Il tuo browser non supporta JavaScript!

Elliot: Raggi

Tornata alla terra

di Webb Mary

editore: Elliot

pagine: 300

17,50

Gli errori degli amanti

di Hessel Franz

editore: Elliot

pagine: 119

Dal grande autore tedesco, un moderno Decamerone ambientato nella Berlino alla fine della Prima guerra mondiale
12,50

Festa d'estate

di Campert Remco

editore: Elliot

pagine: 127

In una giornata d'estate i due amici Mees e Boelie, con la sedicenne Panda, sono tutti impegnati nell'inseguire l'amore e gode
13,50

L'autobiografia di Giuliano di Sansevero

di Andrea Giovene

editore: Elliot

pagine: 951

La vicenda si svolge a partire dal 1903, anno di nascita del protagonista, il nobile napoletano Giuliano di Sansevero, e attraversa luoghi e città italiane ed europee in un arco di tempo che va dagli inizi del Novecento al secondo dopoguerra, donando al lettore un affresco grandioso di tempi, persone e avvenimenti della storia e della cronaca quotidiana. Frutto di lunghi anni di lavoro, l'Autobiografia fu concepita in cinque parti, a cominciare dall'infanzia e giovinezza del protagonista, il quale, in crisi di identità, si distacca dalla famiglia. "Chiudendosi alle spalle le porte dell'Olimpo, affidandosi integralmente, povero e solitario, alle strade del mondo e alla propria sorte", come scrive Emanuele Trevi nella sua introduzione all'opera, Giuliano si lancia in "un'impresa di riconquista dell'autentico" che riuscirà a raggiungere solo verso la fine della propria vita. Pur essendo sempre stato respinto ogni riferimento autobiografico, le vicende personali del suo autore costituirono indubbiamente una solida base di conoscenza diretta degli eventi raccontati, riportati alla luce dalla memoria di Giuliano in un flusso narrativo imponente, ricco e preciso nel dettaglio e di ampio respiro nelle riflessioni umane del personaggio. Anche la storia editoriale di quest'opera contribuì alla creazione di un mito letterario piuttosto inusuale per i romanzi italiani dell'epoca: fu stampato prima all'estero e poi nel nostro paese, dove Rizzoli lo pubblicò in cinque volumi dal 1966 al 1970...
25,00

Memorie di un vecchio giardiniere

di Arkell Reginald

editore: Elliot

pagine: 180

Ristampato dopo cinquant'anni in Gran Bretagna, viene finalmente tradotto per la prima volta anche in Italia questo umoristico
16,00

La cugina di Londra

di Cancogni Manlio

editore: Elliot

pagine: 187

Nora e Nino, cugini che fino a quel monto non si sono mai frequentati, tano amici per la pelle durante un'estate in Versilia
16,00

Perfidi inganni

di Manlio Cancogni

editore: Elliot

pagine: 192

16,50

Gratitudine

di Kertes Joseph

editore: Elliot

pagine: 537

Raoul Wallenberg, il cui nome fa parte dei "Giusti tra le nazioni", un giovane diplomatico svedese che salvò la vita a più di
19,50

Il cane di Shakespeare

di Rooke Leon

editore: Elliot

pagine: 173

Dove attinse Shakespeare la sua ampia visione del mondo, quel profondo spirito di umanità che gli permise di creare opere tant
16,00

Ritorno nella piccola città

di Pearson Thomas R.

editore: Elliot

pagine: 380

18,50

Il sorriso dei gabbiani

di Kristín M. Baldursdóttir

editore: Elliot

pagine: 285

Dall'Islanda una commedia nera che si svolge tra assassinii, intrighi, storie di ...amicizia e rivalità femminile. Ne è protagonista Agga, una ragazzina di undici anni pigra, curiosa e un po' bugiarda, che ha perso i genitori e abita con i nonni e due zie in un piccolo villaggio di pescatori. Un giorno, inaspettatamente, si presenta alla porta una parente, Freyja, di ritorno dall'America, dove era emigrata dopo aver sposato un militare. La donna, ancora giovane e bella, racconta di essere rimasta vedova a causa di un infarto improvviso che ha colpito il marito, ma al nonno la giovane rivela poi di averlo ammazzato e, benché tutti siano convinti che scherzi, col passare del tempo appare chiaro che è una donna pericolosa. Dopo essersi accaparrata il miglior scapolo in circolazione, la vita di Freyja procede tra ambiguità e provocazioni, tradimenti, scandali e omicidi, osservati attraverso gli occhi terrorizzati e allo stesso tempo affascinati di Agga. Quando Freyja, ormai incinta, scopre il tradimento del secondo marito, torna a vivere a casa della ragazzina, circondata dalla solidarietà delle donne di famiglia. E sarà proprio tra quelle mura che si consumerà l'ultimo crimine, un delitto che renderà inevitabile per Agga dimostrare a Freyja una solidarietà impensabile fino a quel momento.
17,50

Parlami, dimmi qualcosa

di Manlio Cancogni

editore: Elliot

pagine: 176

Pubblicato originariamente nel 1962 da Feltrinelli, nella collana di narrativa contemporanea diretta da Giorgio Bassani, e accolto subito con grande fortuna di pubblico e critica, "Parlami, dimmi qualcosa" rappresenta uno dei vertici della lunga carriera letteraria di Manlio Cancogni. Assente dalle librerie italiane da molto tempo (fu ristampato infatti l'ultima volta da Rizzoli negli anni Settanta), questo singolare e sorprendente romanzo narra la storia di un amore, quello tra il protagonista e sua moglie Sara, attraverso gli anni e le alterne sorti del loro matrimonio. L'io narrante, vero e proprio antieroe, sognatore e canaglia, sfaticato e morso da dubbi e sensi di colpa, racconta in un flusso di coscienza immediato e straordinariamente moderno le tappe della sua vita con Sara: dai giorni del fidanzamento e poi, una volta sposati, del trasferimento nella casa di famiglia di lei lontano da Firenze, fino alla "fuga" a Parigi in compagnia della giovane amante Margherita, tra artisti, costumi bohémien e sogni di gloria, al ritorno infine alla vita in famiglia, a quell'amore coniugale custodito fedelmente, fiduciosamente, da Sara per entrambi. "Parlami, dimmi qualcosa" è un libro struggente e impietoso sul senso più profondo dell'amore e dei rapporti di coppia, un apologo drammatico e brillante al tempo stesso intorno alla vita matrimoniale e alla ricerca della felicità.
16,50

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.