Il tuo browser non supporta JavaScript!

Franco Angeli: Serie di psicologia

Il tempo dell'adolescenza. Mutamenti soggettivi e trasformazioni sociali

editore: Franco Angeli

pagine: 192

La condizione dell'adolescenza nella società contemporanea è connotata come età temporalmente indefinita tanto che si parla di "condizione" o "stato" adolescenziale, quasi fosse una dimensione della personalità che prescinde da una specifica fase di sviluppo. Questo volume intende fornire una panoramica concettuale dell'adolescenza centrando l'analisi sulle caratteristiche tipiche di questa fase e sui compiti di sviluppo ritenuti fondamentali per la realizzazione di un processo di separazione/individuazione. Un ampio spazio viene dedicato ai rapporti intrafamiliari dell'adolescente, a partire dalle modalità di comunicazione genitoriale, passando per la gestione del conflitto in famiglia per arrivare a delineare il percorso di autonomizzazione del ragazzo e individuarne gli aspetti che agevolano o ostacolano tale processo. La costruzione di nuovi legami affettivi e sociali al di fuori della cerchia delle relazioni familiari viene osservata come un punto di passaggio cruciale nel percorso verso l'acquisizione della condizione adulta. L'accrescimento delle competenze cognitive viene illustrato e sostenuto attraverso la presentazione di alcuni esiti delle neuroscienze, quale punto di partenza verso un'integrazione sempre maggiore tra psichico e biologico. Con particolare attenzione viene esaminata, infine, la dimensione della corporeità, quale spazio simbolico polisemantico in un periodo caratterizzato da grandi trasformazioni, che coinvolgono ogni aspetto dell'individuo.
24,50

Io e il mio amico disabile. Rappresentazioni sull'amicizia tra adolescenti

di Giulia Savarese

editore: Franco Angeli

pagine: 112

I pregiudizi e gli stereotipi sulla disabilità generano atteggiamenti di distanza interpersonale e di stigmatizzazione. Non solo. I pregiudizi influenzano anche le relazioni in adolescenza, laddove la possibilità di fare parte di un gruppo è per la persona con disabilità particolarmente preziosa per evitare vissuti di solitudine ed emarginazione sociale. La solitudine è spesso un elemento che si affianca alla disabilità, poiché il pregiudizio ci fa vedere l'"altro" in maniera totalmente distorta e quindi può indurre ad atteggiamenti di ostilità e malessere nei suoi confronti. Il volume tratta dei pregiudizi sulla disabilità, delle relazioni sociali del disabile, con particolare attenzione alle relazioni amicali e gruppali adolescenziali. Vengono inoltre riportati i risultati di uno studio, il cui intento era cogliere in un gruppo di preadolescenti le eventuali differenze nelle loro rappresentazioni grafiche dell'amicizia con un compagno di classe con sviluppo tipico e con un compagno di classe disabile. L'ultima parte è dedicata ad alcune proposte didattiche per gli insegnanti, al fine di educare bambini e adolescenti alla cultura della diversità e all'integrazione della disabilità.
17,00

Contatti sul filo. Call center tra moderne e tradizionali modalità di comunicazione

editore: Franco Angeli

pagine: 144

Il testo presenta i risultati di alcune ricerche, condotte dal Centro Studi e Ricerche di Psicologia della Comunicazione dell'Università Cattolica di Milano, in collaborazione con alcune linee di ascolto del territorio milanese, sulle caratteristiche verbali e vocali non verbali di comunicazione dell'empatia in operatori esperti e in soggetti senza esperienza. Le analisi condotte hanno consentito di individuare distinte strategie di gestione della conversazione e di correlarle con punteggi di capacità empatica e di efficacia comunicativa. Questo studio presenta grosse potenzialità di ricadute pratiche nell'ambito del mondo della telefonia sociale, soprattutto nell'ambito della formazione degli operatori. Il volume costituisce un utile strumento di formazione non solo tecnica riguardo alle competenze specifiche relazionali e comunicative, ma anche di crescita individuale e organizzativa. In appendice sono presenti testimonianze di helpline al fine di rendere la proposta del testo vicina alla realtà territoriale italiana. Il volume è rivolto a psicologi, formatori, operatori sociali e volontari che lavorano sia nell'ambito del profit e del no-profit.
18,00

Percorsi della filiazione

di M. Clelia Zurlo

editore: Franco Angeli

pagine: 160

Negli ultimi decenni si sono progressivamente diffuse situazioni in cui la nascita e l'allevamento dei figli avviene all'interno di quadri prima considerati atipici. Le recenti modificazioni derivanti dai progressi biomedici e dai mutamenti sociali e culturali hanno reso possibili nuovi e diversificati percorsi della filiazione e della genitorialità. Contemporaneamente, molti studi psicoanalitici hanno evidenziato come il processo di acquisizione e elaborazione della genitorialità sia caratterizzato dal riemergere di immagini, fantasie, rappresentazioni riguardanti l'essere genitore e l'essere bambino, suscitando ripetizioni e riattualizzazioni delle vicissitudini e dei conflitti psichici che hanno segnato la nascita e l'evoluzione psicologica dei genitori. Muovendosi in questo orizzonte complesso e differenziato, i saggi di M. Bydlowski, E. Darchis, E. Grange Ségéral, T. Ikiz, A. Nunziante Cesàro, L. Saviane Kaneklin, C. Vacheret e M.C. Zurlo raccolti in questo volume cercano tutti di esplorare, dal punto di vista psicoanalitico, le dimensioni psichiche attivate e coinvolte dai percorsi della filiazione e dalle nuove modalità in cui essi si declinano.
20,50

Entropia della mente ed entropia negativa. Nuove prospettive, cognitiviste e complesse, per la schizofrenia e la sua terapia

di Tullio Scrimali

editore: Franco Angeli

pagine: 400

La schizofrenia costituisce il problema centrale della psichiatria (sia per quanto concerne l'aspetto psicopatologico e clinico, che terapeutico e riabilitativo) e una delle più importanti sfide tenendo conto del carico di sofferenze, che questa patologia comporta e degli enormi costi sociali che essa provoca. L'autore descrive una serie di nuove prospettive scientifiche e cliniche per la schizofrenia, di ispirazione cognitivista e costruttivista, nonché informate alla logica della complessità e dei sistemi dinamici non lineari; illustra, infine, un protocollo integrato, per la terapia e la riabilitazione del paziente, denominato "entropia negativa".
41,00

Narrazione e rappresentazione nella psicodinamica di gruppo. Teorie e tecniche

di Giorgia V. Margherita

editore: Franco Angeli

pagine: 256

Se i gruppi utilizzano un pensiero e quindi un linguaggio per immagini, un discorso riconducitele al mito ed al sogno, è anche vero che ogni gruppo ha una propria identità, una storia, un progetto che origina in un contesto vincolato e vincolante, che ne definirà confini, obiettivi, modalità operative, in termini reali ed in termini di fantasie. Il lavoro con i gruppi richiede dunque coordinate nuove e composite per osservare, rappresentare e quindi ri-narrare i processi. La riflessione si sposta dal pensiero per immagini al linguaggio del sogno, dai teatri interni alla messa in scena delle relazioni nella clinica e nel gruppo. Si attraversano poi alcuni concetti chiave di teoria della tecnica (transfert-controtransfert, modello di campo, interpretazione, setting) mostrando la nascita di tali concetti in ambito psicoanalitico duale, l'evoluzione e l'applicazione nella psicoanalisi di gruppo.
29,00

Psicologia del ciclo di vita

editore: Franco Angeli

pagine: 368

Cosa rimane costante e cosa cambia nell'individuo con il trascorrere del tempo? Quali elementi concorrono a definire la sua i
41,00

Manuale di psicologia dell'adolescenza: compiti e conflitti

editore: Franco Angeli

pagine: 368

L'assunzione di un'identità di ruolo maschile e femminile in adolescenza è come una seconda nascita, che richiede la mentalizz
39,00

Incontrarsi nelle differenze

Percorsi di integrazione

editore: Franco Angeli

pagine: 144

I problemi che scaturiscono dalle relazioni interetniche sono divenuti ormai centrali nella vita quotidiana e nelle dinamiche
18,50

Misurare l'immateriale. Riflessioni per una società trasparente

editore: Franco Angeli

pagine: 144

Tre sono le parole chiave intorno alle quali si è costruito il volume: trasparenza, immateriale, misurare. Il termine trasparenza racchiude una profonda valenza etica e sociale, con l'utopia di una società trasparente, nella quale cioè i processi delle sue strutture di potere - dalle istituzioni politiche e amministrative a quelle finanziarie delle banche, da quelle economiche delle aziende a quelle degli ordini dei professionisti - si svolgono alla luce del sole, con modalità accessibili a tutti. I due termini immateriale e misurare hanno invece una valenza tecnica e pratica, e si inseriscono nella sfida appassionante lanciata da pochi decenni, in gruppi ristretti e indipendenti della finanza e della logica del linguaggio, per misurare gli oggetti immateriali, the intangible assets. Diversamente dagli oggetti materiali, gli oggetti immateriali sono invisibili e tuttavia con insistenza e forza permeano la vita di ciascuno di noi: la paura, le speranza, l'aspettativa, la depressione, l'euforia, la felicità, l'amore o l'avversione per il rischio. Il libro si rivolge agli studiosi delle discipline che hanno la parola come strumento cruciale del loro agire, per esempio le professioni giuridiche, psicologiche, mediche con particolare riguardo ai medici di base, manageriali, dal campo sanitario all'ambito aziendale generale.
18,50

Gruppi. Sviluppo storico di un'idea

di Luca Amovilli

editore: Franco Angeli

pagine: 272

Fortemente critico verso l'inutilità dell'attuale "letteratura scientifica" e il disimpegno accademico nei confronti dei "problemi reali" delle organizzazioni, ricco di significativi episodi ed anèddoti poco noti o rimossi, questo graffiante volume di un professore di psicologia, poco incline al conformismo intellettuale, offre la possibilità di capire meglio la storia delle tecniche di gruppo, i suoi protagonisti, le sue marcate contraddizioni. Le argomentazioni e le notizie riportate, tuttavia, non sono esclusivamente ancorate alla letteratura psicologica e alla storia degli psicologi: la fisica, il cinema, la musica, il management, le guerre, le associazioni culturali, la politica, i movimenti sociali, sono frequentemente presi come contesti di una radicale rivisitazione del concetto di "gruppo", nel corso dell'affascinante storia di un'idea. L'analisi storica compiuta nel volume, sempre messa in relazione con concreti problemi di applicazione manageriale, permette di intercettare criticamente le prassi più inefficaci attualmente in voga, i nuovi bisogni del lavoro di gruppo ma anche le esperienze di successo. Corredano il volume le immagini e le biografie sia dei primi pionieri che dei più importanti riferimenti attuali, italiani e stranieri.
33,50

Raccontando Aladino. Vincoli e possibilità del lavoro psico-socio-educativo in pediatria

editore: Franco Angeli

pagine: 352

L'immaginario sociale sulla malattia e l'ospedalizzazione pediatrica sembra portare con sé diverse ambivalenze che costituiscono la ricchezza e la complessità dello stesso immaginario, dando vita ad una configurazione dinamica con cui le diverse culture professionali identificano questo "oggetto fenomeno" che è l'ospedalizzazione pediatrica. Ma questo sistema di ambivalenza trova una sintesi nel concetto di qualità che si definisce proprio come la capacità dell'ospedale di tenere conto di tutti i bisogni dei soggetti coinvolti, delle istanze del sociale, dell'uso di correttivi, di sapere promuovere cambiamento e trasformazione. L'immaginario, nel trovare questa sintesi, dà vita alla narrazione di tante "storie"; si tratta di storie che raccontano aspetti, situazioni, condizioni della complessità che la qualità dell'ospedalizzazione pediatrica prende in carico. Il volume vuole costituire testimonianza di queste storie. Il volume raccoglie dunque i contributi più significativi che hanno animato le diverse edizioni del Seminario Internazionale sull'ospedalizzazione di pediatria che si è svolto e si svolge a Palermo. La varietà dei contributi, come le varietà delle storie, finisce con il rappresentare non solo la possibilità di un lavoro per e dell'ospedalizzazione pediatrica, ma anche una sorta di lampada che viene accesa di volta in volta per animare, promuovere, sostenere, ascoltare, accogliere.
40,50

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.