Il tuo browser non supporta JavaScript!

Emi: Strumenti

Saperi del futuro. Analisi di donne sulla società della comunicazione

editore: Emi

pagine: 224

Per una società della comunicazione inclusiva e centrata sulle persone è necessario attuare politiche di giustizia: ridistribuire il potere e la ricchezza, ridurre il divario fra paesi del Nord e paesi del Sud, incrementare l'accesso alle risorse strategiche quali i mezzi di comunicazione, informazione e conoscenza, democratizzare gli strumenti e gli organismi di controllo, favorire la diffusione e l'acquisizione delle tecnologie informatiche, trovare principi e meccanismi per il governo di internet. La strada: integrare le nuove tecnologie con i diritti delle persone, attraverso la partecipazione attiva di tutti i settori della società civile a livello internazionale, nazionale e locale. Diciannove studiose e professioniste analizzano da una prospettiva di genere questioni cruciali dell'era della comunicazione e propongono un utilizzo più umano e meno tecnico-commerciale dei saperi del futuro, nel rispetto di tre principi: i diritti umani fondamentali; la partecipazione dal basso, la risposta ai bisogni del Sud globale. La sfida: dimostrare che la società della comunicazione non è cosa da esperti, ma che una società realmente inclusiva e democratica scambia i saperi, garantisce l'equa partecipazione delle donne ed è alla portata di tutti, per il miglioramento della qualità della vita.
13,00

Impegni di giustizia

Rapporto sul debito 2000-2005

di Moro Riccardo

editore: Emi

pagine: 256

Fra le tante relazioni che legano Nord e Sud del mondo, il debito è una di quelle che hanno assunto le forme più perverse
14,00

Polis interculturale mediterranea. Le acque del Mediterraneo lungo l'incontro tra culture diverse

di Domenica Scalera

editore: Emi

pagine: 128

Questo testo è la sintesi di un lavoro sul campo svoltosi in Puglia e in particolare nel porto di Bari. È un valido strumento di verifica sia in campo sociale sia in quello ecclesiale. S'inserisce nella ricerca di un rinnovamento che la Chiesa, oggi più che mai, è chiamata a svolgere per l'evangelizzazione, rielaborando itinerari di fede che non escludano nessuno. L'indagine è articolata in tre parti. La prima descrive il quadro storico dell'immigrazione in Puglia; la seconda, presenta l'attività dell'ente CELIPS e il progetto di una "Polis interculturale mediterranea", quale laboratorio polifunzionale per l'aggregazione e l'integrazione sociale, in sinergia con le istituzioni locali; la terza, ne delinea gli sviluppi in sette aree di intervento. Si affronta il fenomeno dei flussi migratori non trincerandosi nella propria cultura ma attuando progetti formativi capaci di recuperare le proprie tradizioni e di aprirle all'altro, coniugando locale e mondiale e valorizzando la diversità come risorsa per la società globale.
7,00

Dalla violenza alla pienezza. Percorso in 10 tappe di spiritualità e prassi della nonviolenza attiva

di Ken Butigan

editore: Emi

pagine: 192

Dalla violenza alla pienezza è un piano di apprendimento e di azione in dieci tappe, elaborato negli Stati Uniti da "Pace e Bene", Centro francescano per la nonviolenza. La nonviolenza è un metodo formidabile, efficace e creativo per affrontare e risolvere i conflitti a tutti i livelli. Attraverso discussioni di gruppo, giochi di ruolo, presentazioni di casi e letture, il percorso insegna un'alternativa costruttiva alla violenza, e offre gli strumenti pratici per trasformare questa nuova visione in realtà.
12,00

Il mercato della salute. Diritto alla vita tra interessi, speculazioni, piraterie

editore: Emi

pagine: 96

Quattro miliardi di persone sono ancora vittime di epidemie e di malattie facilmente curabili. L'Aids viene scoperto con molto ritardo in molti paesi poveri. Altre malattie, come la tubercolosi e la malaria, da tempo scomparse nei paesi a reddito più elevato, sono state trascurate nei Sud del mondo. Mentre le principali aziende farmaceutiche accumulano altissimi profitti, a miliardi di persone è precluso l'accesso ai farmaci perché fuori dalle loro possibilità economiche. Il volume descrive le principali malattie che colpiscono il pianeta, analizza e denuncia l'operato delle multinazionali del farmaco, le politiche delle istituzioni internazionali e propone percorsi di intervento mirati a ristabilire la giustizia e l'equità al Nord come al Sud.
14,00

Guida al software libero

di Roberto Bosio

editore: Emi

pagine: 160

Questo volume ripercorre la nascita e l'evoluzione dei computer, dei sistemi operativi e dei programmi gestionali, delle reti di comunicazione e pone in evidenza la necessità di rendere queste idee e questi strumenti disponibili a tutti. Da questo principio di accessibilità nasce Linux, il sistema operativo "open source", con l'obiettivo di poter disporre di un software libero creato con l'apporto di migliaia di programmatori e di utenti, lanciando la sfida ai colossi informatici privati quali Microsoft, Apple, Sun e tanti altri.
9,00

A quando l'Africa? Conversazioni con René Holenstein

di Joseph Ki-Zerbo

editore: Emi

pagine: 176

Il libro riporta lunghe conversazioni con René Holenstein in cui Joseph Ki-Zerbo ripercorre il suo cammino di intellettuale e di uomo d'azione sempre presente nelle prime ore d'indipendenza di molti stati africani. Ki-Zerbo è con Cheic Anta Diop uno degli insigni storici africani viventi che hanno saputo reinterpretare la storia mondiale a partire da una prospettiva africana. In questo libro il lettore incontra la storia dell'Africa dal '900 e trova anche gli incontri e gli scontri con le altre culture e realtà non africane. Il libro offre una sintesi attuale e profonda della realtà dell'intero continente africano. Le domande di R. Holenstein sono le nostre stesse domande.
10,00

WTO. Dalla dittatura del mercato alla democrazia mondiale

editore: Emi

pagine: 96

"Dal 1995 l'Organizzazione mondiale del commercio (WTO) è stata definita dall' establishment neoliberale globale come "il gioiello mancante nella corona del multilateralismo" ed è stata chiamata a scrivere "la costituzione economica globale". A distanza di 10 anni e dopo il fallimento delle ultime due conferenze ministeriali di Seattle e Cancùn è giunto il momento di porre apertamente l'istituzione principe di una globalizzazione iniqua di fronte ad un bivio: o se ne riduce il mandato o si va verso il collasso delle attuali regole commerciali multilaterali. Se così fosse, si riaprirebbe il dibattito politico sulla riforma dell'intero sistema internazionale prefigurando la creazione di possibili nuove forme istituzionali globali.
7,00

La creazione in dono. Giovanni Paolo II e l'ambiente

editore: Emi

pagine: 96

L'umanità di oggi, se riuscirà a congiungere le nuove capacità scientifiche con una forte dimensione etica, sarà certamente in grado di promuovere l'ambiente come casa e come risorsa a favore dell'uomo e di tutti gli uomini, sarà in grado di eliminare i fattori d'inquinamento, di assicurare condizioni di igiene e di salute adeguate per piccoli gruppi come per vasti insediamenti umani. La tecnologia che inquina può anche disinquinare, la produzione che accumula può distribuire equamente, a condizione che prevalga l'etica del rispetto per la vita e la dignità dell'uomo, per i diritti delle generazioni umane presenti e di quelle che verranno. (Giovanni Paolo II, Discorso al Convegno "Ambiente e salute") È con Giovanni Paolo II che il rispetto e la cura dell'ambiente entrano come temi forti nella Dottrina sociale della Chiesa. La preoccupazione per le generazioni future e per la bellezza di una natura minacciata e violata costituiscono ora le linee fondamentali di un'articolata etica ambientalista. Questa selezione dal Magistero di Giovanni Paolo II è un invito ad approfondire la percezione della gloria di Dio nella creazione, a rinnovare l'impegno per la trasformazione degli stili di vita, a trasformare lo sfruttamento indiscriminato delle risorse in un rapporto di tutela e di scambio reciproco tra l'umanità e il pianeta da cui dipende la sua intera esistenza.
6,00

Caffè corretto. Dal chicco alla tazzina... evitando la borsa di New York. La grande storia del caffè, da chi è coltivato, a quali condizioni. Con VHS

di Tatjana Bassanese

editore: Emi

pagine: 64

Apprezzato in tutto il mondo, il caffè è diventato in tempi relativamente brevi un'importante materia prima, la seconda dopo il petrolio. Ma come si profila lo scenario della sua gigantesca economia produttiva? Quali sono i problemi che investono i 125 milioni di sconosciuti lavoratori del suo sistema produttivo? Questo piccolo libro racconta la grande storia del caffè, da chi è coltivato, a quali condizioni, e le nuove strade che percorre per giungere fino a noi attraverso il Commercio equo e solidale, che restituisce dignità al lavoro di tutti coloro che lo producono.
14,50

Il mercato della salute. Diritto alla vita tra interessi, speculazioni, piraterie

di Alberto Castagnola

editore: Emi

pagine: 96

Quattro miliardi di persone sono ancora vittime di epidemie e di malattie facilmente curabili. L'Aids viene scoperto con molto ritardo in un numero crescente di paesi poveri. Altre malattie, come la tubercolosi e la malaria, da tempo scomparse nei paesi a reddito più elevato, sono state trascurate nei Sud del mondo e da questo colpevole ritardo è derivata una situazione che moltiplica le vittime. Mentre le principali aziende farmaceutiche accumulano altissimi profitti, a miliardi di persone è precluso l'accesso ai farmaci perché fuori dalle loro possibilità economiche. Il quadro generale non è degno di paesi che vantano eccezionali livelli di scienza e di civiltà. Non si risolvono i terribili problemi della sanità su scala mondiale chiedendo contributi volontari proprio alle imprese multinazionali, che tante volte sono all'origine di molti problemi di povertà e di esclusione. Bisogna invece garantire a tutti, sia al Nord che al Sud, farmaci efficaci e poco costosi, investire nella ricerca e nella produzione, con l'obiettivo di azzerare le morti evitabili e le sofferenze inutili. Il volume descrive le principali malattie che colpiscono il pianeta, analizza e denuncia l'operato delle multinazionali del farmaco, le politiche delle istituzioni internazionali e propone percorsi e prospettive di intervento mirate a ristabilire la giustizia e l'equità al Nord come al Sud.
9,50

Il lavoro minorile e i bambini del mondo. First Children's world congress on child labour. Ediz. multilingue

editore: Emi

pagine: 256

Il convegno sul lavoro minorile nel mondo è stato organizzato da Mani Tese. Questo libro raccoglie gli interventi di 16 delegati di Paesi e Istituzioni internazionali. Seguono approfondimenti di 12 esponenti del mondo del lavoro tra cui Willy Thys, segretario generale della Confederazione mondiale del lavoro. 12 rappresentanti delle Ong sono intervenuti sulle responsabilità della società civile. I temi "Ruolo e coerenza degli interventi delle istituzioni, dei governi e delle parti sociali sulla lotta al lavoro minorile" e "Come eliminare lo sfruttamento del lavoro minorile, lottare contro la povertà e garantire l'istruzione universale" sono stati affrontati da numerosi esperti. Il libro raccoglie una grande quantità di domande e risposte oltre a preziose testimonianze degli stessi minori. I testi sono riportati nelle lingue in cui sono stati pronunciati: italiano, inglese, francese, spagnolo e portoghese. Siamo di fronte a un manuale, quasi minienciclopedia, sul lavoro minorile nel mondo.
13,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookies policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookies.

Acconsento