Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Pietro Verri

Osservazioni sulla tortura. Ediz. critica dell'autografo

di Pietro Verri

editore: Antenore

pagine: 234

Con le "Osservazioni sulla Tortura" Pietro Verri dà una spinta fondamentale al dibattito sette-ottocentesco sui delitti e sull

Carteggio di Pietro e Alessandro Verri

editore: Storia e Letteratura

pagine: 550

Storia di Milano

di Pietro Verri

editore: Storia e Letteratura

pagine: 932

Cronaca di Cola de li Piccirilli degli avvenimenti pubblici di Milano dell'anno 1763

di Pietro Verri

editore: La vita felice

pagine: 60

In una Milano della metà del '700, travolta da una temperie moraleggiante tra la felicità personale e quella collettiva, e dalla depressione economica a causa delle difficoltà frapposte al libero commercio, non tutta la nobiltà partecipava di questa passiva accettazione di una decadenza morale e soprattutto economica e sociale. Pietro Verri, per esempio, rappresentò una eccezione. Della sua produzione letteraria e scientifica non tutto fu pubblicato. Soprattutto gli scritti giovanili vennero raccolti dal Verri in un codice di ben 524 pagine numerate. Dalla pagina 505 alla 523 di questo manoscritto compare un contributo intitolato: "Cronaca di Cola de li Piccirilli degli avvenimenti pubblici di Milano dell'anno 1763", nel quale Verri, sotto falso nome e stranamente in dialetto napoletano, ripercorre avvenimenti della vita quotidiana del capoluogo lombardo.

Scritti di economia, finanza e amministrazione

di Pietro Verri

editore: Storia e Letteratura

pagine: 710

Osservazioni sulla tortura

di Pietro Verri

editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

pagine: 203

Requisitoria appassionata, il "libro dell'orrore" costruito da Pietro Verri raccoglie le testimonianze documentarie del proces

Scritti di economia, finanza e amministrazione

di Pietro Verri

editore: Storia e Letteratura

pagine: 862

I «Discorsi» e altri scritti degli anni Settanta

di Pietro Verri

editore: Storia e Letteratura

pagine: 714

A mia figlia

di Pietro Verri

editore: Sellerio Editore Palermo

pagine: 123

"Ricordatevi, cara figlia, che le persone anche di merito distinto, quando sono infelici, cessano di essere amabili", scrive Pietro Verri in questi Ricordi alla figlia Teresa, chiamata così in omaggio alla regina Maria Teresa d'Austria, che l'illuminista di Milano ammirò sopra ogni altro. Una figlia avuta tardi, a quasi cinquant'anni, alla quale appena nata ricordava come diventare felice, attraverso la disciplina dello spirito, e così fare felici gli altri, com'era dovere di donna. I Ricordi, cioè ammonimenti, formano un trattato modello di pedagogia femminile illuministica, più vicina all'inglese rigoroso Locke che all'utopista libertario Rousseau.

Scritti di argomento familiare e autobiografico

di Pietro Verri

editore: Storia e Letteratura

pagine: 862

Discorsi sulle felicità e sull'indole del piacere e del dolore

di Pietro Verri

editore: Editori Riuniti

pagine: 158

"I dolori, che passano lentamente, non hanno per effetto un godimento vivo, perché il trapasso è inavvertito. Io sottoscrivo con piena convinzione questo principio del conte Verri." Così, a proposito del "Discorso sull'indole del piacere e del dolore", si esprimeva Immanuel Kant nell'"Antropologia pragmatica", cogliendo l'essenza del sottile pessimismo che pervade il testo di Pietro Verri, come pure l'altro suo saggio di filosofia morale, il "Discorso sulla felicità". Ma nella ricerca dei principi della "felicità pubblica" l'analisi di Verri va oltre l'esame psicologico di sensazioni e sentimenti per diventare a sua volta una vera antropologia, fondata sulle concezioni edonistiche e utilitaristiche dell'illuminismo.

Osservazioni sulla tortura

di Verri Pietro

editore: M & b publishing

pagine: 194

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento