Il tuo browser non supporta JavaScript!

Meridiano zero

L'accompagnatore

di Peter Drehmanns

editore: Meridiano zero

pagine: 267

Perfino la morte sembra realizzabile oggi. Ma un suicidio efficiente, eseguito con metodo svizzero, è davvero il massimo che ci possiamo concedere? O si tratta forse dell'estremo eccesso d'igiene isterica alla quale è disposto a sottoporsi l'uomo contemporaneo? Leo Zonderland, proprietario di un'agenzia di viaggi, si è specializzato nell'accompagnamento dei cosiddetti "suicide tourists" da Amsterdam a Zurigo. Qui ha sede la fondazione Sententia, che offre all'umanità stanca della vita una via di scampo sottoforma di 15 grammi di pentobarbital sodico. La signora R., abbandonata dalla psichiatria. Il signor M., impotente. E infine la signora W., igienista dentale inabile al lavoro. Tutti e tre hanno un appuntamento vincolante a Zurigo. Con alta professionalità, Leo Zonderland è pronto a guidarli a destinazione. Partendo a bordo di una sicura e accessoriata Volvo con un singolo passeggero siglato e dotato di dossier al proprio fianco. I loro schivi o fluviali dialoghi, sempre necessari, si alternano nella percezione del guidatore a un delirante flusso di imput stradali, slogan pubblicitari, canzoni e notizie radiofoniche, bersagliando l'imperturbabile Zonderland di inevitabili spunti di riflessione. Il viaggio di ritorno lo compirà da solo, alleggerito da ingombranti o eteree presenze fisiche e dalle loro spiazzanti ma coinvolgenti personalità. Insensibile colpevole di volgare favoreggiamento o nobile nocchiero capace di regalare finalmente ai suoi clienti l'agognata ebrezza della vittoria?
16,00

Glaxo

di Ronsino Hernán

editore: Meridiano zero

pagine: 94

Glaxo non esiste ma potrebbe
9,00

Bloody Mary

di Jean Vautrin

editore: Meridiano zero

pagine: 254

Uno zelante poliziotto alsaziano, divorato dall'ambizione di far carriera, vive ossessionato dall'ordine e dalla moralità
14,00

Il circo del Dr. Lao

di Charles G. Finney

editore: Meridiano zero

pagine: 167

Cosa accadde quando in piena Grande Depressione, ad Abalone, Arizona, piantò le tende il circo itinerante e sinistro del vecchio mago cinese Dr. Lao? Sfoderando ogni sorta di animale ibrido e creatura surreale, lo strambissimo caravanserraglio suscita nei sonnolenti abitanti della provincia dapprima curiosità, poi diffidenza, infine indifferenza. Eppure gli animali in mostra sono non già banali tigri o elefanti, ma creature rarissime e mai vedute: sirena, chimera, sfinge ermafrodita, serpente di mare, lupa mannara... E poi il mago Apollonio di Tiana, un carnalissimo Pan, pastorelle e ninfe, vergini da immolare, gli dèi Yottle e Bel-Marduk... Tutti trofei d'antiche conquiste: belve, superuomini e leggende semiumane resuscitate dall'antichità. Ma le prosaiche domande di una spiegazione scientifica da parte dei pragmatici cittadini di Abalone rimarranno categoricamente disattese dal camaleontico ed elusivo Dr. Lao, tanto che nel Catalogo-bestiario finale - uno strabiliante extra-testo di un postmodernismo ante litteram che anticipa il maestrale "Indice" del ballardiano Febbre di guerra -troveremo anche la voce "Interrogativi, contraddizioni e curiosità". Ma non indugiate oltre: venite, dal primo all'ultimo! Venite al circo del Dr. Lao! Vedrete quel che altrove non si può!
10,00

Aiuto! Un orso mi sta mangiando!

di Hansen Mykle

editore: Meridiano zero

pagine: 160

10,00

Guida per naufraghi con giaguaro

di Scliar Moacyr

editore: Meridiano zero

pagine: 112

8,00

Il nastro rosso

di Emma Donoghue

editore: Meridiano zero

pagine: 420

Figlia di una ricamatrice e di un galeotto, la quattordicenne Mary Saunders conduce nei bassifondi della Londra settecentesca una grigia esistenza, simile a quella di tanti giovani personaggi immortalati tra le pagine di Dickens. Mary ha l'occhio per il dettaglio, anela tutto ciò che è bello, sgargiante e pregiato e ambisce a una vita ricca e sofisticata. Il suo ardente desiderio per un lucente nastro rosso la porta presto a vendere l'unica cosa che veramente possiede: il proprio corpo. Il destino di Mary ha il volto di Doll Higgins, una prostituta appena più grande di lei, che la prende sotto la sua ala e la conquista, fisicamente ed emotivamente. Doll le insegna a sopravvivere per le strade di Londra e a usare ciò che tutti gli uomini pagherebbero per avere. Se Mary saprà giocare bene le sue carte, riuscirà a vivere la vita più libera e indipendente che si possa immaginate, indulgendo nei piaceri che ha sempre desiderato. Eppure, tutto ha un prezzo. Basta un errore, e Mary si ritrova di nuovo sola, costretta a fuggire per aver salva la vita. Si rifugia a Monmouth, dove entrerà a servizio come serva presso la borghese dimora di Mrs Jones. Qui sembra destinata a diventare una sarta, come la madre avrebbe sempre voluto, e a vivere la vita di una ragazza come tante. Ma Mary ha assaporato una libertà sconosciuta alle sue virtuose coetanee: le spregiudicate ambizioni e la brama di una vita migliore non le daranno pace, riportandola alle emozioni del passato.
18,00

Le straordinarie avventure di Julio Jurenito

di Il'ja Ehrenburg

editore: Meridiano zero

pagine: 297

Parigi, 1913. In un caffè su boulevard Montparnasse un giovane e squattrinato scrittore russo, Erenburg stesso, incontra l'enigmatico Julio Jurenito, che di primo acchito identifica nientemeno che con il Diavolo in persona. Affascinato, si proclama suo evangelista, destinato a tramandare ai posteri vita e miracoli dell'estroso maestro Jurenito, messicano poliglotta e gran provocatore dal disinvolto scetticismo, profeta di una non-filosofia che richiamerà al suo seguito un'assortita setta di devoti nichilisti. Un miliardario americano dall'eccezionale senso manageriale, un libertino romano, un astratto intellettuale russo, un edonista francese, un rigoroso tedesco e un giovane senegalese ancora incontaminato dalla società occidentale. A interagire con i protagonisti, sempre colti nel luogo e attimo fuggente tra gli scenari della convulsa storia mondiale di inizio secolo, le audaci comparse di personaggi reali dell'intellighenzia: da Rivera a Picasso, da Majakovskij a Chaplin. A ritmo concitato e briglia sciolta il Maestro e i suoi bizzarri discepoli attraverseranno la Prima guerra mondiale e la Rivoluzione russa del '17, aggredendo gli eventi con la propria originalissima strategia di sovversione diretta a colpire il mondo borghese e i suoi miti: religione e papato, Internazionale Socialista e nazionalismo, capitalismo americano e democrazia francese, arte elitaria e consumismo di massa, in una satira eretica e libertaria il cui sarcasmo è permeato di rara umana empatia.
18,00

L'uomo che credeva di essere se stesso

di David Ambrose

editore: Meridiano zero

pagine: 249

Rick Hamilton ha una vita perfetta: una bella moglie, Anne, di cui è teneramente innamorato; un figlio, Charlie, che adora; il lavoro dei suoi sogni alla testa di un noto gruppo editoriale. Ma quel mattino c'è qualcosa di strano, e non è solo la tensione per l'appuntamento in banca da cui dipende un importante finanziamento. Durante l'incontro Rick ha la premonizione di un pericolo imminente: si alza di scatto e si precipita verso casa. Sulla via del ritorno, fa la terribile scoperta: in un incidente stradale, l'auto della moglie, che accompagnava Charlie a scuola, è rimasta schiacciata sotto un camion. I soccorritori riescono a estrarre Anne dalla carcassa e Rick fa appena a tempo a vedere che è illesa, prima di svenire per l'emozione. Quando si riprende è in un letto d'ospedale. La prima cosa che vuole sapere è cos'è successo a loro figlio. E la risposta di Anne lo colpisce come una frustata: "Nostro figlio? Tesoro, noi non abbiamo figli..." Rick ripete la domanda ai suoi amici, al suo avvocato, a tutti quelli che sono intorno al suo letto. Ma la risposta non cambia: tu non hai figli. E tutto d'un tratto Rick comincia a capire di non avere una vita così perfetta come credeva...
12,00

La follia delle Muse

di David Czuchlewski

editore: Meridiano zero

pagine: 236

Popolata da personaggi ossessionati dalla letteratura, una storia di passioni libresche e di mistero, di follia e di ambizione. Tutto ruota attorno alla figura, grandiosa e sinistra, di un personaggio forgiato sul riconoscibile modello di J.D. Salinger: Horace Jacob Little, scrittore geniale e bizzarro di romanzi e racconti dal tono borgesiano che, nel corso di una carriera ventennale, non ha mai diffuso sue fotografie, rifiutando ogni contatto con la stampa Nessuno lo ha mai visto né sa dove vive, compreso il suo agente. Sulle sue tracce si muovono, spinti da opposte ambizioni, due ex compagni di corso all'Università di Princeton: Jake, giornalista esordiente che affida le sue speranze professionali alla possibilità di rintracciare Little e costringerlo a un'intervista, e Andrew, brillante ma mentalmente disturbato, che ha dedicato i suoi studi letterari alla produzione di Little. Lara è la ragazza amata da entrambi, che affiderà a Jake il manoscritto con le illuminanti "Confessioni" di Andrew. Al centro dei percorsi dei tre personaggi, il luogo simbolico del libro: il Manicomio delle Muse, lussuoso ospedale psichiatrico per artisti e scrittori. Nella sua atmosfera rarefatta e ipnotica si scioglieranno i nodi di una vicenda sempre più complessa, in una tensione narrativa capace di coinvolgere il lettore nel vortice di un gioco colto e inquietante.
15,00

Il giaguaro rosso

di Kent Harrington

editore: Meridiano zero

pagine: 304

Guatemala, il giornalista cinico e disilluso Russell Cruz-Price si trova suo malgrado coinvolto in un intrigo a base di spie, femme fatale, colpi di stato, dittatori sanguinari, furti archeologici e un leggendario giaguaro maya di giada che lo porterà a mettere in discussione se stesso e il suo mondo. Kent Harrington usa la tavolozza del noir e della spy story per dipingere un feroce affresco del Centro America. Lontano dalle spiagge, dal sole e dalle cartoline, questo spicchio di terra sembra ingoiare il lettore tra le spire di una giungla claustrofobica, tra i meandri di città asfittiche, violente e corrotte, con il ritmo forsennato di una caccia al tesoro. Neocolonialismo, economia senza scrupoli, sfruttamento, corruzione e un passato di orrori e violenze: il "Giaguaro Rosso" scosta, con l'urgenza del noir, il velo che cela l'anima oscura di una terra selvaggia e terribile, più vicina di quanto si possa immaginare.
16,00

Il viaggio immobile

di Jean Vautrin

editore: Meridiano zero

pagine: 198

Tredici racconti che hanno come protagonisti personaggi sradicati e grotteschi ai margini dell'amore
14,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.