Il tuo browser non supporta JavaScript!

Antropologia

Ponti di bambù

 

editore: Egea

Dai tempi di Marco Polo, italiani e cinesi si sono incontrati lungo le vie degli scambi commerciali, culturali e scientifici
18,00

Architettura della città. Qualità del vivere. Percorsi, speranza, partecipazione

editore: Marietti

pagine: 488

Questo volume fa seguito a "Città costruita, qualità del vivere" ed è opera dei medesimi autori, ai quali se ne sono aggiunti
28,00

Attenti all'uomo bianco. Emergency in Sudan: diario di cantiere

di Pantaleo Raul

editore: Eleuthera

pagine: 131

Un diario di cantiere scritto tra Sudan e Italia che ripercorre l'esperienza dell'autore come architetto di Emergency durante
12,00

Il tempo incerto. Antropologia della menopausa

editore: Franco Angeli

pagine: 256

Come si entra oggi in menopausa, in punta di piedi o a passo di danza? Chi accompagna le donne al guado? Quali regole e quali
24,00

Guaritori di follia

Storie dall'altipiano dogon

di Coppo Piero

editore: Bollati Boringhieri

pagine: 142

Questo libro è la cronaca di un congedo: in partenza dal Mali nel 1990, l'autore racconta gli ultimi giorni del suo lavoro di
13,00

La pratica del credere

di Michel de Certeau

editore: Medusa Edizioni

pagine: 93

In questo volume sono raccolti due saggi di Michel de Certeau sul "credere" come pratica sociale, scritti agli inizi degli anni Ottanta del secolo scorso. Come spesso accade con i saggi di de Certeau, anche qui viene reso fruttuoso un metodo di lavoro che si colloca all'incrocio di discipline diverse, quali la storia, l'antropologia culturale e la linguistica storica. Lo scopo che de Certeau persegue è duplice: da un lato mostra come il credere si sia modificato grazie all'avvento della modernità, la quale ha reso inoperante il legame che il credere aveva con le relazioni tra individui concreti e ha trasformato il credere in una pratica discorsiva in cui ne va invece del rapporto che una comunità di "parlanti" intrattiene con un insieme di enunciati; dall'altro, de Certeau svolge un'analisi di come il credere non possa essere pensato al di fuori dei contesti istituzionali che sostengono un dato sistema di credenze, sia per confermarlo, sia per utilizzarlo a proprio vantaggio. Sullo sfondo, la resistenza che le credenze oppongono alla presa delle istituzioni: mobili e nomadi, legate a ciò che fornisce un significato non solo al legame sociale, ma anche alla vita degli individui, le credenze per de Certeau attestano la vitalità di una pratica sociale che per definizione non può lasciarsi amministrare interamente dal potere istituzionale.
10,00

Il peso della memoria

di Wole Soyinka

editore: Medusa Edizioni

pagine: 94

Wole Soyinka, Nobel per la Letteratura nel 1986, prende qui la parola per esprimere una posizione molto netta in merito alla questione della possibile riconciliazione tra ex colonizzatori ed ex colonizzati: lo fa parlando da scrittore africano di lingua inglese - dunque da scrittore postcoloniale - e lo fa con la consapevolezza di porre una questione che riguarda l'umano in quanto tale. Ciò che è in gioco nel rapporto tra l'Africa attuale e coloro che discendono dai colonizzatori di ieri, infatti, tocca la possibilità di definire i contorni di una memoria condivisa che possa divenire patrimonio della storia universale. La memoria della colonizzazione e della schiavitù non serve solo a far ricordare gli orrori di un passato che mostra quanto siano profonde e antiche le cause dei mali che affliggono il continente nero; né ha la funzione di far ricordare agli ex colonizzatori l'entità del male commesso. Ben più importante è il confronto con il complesso di atteggiamenti e di modi di sentire che hanno reso possibile la tratta degli schiavi e la conquista coloniale dell'Africa. Soyinka va però oltre, non si ferma qui. Perché si possa realizzare una politica della memoria degna di questo nome vi deve essere anche una concreta volontà di risarcimento. La spoliazione subita dall'Africa con la tratta e la colonizzazione non ha solamente cancellato la dignità dei popoli africani, ma ne ha anche precluso la via verso un'economia del benessere.
12,00

Antropologia del rito

Interpretazioni e spiegazioni

 

editore: Bollati Boringhieri

pagine: 220

Gli ultimi decenni hanno visto un profondo ripensamento teorico dell'antropologia; molte certezze sono state abbandonate, molt
14,00

Uomini dal naso di cane

Figure dell'intelligenza in Roma antica

di Tondo Isabella

editore: Carocci

pagine: 224

L'"uomo dal naso di cane", il sagax, è una delle figure di maggior rilievo descritte in questa breve e originale storia dell'i
18,00

Vizi. Esercizi per casa

di Ventimiglia Giovanni

editore: Apogeo

pagine: 86

Immaginate un'aula universitaria
8,00

Lo spirito della cultura cinese

di Larre Claude

editore: Jaca Book

pagine: 249

Il volume prosegue la grande opera di Claude Larre iniziata con "Alle radici della civiltà cinese"
24,00

Autenticità africana e filosofia

La crisi del Muntu: intelligenza, responsabilità, liberazione

di Eboussi Boulaga Fabien

editore: Marinotti

pagine: 280

L'autore mette in scena il "Muntu", un "africano" tipico e tradizionale secondo i gusti europei
24,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.