Il tuo browser non supporta JavaScript!

Antropologia

Un ambiente per l'uomo

editore: Edb

pagine: 312

La questione ecologica si è imposta con particolare forza per le numerose implicazioni che mettono in causa l'ambiente natural
31,90

Cercando rispetto. Drug economy e cultura di strada

di Philippe Bourgois

editore: DeriveApprodi

pagine: 363

Un antropologo si trasferisce a East Harlem, uno dei ghetti più degradati di New York. Cinque anni trascorsi a contatto con gli spacciatori di crack di origine portoricana e con le loro famiglie allargate. La partecipazione alla cultura di strada e alle vicende dei suoi protagonisti consente a Bourgois di descrivere le relazioni sociali che strutturano l'economia clandestina, i processi di costituzione delle gang e delle loro gerarchie interne, la formazione di nuove figure identitarie e sistemi di valori. Un contributo teorico di etnografia estrema sulla povertà e la marginalità sociale, che aiuta a ripensare la relazione tra oppressione strutturale e agire individuale e tra violenza autodistruttiva della strada e quotidiana ricerca del rispetto.
20,00

Occidentalismi

 

editore: Carocci

pagine: 235

Occidentalismo è una parola segnata dalla violenza che ha costituito la posta in gioco nella costruzione del Noi occidentale e
17,60

Orizzonti incrociati. Il problema epistemologico in antropologia

di Silvana Miceli

editore: Sellerio Editore Palermo

pagine: 142

Come costruiamo le nostre conoscenze? Come scegliamo le nostre domande? Che rapporto c'è tra l'oggetto "preso di mira" e l'oggetto "restituito" in una indagine conoscitiva? In che modo l'esposizione a differenti metodi d'indagine contribuisce a configurare diversamente l'indagato? Come valutiamo le nostre risposte? E la conoscenza antropologica? Non ci porremo anche a suo proposito analoghe domande? Dichiarando le proprie scelte e le proprie opzioni, l'autrice affronta i problemi epistemologici dell'antropologia da differenti angolazioni, mostrandone la complessità anche dove le cose potrebbero apparire semplici: la descrizione etnografica.
14,00

Archeologia dei resti umani

Dallo scavo al laboratorio

editore: Carocci

pagine: 258

In questi ultimi anni l'antropologia fisica ha fornito all'archeologia un contributo informativo importantissimo riguardante l
25,60

La lettura nel mondo ellenistico

di Del Corso Lucio

editore: Laterza

pagine: XIII-149

Le forme e le occasioni della lettura nell'età ellenistica, le sue finalità, le modalità di pubblicazione dei testi, la condiz
16,00

Il rovinoso incanto

Storie di Sirene antiche

di Mancini Loredana

editore: Il mulino

pagine: 296

Erede della donna-uccello dei Greci, la "femme fatale" dalla coda di pesce che chiamiamo sirena porta un nome antico, ma abbas
22,00

Lo zoo umano

di Morris Desmond

editore: Mondadori

pagine: 266

Gli animali selvaggi, nel loro ambiente naturale, non soffrono delle nevrosi e delle malattie tipiche dell'uomo moderno; ma qu
10,00

L'universo, gli dèi, gli uomini

di Vernant Jean-Pierre

editore: Einaudi

pagine: 216

I miti giungono dai Greci fino a noi come un universo di frammenti, personaggi, storie, illuminazioni
11,50

Riti e leggende del mondo egeo. Il crimine delle donne di Lemno

di Georges Dumézil

editore: Sellerio Editore Palermo

pagine: 136

Prendendo le mosse da un crimine abominevole - il massacro dei maschi di Lemno da parte delle donne gelose e furiose per essere state trascurate - Dumézil affronta poi questo celebre mito mettendo a confronto i fatti raccontati dalla tradizione con gli elementi rituali dell'isola greca.
13,00

Oltre lo sviluppo

Le prospettive dell'antropologia

 

editore: Meltemi

pagine: 237

Questa antologia raccoglie saggi dei principali autori che hanno segnato la critica post-moderna allo sviluppo, discutendo le
19,50

Le mie cose. Mestruazioni: storia, tecnica, linguaggio, arte e musica

di Raffaella Malaguti

editore: Mondadori bruno

pagine: 256

Il libro propone una ricerca sulla storia culturale e dell'evoluzione del pensiero e della tecnica intorno alle mestruazioni. In Italia esse continuano a essere un fatto semi-privato, sono passate dall'essere "strumento di oppressione del patriarcato" a indefinibile "liquidino azzurro" della pubblicità. Non si analizzano tanto le ragioni di questo silenzio, perché studiose femministe italiane e straniere lo hanno già fatto, ma si gettano le basi di uno sguardo nuovo e divertito al ciclo, per alleggerirlo e donargli una dignità che lo inserisca a pieno titolo nella storia della donna, del costume e dell'arte.
13,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.