Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

Editori Riuniti Univ. Press: Biblioteca

Ebraismo e giudaismo

di Alfonso Di Nola

editore: Editori Riuniti Univ. Press

pagine: 344

La religione degli ebrei, le forme che essa ha assunto nelle diverse epoche, la sua cosmologia, i suoi aspetti culturali, soci
19,00

Il mestiere di cittadino nell'antica Roma

di Claude Nicolet

editore: Editori Riuniti Univ. Press

pagine: 585

La storia della repubblica romana è stata a lungo una storia della sua classe dirigente; Claude Nicolet, in quest'opera ormai
26,50

Né con Marx né contro Marx

di Bobbio Norberto

editore: Editori Riuniti Univ. Press

pagine: 276

Il rapporto tra cultura liberale e cultura marxista è uno degli aspetti cruciali della storia italiana
18,00

Rousseau e Marx. E altri saggi di critica materialistica

di Della Volpe Galvano

editore: Editori Riuniti Univ. Press

pagine: 239

Dal punto di vista politico Rousseau è stato letto, di volta in volta, come filosofo utopista, vagheggiatore del livellamento
18,00

La Germania. Storia di una cultura da Lutero a Weimar

di Nicolao Merker

editore: Editori Riuniti Univ. Press

pagine: 528

Questa "Germania" di Nicolao Merker, è prima di tutto una narrazione, puntuale e senza reticenze. Storia di una cultura in senso ampio, della cultura dei grandi intellettuali e di quella della gente comune, di quella che ha sede nei testi e nelle idee ovunque si formino e di quella che si incarna nei "fatti" e nelle relazioni materiali tra gli uomini. Altre "Germania", da Tacito a madame de Stäel, hanno segnato attraverso i secoli le domande e le risposte dell'Europa. Ma più che di storia, si è spesso trattato dei grandi miti, dei paradigmi culturali che hanno unito e diviso in ogni contrada europea partiti, orientamenti dell'opinione, movimenti spirituali, religiosi e politici. La Germania, centro e cuore dell'Europa da quando questa storia comincia, ha diviso più che unito l'Europa (o l'Europa si è divisa nella e per la Germania). Narrare una vicenda come questa, che da Lutero giunge fino a Weimar traversando cinque secoli della contemporaneità, significa forse oggi scegliere un approccio più laico e razionale, più volto al futuro che al passato, meno preoccupato di colpe, assoluzioni e condanne. Certo c'è stata e c'è ancora una Germania "buona" accanto e contro una Germania "cattiva": Müntzer o Lutero, Böhme o il protestantesimo ufficiale, Bebel o Bismarck, Karl Liebknecht o Ludendorff. Dopo il novembre 1918 la Germania, pur diventata una repubblica, continuò a portare il nome ufficiale di Deutsches Reich (Reich tedesco). Fu "una repubblica nostalgica di impero".
29,00

Lo Stato di tutto il popolo

di J. Gottlieb Fichte

editore: Editori Riuniti Univ. Press

pagine: 360

Questo volume raccoglie scritti politici che appartengono all'intero arco di attività di Johann Gottlieb Fichte (1762-1814), e
23,50

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.