Il tuo browser non supporta JavaScript!

Emi: Strumenti

Armi: un'occasione da perdere. Le armi leggere e il mercato italiano

editore: Emi

pagine: 148

In media, sul prelievo fiscale di una famiglia italiana di 4 persone, circa 1.300 euro l'anno sono destinati a spese militari e quindi ad alimentare il grande e complesso mercato delle armi nel quale il nostro Paese è tra i primi dieci al mondo. Nel 2007 ha esportato ufficialmente in 71 paesi, ma naturalmente questi dati non tengono conto di tutto il volume di merci e affari, spesso legati al contrabbando, che rende i numeri ancora più grandi ed espressivi. Quello che si sa è che le armi leggere sono diventate il grande combustibile che alimenta genocidi e crimini contro l'umanità e che ogni giorno fa più di mille morti nelle principali metropoli del pianeta. Questo annuario dell'OPAL, oltre a riportare dati aggiornati su tale mercato e a fissare le responsabilità italiane in questo settore specifico del commercio internazionale, apre un dibattito che sempre più deve uscire dalla clandestinità e diventare pubblico: non solo per il volume di affari che muove e per i rapporti che crea, ma anche e soprattutto perché si riferisce al tipo di società e di mondo che si vuole o si cerca di costruire. Molto più che in altri settori dell'economia, è importante che su questo argomento ognuno esprima il suo parere e, con conoscenza di causa, possa dire quanto e come le armi devono trovare spazio nel mondo di oggi.
12,00

Cantieri di libertà. Dalla schiavitù del debito all'impegno per il futuro

di Anna M. Cazzato

editore: Emi

pagine: 128

Il libro propone un viaggio nella Guinea di oggi, un paese che le Nazioni Unite pongono al 160º posto nell'Indice di Sviluppo Umano e che i griot, i saggi popolari del posto, illustrano invece come un paese bello, ricco di storie e tradizioni, proteso verso il futuro. Per unire visioni apparentemente così lontane e contrastanti, l'autrice prima si fa condurre dai griot per cercare di entrare nella vita, nella storia e nel cuore della gente, poi presenta alcune iniziative di solidarietà promosse da un fondo di contropartita tra il governo italiano e guineano, il FoGuIReD (Fondo Guineo-Italiano di Riconversione del Debito). È come se fossimo portati a visitare e conoscere piccoli cantieri di libertà, dove gente comune offre, da protagonista, soluzioni ai bisogni del Paese e partecipa in modo effettivo alla costruzione di una nuova Guinea, finalmente libera da vecchie schiavitù.
9,00

Eau et environment

di Sara Ceci

editore: Emi

pagine: 64

7,00

Agua y ciencia

di Marta Picciulin

editore: Emi

pagine: 64

7,00

Eau. Consommation en Italie

editore: Emi

pagine: 64

7,00

Water and anthropology

di Sabrina Tonutti

editore: Emi

pagine: 64

7,00

Water consunption in Italy

editore: Emi

pagine: 64

7,00
7,00

Agua. El consumo en Italia

editore: Emi

pagine: 64

7,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento