Il tuo browser non supporta JavaScript!

Ets: Scienze dell'educazione

La società interculturale. Modelli e pratiche pedagogiche

di Fabrizio M. Sirignano

editore: Ets

pagine: 120

Il volume parte dalla consapevolezza che solo un progetto pedagogico di ampio respiro possa trasformare l'attuale società multiculturale, costituita da persone di etnie, lingue e culture diverse che vivono fianco a fianco senza comunicare, in una società interculturale in cui i vari gruppi etnici si aprano ad uno scambio dialogico e ad una comunicazione in grado di arricchire tutti. Un tale progetto, che tende a sviluppare nei giovani un pensiero aperto al nuovo, antidogmatico e capace di decentrarsi, deve partire da una educazione alla democrazia e al rispetto di tutte le differenze che agitano la attuale società complessa. In tale prospettiva vengono proposti modelli narrativi e pratiche pedagogiche autobiografiche in grado di generare un mutamento non traumatico nel sistema relazionale dell'immigrato e in particolare dei bambini stranieri, che consenta loro di compiere un percorso di integrazione senza disperdere i valori di riferimento della propria cultura.
14,00

Hmultimedia. Disabilità e multimedialità

di Alessandro Trojani

editore: Ets

pagine: 196

Nell'evoluzione del computer sempre di più si deve tener conto anche dell'aspetto informatico relativo all'Usabilità ed all'Accessibilità ed in particolare alle tecnologie informatiche utilizzate nell'ambito della disabilità. Il contenuto del libro prende in considerazione alcuni strumenti inerenti la multimedialità, applicata nel settore della "facilitazione" e "recupero" considerando che gli ausili informatici multimediali possono offrire un contributo fondamentale al raggiungimento dell'autonomia personale in termini di comunicazione e di controllo del proprio ambiente di vita quotidiana. Il volume si rivolge a quanti vogliano analizzare e studiare il rapporto tra disabilità e multimedialità, in particolare genitori, insegnanti, operatori per il sostegno, educatori professionali e tecnologi della formazione.
18,00

L'editoria scolastica nel progetto egemonico dei neoidealisti

di Stefano Oliviero

editore: Ets

pagine: 157

Grazie all'interesse crescente per la storia dell'editoria e in particolare per quella scolastico-pedagogica, negli ultimi anni si è parlato spesso dello stretto legame intercorso fra i gentiliani e il mondo editoriale. Questo lavoro offre una ricostruzione del percorso attraverso cui Gentile e i suoi allievi, a partire dai primi del '900, giunsero a maturare il proposito di fare dell'editoria un elemento strategico del loro progetto di egemonia politico-culturale. Dal meridione, dove ebbero origine le prime iniziative, i contatti si diramarono velocemente verso il centro e il nord, e particolare rilevanza assunsero quelli con il prezzoliniano gruppo de "La Voce" dal quale nacque successivamente anche la casa editrice Vallecchi, azienda editoriale che ebbe un ruolo altrettanto centrale nel progetto dei gentiliani. Come principali fonti, sono stati utilizzati i libri comparsi nelle innumerevoli collane da loro dirette, i relativi programmi editoriali, nonché le riviste che spesso hanno avuto un ruolo addirittura trainante in tale disegno e, ovviamente, la letteratura critica apparsa negli ultimi decenni intorno a tale gruppo che, a dispetto dei moltissimi approfondimenti, continua a fornire inesauribili spunti di novità che consentono fra l'altro di gettare nuova luce anche sul circostante panorama scolastico-pedagogico.
15,00

Ti ho dato ali per volare

di Gabriella Seveso

editore: Ets

pagine: 178

16,00

La valutazione delle competenze in età adulta. Il contributo dell'«experiential learning» e dell'approccio riflessivo

di Davide Capperucci

editore: Ets

pagine: 328

I processi di rinnovamento che oggi stanno attraversando il mondo dell'istruzione, della formazione e del lavoro evidenziano la presenza di un nuovo "paradigma", quello delle "competenze", rispetto al quale operare una ridefinizione delle strategie, delle politiche e delle pratiche formative e professionali. A partire dagli anni Novanta, la riflessione sulle competenze condotta dalle Scienze della formazione, oltre a porre il problema di come formare le competenze, ha aperto contestualmente un secondo ordine di questioni legate alla loro valutazione. Il presente lavoro si focalizza soprattutto su questo scenario di indagine, proponendo un percorso di ricerca teorico-metodologica che, rifacendosi ai modelli costruttivisti dell'apprendimento di D.A. Kolb e D.A. Schön, intende esaminare la spendibilità di alcuni metodi e strumenti di alternative assessment, per la valutazione delle competenze in età adulta. Detti dispositivi, infatti, se correttamente costruiti ed utilizzati, possono contribuire alla valorizzazione di quelli che qui vengono considerati i principali "vettori" dell'agire competente - l'esperienza e la riflessione - così da promuovere l'accertamento, la certificazione e il riconoscimento degli apprendimenti acquisiti in vista della costruzione di un sistema integrato delle competenze.
23,00

La diaspora interculturale. Analisi etnopedagogica del contatto tra culture: Tamil in Italia

di Giuseppe Burgio

editore: Ets

pagine: 340

La comunità diasporica dei migranti Tamil, unitaria ma geograficamente frammentata, rappresenta un inedito per la ricerca italiana, una sfida per le nostre categorie di "cultura" e di "integrazione". La pedagogia può accogliere questa sfida solo concentrandosi sulle forme dell'incontro piuttosto che sulle "culture" in contatto, prendendo cioè le mosse dall'analisi etnografica delle complesse relazioni che, in un preciso contesto, si strutturano con uno specifico gruppo di migranti. Un approccio etnopedagogico guida così questa ricerca che, attraverso la raccolta delle storie di vita, dà conto della realtà concretamente vissuta dai migranti Tamil in Italia e, al contempo, sviluppa una riflessione epistemologica che disegna l'intercultura come prospettiva dialogica, narrativa e a forte curvatura politica. La pedagogia interculturale, nelle sue connessioni tra soggettività individuali emergenti nei racconti biografici e dinamiche culturali, implicazioni etiche e ricadute formative, dispositivi metodologici e modelli teorici, si propone in questo testo come pratica di relazione, coinvolgendo nel suo ambito non solo le scuole multietniche, ma tutti gli ambiti e le pratiche sociali, in un'ottica di trasformazione interculturale reciproca.
21,00

L'infanzia e i suoi diritti. Sentieri storici, scenari globali e emergenze educative

di Emiliano Macinai

editore: Ets

pagine: 264

Alla fine del Novecento, il tema dei diritti dell'infanzia si è definitivamente imposto quale àmbito centrale di riflessione giuridica e di azione politica. Analizzata da questo punto di vista, la storia del secolo XX appare un percorso di progressiva maturazione della centralità dell'immagine di bambini e bambine, soggetti giuridici nuovi, che condividono i diritti fondamentali di ogni uomo ed in più sono portatori di diritti particolari che, in maniera immediata, si collegano ai bisogni che caratterizzano la loro condizione esistenziale. Il volume inquadra la tematica dal punto di osservazione e di analisi proprio della pedagogia. In questo senso prende corpo e vigore l'idea della necessità di prevedere percorsi educativi per giovani e giovanissimi che ruotino attorno ai princìpi fondanti di una diversa concezione di cittadinanza, più funzionale al nostro tempo e alle sue emergenze planetarie. Di fronte agli scenari globali di oggi, contrassegnati dal rischio umanitario, ambientale, bellico, si ripropone con urgenza l'impegno pedagogico per la costruzione di spazi per l'elaborazione e l'esercizio critico di una nuova cittadinanza democratica, che fondi la propria essenza sull'idea e sul sentimento della comune appartenenza all'umanità di tutti i suoi membri, in particolare i bambini.
18,00
23,00
23,00
16,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.