Il tuo browser non supporta JavaScript!

Interfacoltà Lettere - Scienze della Formazione

Del contemporaneo. Saggi su arte e tempo

editore: Mondadori bruno

pagine: 108

Rispetto a quale mondo possiamo definirci contemporanei? Il mondo dell'arte si interroga sulla propria natura, sempre in bilic
12,00

I presocratici

Testo greco a fronte

 

editore: Bompiani

Giovanni Reale presenta la traduzione integrale della raccolta ormai classica di Hermann Diels e Walther Kranz, con testo orig
45,00

Intenzionalità. La dottrina dell'«esse apparens» nel secolo XIV

di Onorato Grassi

editore: Marietti

pagine: 192

La filosofia del secolo XIV nutrì un particolare interesse per i problemi della conoscenza, spesso al centro di animati dibatt
14,00

Metafisica. Testo greco a fronte

di Aristotele

editore: Bompiani

La Metafisica è l'opera più famosa di Aristotele
45,00

Soggettivo, intersoggettivo, oggettivo

di Davidson Donald

editore: Cortina raffaello

pagine: 292

Ognuno di noi ha una conoscenza della propria mente, una conoscenza dei contenuti delle altre menti e una conoscenza dell'ambi
26,00

Simposio. Testo greco a fronte

di Platone

editore: Bompiani

pagine: 212

11,00

Tutti gli scritti

di Platone

editore: Bompiani

pagine: 1843

45,00

L'origine dell'opera d'arte

Testo tedesco a fronte

di Heidegger Martin

editore: Marinotti

pagine: 186

Il libro costituisce l'unica opera nella quale il filosofo tedesco affronta organicamente la questione dell'arte
15,49

Ontologia della libertà

di Pareyson Luigi

editore: Einaudi

Il volume contiene gli scritti che, nelle intenzioni dell'autore, avrebbero dovuto costituire due libri distinti
30,00

Filosofia della religione

di Mancini Italo

editore: Lampi di stampa

pagine: 416

Dopo aver brevemente ripercorso la storia della filosofia della religione, Italo Mancini organizza la sua trattazione secondo
29,00

Lettera sull'«Umanismo»

di Martin Heidegger

editore: Adelphi

pagine: 110

In questa lettera, scritta all'indomani della catastrofe mondiale per rispondere a un interrogativo dell'amico francese Jean Beaufret, Heidegger medita sulla situazione odierna dell'umanità e sull'impoverimento delle sue risorse simboliche e culturali, erose dalla colonizzazione tecnologica del pianeta. L'uomo contemporaneo è come un viandante che per lungo tempo ha marciato su un lago ghiacciato, ma che ora, con il disgelo, avverte che la banchisa si smuove sotto i suoi piedi e va frantumandosi in mille lastroni. Appena fu conosciuto, questo testo provocò discussioni molto intense. Oggi si legge come avvio ai testi fondamentali sulla tecnica e sul presente che contrassegnano l'ultima fase dell'opera di Heidegger.
10,00
10,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.