Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di A. Bonomi

Un bravo cuoco. Facciamo che ero

di Maurizio Bonomi

editore: Il Castoro

pagine: 32

Una nuova storia per la collana Facciamo che ero, albi illustrati scritti da veri professionisti per raccontare i mestieri più
12,50

Lömedhane e i hò hcötöm. Mal... soprannome mezzo gaudio

editore: La compagnia della stampa

pagine: 128

I soprannomi dicono molto più dei nomi
18,00

La lingua che fa scena. Dalle grammatiche rinascimentali alla comunicazione via web

di Ilaria Bonomi

editore: Cesati

pagine: 434

I prismatici interessi dell'autrice sono testimoniati dalle quattro sezioni di cui si compone il volume: nella prima, grammati
55,00

L'ipotesi positiva. La vocazione cristiana in don Luigi Giussani

di Lilia Bonomi

editore: Biblioteca francescana

pagine: 452

Don Luigi Giussani (1922-2005), sacerdote milanese, è stato una figura eminente di teologo, educatore e formatore di generazio
29,00

Nel labirinto delle paure. Politica, precarietà e immigrazione

editore: Bollati Boringhieri

pagine: 159

Modernità in polvere, tessuto sociale a brandelli, guerra civile «molecolare»
15,00 12,00

La lingua dell'opera lirica

editore: Il mulino

pagine: 323

Il volume è diviso in due parti
28,00

Bee happy. Storie di alveari, mieli e apiculture

di Barbara Bonomi Romagnoli

editore: DeriveApprodi

pagine: 124

"Dalla terra veniamo, alla terra torniamo, e in mezzo c'è un giardino". È sconosciuto l'autore di questo aforisma che si presta perfettamente a rendere l'idea di cosa sia il mondo delle api, affascinanti individue danzanti. L'immagine circolare della copertina riflette il racconto di Barbara Bonomi Romagnoli per descrivere ciò che ruota attorno a questi preziosi insetti: la danza come linguaggio; la mente collettiva del super organismo come modalità per esistere individualmente e insieme; la cura che ricevono da apicoltrici e apicoltori; il loro ruolo imprescindibile per l'agricoltura e per l'esistenza degli esseri viventi sulla Terra; i saperi legati ai prodotti dell'alveare (cera, miele, polline, propoli, pappa reale); le culture espresse da una nuova generazione che in anni recenti ha scelto di dedicarsi alla cura delle api; le donne, in questo settore sempre più presenti; gli aromi dei mieli uniflorali e dei mieli millefiori, i colori del polline... Per parlare di apicultura, dell'etica della sua produzione e dell'ambiente al quale è intrecciata, oggi occorre farlo lasciando parlare quella generazione che torna in campagna munita di un sapere urbano attento alle differenze, capace di guardare alla tradizione e di tradirla con nuove culture e nuove pratiche curanti della vita che le circondano.
12,00

Le confessioni di Fido

di Egidio Bonomi

editore: La compagnia della stampa

pagine: 64

"Le confessioni di Fido", di Egidio Bonomi, un cammeo editoriale, illustratato da Silvia Balzaretti, elegante satira dell'attuale condizione del cane sempre più «umano», sempre meno animale: nato per scorazzare in ampi spazi è tenuto in un attico al nono piano; dotato di pelle e pelo ben adatti a sostenere ogni intemperia, è infagottato nel capottino; portato a passeggio, ma in carrozzella; spesso dorme nel letto con la «mamma» ed il «papà». Il tutto narrato dalla viva... voce del protagonista che non si chiama più Fido, ma Carlino. Il libro si legge per un divertimento della mente, ma anche con qualche pensiero circa le esagerazione sulla società umano-canina d'oggi.
12,00

Io e Mr Parky

di Andrea Bonomi

editore: Bompiani

pagine: 202

A un professore universitario in pensione viene diagnosticata una malattia neurodegenerativa. Da quel giorno è costretto a confrontarsi con una nuova identità, che si affianca alla sua. Decide così di rendere conto di questa realtà attraverso la scrittura, allestendo una narrazione in cui si alternano le vicende di personaggi reali o immaginari, ciascuno con la propria storia e la propria voce: una piccola galleria di eroi esemplari attraverso cui illustrare un atteggiamento "dignitoso" nei confronti della malattia e trasformare la narrazione di un percorso personale in una riflessione disincantata sul declino che attende ogni organismo alle prese con il gran gioco della vita. La conclusione naturale di questo itinerario è un dialogo con la malattia stessa. Mr Myself, alterego dichiarato, e Mr Parky, la malattia, affrontano attraverso il filtro dell'ironia i temi inevitabili di sempre: la libertà, il destino, la fragilità del corpo di fronte alle ingiurie del tempo.
17,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento