straniero" è una rivista mensile nata a Roma nel 1997 fondata da Goffredo Fofi con un nutrito gruppo di collaboratori: da Gustaw Herling e Anna Maria Ortese a Carmelo Bene, da Stefano Benni a Ciprì e Maresco e molti altri. Si occupa di "arte cultura scienza e società", privilegia settori decisivi di esse proponendo una ridiscussione a più voci, tra teorie e pratiche, dei modi in cui avviene oggi la trasmissione di conoscenze e valori; una riflessione sui nuovi assetti politici e geografici, mutazioni economiche e antropologiche; un'analisi delle questioni che coinvolgono le "zone calde" del nostro paese; una valutazione delle Arti e della loro "necessità", con particolare attenzione al teatro, al cinema, al fumetto, alla letteratura.
10,00

Ernst Haas

editore: Contrasto

pagine: 144

Scoperto grazie a un reportage sulla Vienna del dopo guerra e sul rientro in patria dei prigionieri austriaci, Ernst Haas (1921-1986) è uno dei primi fotografi ingaggiati dai fondatori di Magnum nel 1950 per entrare a far parte della mitica agenzia. Pioniere della fotografia a colori, negli Stati Uniti sperimenta nuove soluzioni formali e cromatiche di una bellezza emozionante e diventa uno dei fotografi di punta per la rivista Life. "Ernst Haas ha fatto del colore l'oggetto stesso della sua ricerca. Nessun fotografo prima di lui era mai riuscito a esprimere così magistralmente la gioia pura e fisica del vedere", ha detto di lui John Szarkowski, già direttore del Dipartimento di Fotografia al MoMA di New York, che nel 1962 gli dedica una grande mostra: il primo grande omaggio espositivo a un maestro della fotografia a colori. L'impeccabile ricerca formale e l'impatto emotivo che le sue immagini provocano, fanno di Haas uno dei più importanti, pionieristici e visionari maestri della fotografia a colori.
14,90

Pompei. Parole in viaggio

di Mimmo Jodice

editore: Contrasto

pagine: 144

Il volume raccoglie 53 fotografie inedite scattate da Mimmo Jodice, maestro della fotografia. Immagini uniche, visioni dal sapore antico che rendono omaggio a Pompei e al suo rinnovato splendore.
39,00

Sulla scena

di Phil Stern

editore: Contrasto

pagine: 114

Phil Stern è molto di più di un fotografo al quale è capitato di trovarsi "nel posto giusto al momento giusto". Il suo stile è inconfondibile e combina intelligente ironia, sapiente composizione formale e rapidità di osservazione. A caratterizzare le sue foto irripetibili c'è quella commistione contraddittoria di ironìa e distacco, ammirazione ed empatia che Stern sente ed esprime nei confronti del soggetto che fotografa. La sua Hollywood (quella dell'epoca d'oro delle majors e dei grandi divi che imponevano il loro stile e il loro sorriso al mondo intero) è allegra e spensierata ma anche insolita e bizzarra, patinata e perfetta eppure, improvvisamente, fragile, dolce e disarmante. Negli scatti di Phil Stern si rivive il senso dì quegli anni e di quei protagonisti. Se da una parte l'autore osserva il "dietro le quinte", smitizzando il soggetto e dissacrandolo, dall'altro subisce lui stesso il fascino di un'industria, dei suoi modelli creati ad arte, dei riflettori sempre puntati sul palcoscenico - anche quando la scena sembra ormai spenta.
35,00

Consigli di un fotografo viaggiatore

di Olivier Föllmi

editore: Contrasto

pagine: 108

Autore di oltre trenta libri fotografici, celebri in tutto il mondo, Olivier Föllmi è un fotografo di fama internazionale. La formidabile conoscenza del pianeta, che percorre da trenta anni, l'esperienza ventennale sull'Himalaya, e la conoscenza umana dei popoli più remoti lo rendono un punto di riferimento per i fotografi viaggiatori. Per la prima volta in questo libro racconta il suo percorso personale, il suo modo di lavorare e di fotografare, la capacità sviluppata negli anni di entrare in contatto con culture lontane dalla propria e di preparare professionalmente e spiritualmente i suoi viaggi. Ci rende inoltre partecipi di momenti emozionanti attraverso la storia di alcune tra le sue fotografie più belle. Nella volontà di rendere queste pagine un luogo di condivisione della sua esperienza umana e professionale, Föllmi include anche una serie di consigli sul materiale fotografico, sulla logistica e l'organizzazione di un reportage, e sulle strategie di vendita delle immagini. Il libro è un piccolo manuale sull'uso della fotografia come strumento di scambio e di conoscenza, sull'insaziabile amore per il viaggio, sul coraggio di seguire le proprie passioni.
19,90

Lo straniero

editore: Contrasto

pagine: 143

"Lo straniero" è una rivista mensile nata a Roma nel 1997 fondata da Goffredo Fofi con un nutrito gruppo di collaboratori: da Gustaw Herling e Anna Maria Ortese a Carmelo Bene, da Stefano Benni a Ciprì e Maresco e molti altri. Si occupa di "arte cultura scienza e società", privilegia settori decisivi di esse proponendo una ridiscussione a più voci, tra teorie e pratiche, dei modi in cui avviene oggi la trasmissione di conoscenze e valori; una riflessione sui nuovi assetti politici e geografici, mutazioni economiche e antropologiche; un'analisi delle questioni che coinvolgono le "zone calde" del nostro paese; una valutazione delle Arti e della loro "necessità", con particolare attenzione al teatro, al cinema, al fumetto, alla letteratura.
10,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento