Il tuo browser non supporta JavaScript!

Mondadori bruno

Storia del cibo

di Felipe Fernández-Armesto

editore: Mondadori bruno

pagine: 308

Attraverso il cibo l'uomo entra in relazione col mondo: il passato e il presente di ogni civiltà si leggono nella cucina, dagli ingredienti alle influenze, dall'agiatezza o povertà dei contesti alle relazioni sociali. La storia del cibo è dunque, per eccellenza, storia culturale. Armesto ripercorre questa vicenda millenaria secondo una prospettiva globale, incentrata sulle grandi rivoluzioni che, nei secoli, hanno modificato il rapporto dell'uomo con ciò che mangia: il passaggio dal crudo al cotto; l'attribuzione di significati rituali all'assunzione del cibo; l'introduzione dell'agricoltura; la trasformazione degli alimenti in simbolo che marca le diseguaglianze sociali; i cambiamenti introdotti dall'industria globale; l'emergenza ecologica. Questo viaggio scopre approcci al tema dell'alimentazione diversi nel tempo e nello spazio ma, soprattutto, svela rapporti inattesi e prospettive nuove, mostrando come, nel cibo, storia della civilizzazione, storia della scienza e storia della società si incontrino.
15,00

Milano. Le tre città che stanno in una

editore: Mondadori bruno

pagine: 265

Le grandi città contemporanee cambiano a ritmi sempre più veloci e in questa trasformazione, a volte, sembrano smarrire quella capacità di connettere sviluppo economico e crescita sociale che le aveva caratterizzate nel corso del secolo breve. Milano, nel paese, è il laboratorio di cambiamenti più avanzato. Partendo dal lavoro di ricerca svolto dal Consorzio AAster sulla città nel corso dell'ultimo quinquennio, il libro coglie i mutamenti del capoluogo lombardo da tre punti di vista: le trasformazioni del lavoro e delle classi, focalizzandosi sulla Milano terziaria, le trasformazioni dei conflitti metropolitani e della sfera pubblica, mettendo in rilievo l'esperienza dei movimenti urbani e dei quartieri milanesi, le trasformazioni della questione sociale nell'impatto con la crisi, a partire dall'esperienza del Fondo famiglia e lavoro della diocesi ambrosiana.
22,00

I 10 anni che hanno cambiato il mondo. Una cronologia dal 2001

editore: Mondadori bruno

pagine: 170

Il decennio iniziato nel 2001 ha cambiato profondamente il mondo
15,00

L'economia buona

di Emanuele Campiglio

editore: Mondadori bruno

pagine: 172

Questo è un periodo stimolante per parlare di economia. È il momento di fare progetti. Tutti noi vogliamo un presente e un futuro di qualità, un sistema capace di assicurare benessere entro i limiti imposti dall'ambiente naturale. Identificare le strategie - pratiche, politiche e teoriche - per arrivarci è un passo importante. Questo libro presenta aspetti diversi del cambiamento: i comportamenti individuali (la cosiddetta "rivoluzione dal basso'"); le reti sociali; e i macro-attori come governi, banche, istituzioni internazionali. Per mostrare che l'economia buona non solo è rispettosa delle esigenze degli individui e dell'ambiente, ma è anche una buona economia: efficace, realistica, equilibrata.
14,00

L'alternativa islamica. Aperture e chiusure del radicalismo

di Massimo Campanini

editore: Mondadori bruno

pagine: 160

Negli ultimi decenni del XX secolo, l'Islam radicale o politico si è presentato come un'alternativa di contestazione ai sistemi politici vigenti, tanto nel mondo sunnita (col qutbismo e post-qutbismo) quanto nel mondo sciita (con la rivoluzione khomeinista e Hizballah). L'antagonismo è stato alimentato da potenti principi costituenti: i concetti di popolo oppresso, di jihad e di sovranità di Dio. L'istituzionalizzazione e il prevalere di correnti terroristiche hanno poi fatto fallire il progetto, ma all'alba del XXI secolo articolate e ibride forme di Islam si propongono a rinverdire prospettive di trasformazione politica all'interno del mondo globalizzato.
20,00

Leonardo in Russia. Edizione italiana e russa

editore: Mondadori bruno

pagine: 474

La cultura russa, a partire dalla fine del XIX secolo, ha sviluppato un intenso rapporto con l'eredità di Leonardo da Vinci
33,00

Raccontare la guerra. La memoria organizzata

di Gustavo Corni

editore: Mondadori bruno

pagine: 272

Raccontare la propria storia è, per ogni paese, un momento chiave nella costruzione dell'identità nazionale e nella messa in opera dei complessi meccanismi della memoria collettiva. A maggior ragione, raccontare di una guerra perduta è un procedimento rischioso e doloroso: coinvolge i testimoni (i reduci, i loro famigliari, le organizzazioni degli ex combattenti); quindi, via via, coloro che rielaborano a vario titolo la memoria, facendone racconto orale letteratura, cinema o documentari; infine gli storici. Un caso emblematico di questi processi è il discorso pubblico sulla campagna di Russia così come si è sviluppato, nel dopoguerra, sia in Italia che nella Germania Occidentale e, con diversa valenza, anche nella DDR. Questo libro ripercorre per la prima volta, sulla base di un vasto campione letterario (narrativa, memorialistica, scrittura autobiografica), modi in cui la campagna di Russia e il suo esito disastroso sono stati narrati, dal 1945 alla metà degli anni sessanta, nella fase culminante della Guerra fredda. Ne ricostruisce i modelli e i luoghi comuni dominanti. Mette infine in luce analogie e differenze nella percezione e nelle strategie interpretative di ciascun paese.
19,00

Immagini di città. Processi spaziali e interpretazioni sociologiche

di Guido Borelli

editore: Mondadori bruno

pagine: 150

Nel mondo, l'area urbana continua a trasformarsi e a rivelarsi insofferente ai tentativi di una sua precisa definizione
14,00

Gli ultimi giorni

28 aprile-2 maggio 1945

di Best Nicholas

editore: Mondadori bruno

pagine: 296

Tra il 28 aprile e il 2 maggio 1945 si chiudono i giochi della Seconda guerra mondiale
25,00

Nuovi conflitti costituzionali. Norme fondamentali dei regimi transnazionali

di Gunther Teubner

editore: Mondadori bruno

pagine: 207

In questo libro l'autore affronta i problemi del diritto del nuovo mondo globalizzato. Nell'ambito di processi di governance transnazionale trasferimento delle funzioni regolative nelle mani di soggetti transnazionali non pubblici e conseguente carenza di legittimazione democratica -, i modelli giuridici sono chiamati a misurarsi, più che con l'arretramento della sovranità statuale, con il rapporto tra costituzione e autonomie sociali e la pretesa regolativa delle prime sulle seconde. L'analisi di Teubner illustra come i settori funzionali della società sviluppino non solo processi in senso lato di giuridificazione, ma di vera e propria costituzionalizzazione, scardinando l'accoppiamento tra l'idea di costituzione da un lato e lo Stato e la politica istituzionalizzata dall'altro. Il costituzionalismo sociale passa per l'estensione generalizzata dei diritti fondamentali nei diversi regimi transnazionali per scongiurare quegli effetti (auto)distruttivi generati dalle pretese espansive spinte al limite delle razionalità parziali. Il fine è quello di assicurare una possibilità di coesistenza per la pluralità dei discorsi, rivendicando al contempo la specifica autonomia del diritto rispetto agli altri sistemi.
26,00

Il pensiero dei suoni. Temi di filosofia della musica

di Alessandro Bertinetto

editore: Mondadori bruno

pagine: 169

La musica seduce la nostra sensibilità, ma eccita anche la nostra attività intellettuale, offrendo alla filosofia un campo par
17,00

Sistemi universitari comparati

Riforme, assetti istituzionali e accessibilità agli studenti

di Triventi Moris

editore: Mondadori bruno

Negli ultimi decenni l'istruzione universitaria ha assunto un ruolo sempre più importante nelle società a economia avanzata, p
16,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.