Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Camporesi Piero

Le vie del latte. Dalla Padania alla steppa

di Piero Camporesi

editore: Il Saggiatore

pagine: 122

«Alimento vivente e vitale, il latte è linfa preziosa della pianta uomo, variante metaforica del sangue, atto a nutrire sia le
19,00

I balsami di Venere. L'erotismo in Europa dal Medioevo al Settecento

di Piero Camporesi

editore: Il Saggiatore

pagine: 168

Il Saggiatore prosegue la ripubblicazione del corpus delle opere di Piero Camporesi con "I balsami di Venere", un'esplorazione
22,00

Il paese della fame

di Piero Camporesi

editore: Garzanti

pagine: 279

Questo libro è un'analisi di alcuni grandi miti folklorici (il carnevale, la cuccagna, il sabba) nei loro rapporti con le prat
15,00

La casa dell'eternità

di Piero Camporesi

editore: Il Saggiatore

pagine: 290

«Le mappe dell'inferno sono ormai illeggibili
26,00

Il sugo della vita. Simbolismo e magia del sangue

di Piero Camporesi

editore: Il Saggiatore

pagine: 170

Santa Maria Maddalena de' Pazzi è preda di visioni in cui implora Gesù crocifisso stillante sangue dalle piaghe di irrorarla c
20,00

Il brodo indiano. Edonismo e esotismo nel Settecento

di Piero Camporesi

editore: Il Saggiatore

pagine: 236

Vascelli olandesi e inglesi, spagnoli e francesi provenienti dall'estremo Occidente o dal lontano Oriente scaricano sui moli d
21,00

Il pane selvaggio

di Piero Camporesi

editore: Il Saggiatore

pagine: 222

Nell'Europa fra Quattro e Settecento, larga parte della società era non solo schiacciata dal peso degli status piramidali, imm
22,00

Le belle contrade. Nascita del paesaggio italiano

di Piero Camporesi

editore: Il Saggiatore

pagine: 234

La meraviglia per la bellezza di un panorama è impensabile per gli uomini del Quattro e Cinquecento: il loro occhio coglie più la concretezza ambientale e la realtà della geografia umana che l'incanto estetico. È un'Italia, la loro, di cose e di genti, di mestieri e di antimestieri, di affari e di malaffari, una lunga sfilata di oggetti, manufatti, prodotti, attività, messa a fuoco e identificata non dal nobile senso della vista ma da quelli più popolari del tatto, del gusto, dell'olfatto. L'acquisizione culturale del paesaggio nasce in seguito, lentamente e faticosamente, e così la contemplazione disinteressata per gli ineffabili piaceri dello spirito, giustificate o indebite rêveries da consumare in morbidi circuiti suggestivi, perfino momenti di ascesi e alta meditazione religiosa. Piero Camporesi, servendosi di una ricca messe di fonti letterarie tardomedievali, umanistiche e rinascimentali, e con la consueta inventività di scrittura, racconta come nasce l'attenzione per l'ambiente e come cambia la percezione del paesaggio in età premoderna. Il mare, da superba e minacciosa distesa, si trasforma in amena e talvolta sensuale località per la villeggiatura; la promozione borghese della montagna - coadiuvata dall'estetica del sublime - fa di quell'aspra verticalità un requisito fondamentale per l'elevazione dello spirito e per l'esame della fragilità umana.
22,00

La terra e la luna. Alimentazione, folclore, società

di Piero Camporesi

editore: Garzanti

pagine: 368

Dalle campagne e dalle mense contadine alle tavole borghesi, con le loro diverse liturgie, all'attuale contaminazione universa
26,00

I balsami di Venere

di Camporesi Piero

editore: Garzanti Libri

pagine: 122

Nella vecchia Europa, sapienza dietetica e tecniche erotiche congiuravano per spezzare la monotonia del tempo quotidiano, per
12,00

Le vie del latte

Dalla Padania alla steppa

di Camporesi Piero

editore: Garzanti Libri

pagine: 133

In questo saggio l'autore "insegue" la storia e le vicende del "liquido vitale": il latte
13,50

Le officine dei sensi. Il corpo, il cibo, i vegetali. La cosmografia interiore dell'uomo

di Piero Camporesi

editore: Garzanti Libri

pagine: 237

Luoghi privilegiati dell'immaginario materiale, i sensi sono i tramiti e i produttori dello scambio simbolico tra l'uomo e il mondo. Attraverso l'analisi delle proiezioni elaborate nelle "officine dei sensi", Piero Camporesi ci conduce lungo sentieri dell'iconologia della vita materiale: erbe, fiori, alberi, frutti, vegetali simbolici dai contrastanti richiami; il latte, vero e proprio liquido archetipo, la cui associazione con sangue e sperma evoca immagini di fecondazione e incubazione; il formaggio, denso di presenze invisibili e vitali. E al centro dell'universo simbolico, il corpo stesso dell'uomo, spazio emblematico aperto all'osservazione, alla dissezione e all'esplorazione anatomica.
12,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.