Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

Congedi. La crisi dei valori nella modernità

Congedi. La crisi dei valori nella modernità
titolo Congedi. La crisi dei valori nella modernità
Autore
Argomento Letteratura e Arte Letteratura e Linguistica
Collana Testi e pretesti
Editore Mondadori bruno
Formato
libro Libro
Pagine 128
Pubblicazione 2010
ISBN 9788861594197
 

Scegli la libreria

Prodotto al momento non ordinabile.
Vuoi essere avvisato quando sarà disponibile?
13,80
 
Compra e ricevi in 5/10 giorni
Un'analisi della progressiva e profonda crisi "dei valori che ha segnato la società occidentale degli ultimi secoli. Esaminando il pensiero di grandi intellettuali della modernità - da Baudelaire a Valéry, da Spengler a Camus, da Nietzsche a Heidegger, a Derrida -, l'autore riflette sulla perdita traumatica dell'orizzonte di senso che segue all'affermazione della nuova civiltà borghese, incentrata sul progresso tecnologico-scientifico, e ne indaga gli effetti a livello sociale, filosofico e letterario. A emergere con forza è una tradizione intellettuale nichilista, in cui siamo tuttora immersi e che mette in discussione la possibilità di proporre valori assoluti come metro interpretativo. La tendenza culturale dominante diviene così il relativismo, in bilico tra il rischio di accettazione passiva e omologante di tutte le idee e la speranza di apertura autentica alla negoziazione e al dialogo.
 

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.