Il tuo browser non supporta JavaScript!

Lupetti: Comunicazione Teorie E Tecniche

Vi mostriamo la lingua

di Enrico Accettola

editore: Lupetti

pagine: 167

"La grande rivoluzione dell'ascolto ha portato i destinatari al centro dei processi comunicativi e relazionali. Nel passaggio dal monologo al dialogo, le relazioni pubbliche hanno quindi assunto la funzione di aiutare le organizzazioni a governare le relazioni con i propri pubblici. Attorno alla professione c'è però ancora tanta confusione alimentata dall'errata convinzione che comunicare significhi solamente trasferire messaggi unidirezionali e persuasivi. Comunicare significa piuttosto 'mettere in comune qualcosa con qualcuno'. Questo glossario è un ottimo strumento per approcciare la professione di RP e comprenderne le specificità." (G. Vecchiato)
13,00

Pubblicità e retorica. Meccanismi argomentativi della persuasione

di Annalisa Cattani

editore: Lupetti

pagine: 231

Questo studio propone un'applicazione della retorica alla pubblicità come analisi delle strategie che mirano alla persuasione, percorrendo Le tappe di ideazione, disposizione, espressione e messa in scena del messaggio pubblicitario. Una moderna teoria dell'argomentazione che riprende lo schema della tradizione aristotelica alla luce delle teorie contemporanee. Ciò permette di tracciare un percorso utile per chi si accinge a creare, per coloro che vogliono avere strumenti di analisi interpretativa e anche per tutti quelli che desiderano semplicemente acquisire una maggiore conoscenza dei modi in cui la pubblicità ci invita, affascina, attira, convince, innervosisce, meraviglia, in breve, del modo in cui entra nella nostra vita. La pubblicità si rivela essere specchio e matrice della società, inaugura concetti di femminilità e mascolinità, allarga la visione della famiglia, modificando la percezione dei valori. Essa è una fucina continua che utilizza la cultura alta a scopo ludico, ricicla se stessa in favore di un effetto di memoria, osando perfino citare la morte come stimolo persuasivo che inciti all'acquisto. L'evoluzione del linguaggio pubblicitario tende sempre più ad acrobazie di senso e a ironiche interpretazioni, con un ampio utilizzo di figure retoriche, rivelando un consumatore che non vuole solo essere informato, ma soprattutto divertito.
18,00

I panorami del contemporaneo

di Eleonora Fiorani

editore: Lupetti

Lo sguardo rivolto al corpo del territorio urbano, al modo in cui si offre alla visione, al tatto, all'olfatto, interrogando l'architettura e il design, mostra l'emergere degli "iperspazi", e dei nuovi tipi di "spazi del sé" e della comunicazione, del transito e della sosta, del consumo, della festa, del temporaneo, del margine e dell'assenza. È nei vissuti che emerge la città polifonica dalle molte lingue e identità, attraversata dalle diaspore, e si rendono visibili le tante città che abitano la città - con finale sconcertante sui mondi altri. È questo il tema centrale del libro di Eleonora Fiorani, teorica delle nuove scienze, che indaga qui le forme e i motivi del complesso mutamento del vivere che interessa tutti noi.
18,00

Gesti spogliati

di Maria Colombari

editore: Lupetti

pagine: 160

14,00

Uscirne vivi 2. Manuale per insegnanti

di Mauro Doglio

editore: Lupetti

pagine: 133

Lo so che sembra il titolo di un film horror, ma l'ho scelto per una ragione precisa. Nel 2005 ho scritto un libro intitolato "Uscirne vivi. Manuale per sopravvivere a scuola ad uso delle giovani generazioni". Il libro è piaciuto molto ai ragazzi e alle ragazze che lo hanno letto, e questo mi ha dato molta soddisfazione. I colleghi insegnanti però mi hanno fatto una critica; diversi di loro infatti hanno detto: "Ottima idea scrivere un libro che dia una mano agli studenti, ma a noi non hai pensato? Anche per noi è difficile uscirne vivi da certe mattinate di scuola o addirittura da certe annate". Mi auguro di cuore che il vostro lavoro di insegnanti non vi procuri troppe difficoltà, ma se così fosse, "Uscirne vivi 2" potrebbe aiutarvi.
8,00

Eventi. Strumenti di comunicazione per le imprese del terzo millennio

di P. Giorgio Cozzi

editore: Lupetti

pagine: 165

In tempi di turbolenza dei mercati e di modificazioni impreviste dell'economia, gli eventi aggregativi acquisiscono rilievo strategico. E diventano strumenti di comunicazione sempre più utilizzati da imprese, enti e istituzioni, a discapito dei mezzi tradizionali. Occorre però conoscerne in dettaglio anche gli aspetti abitualmente meno considerati: location, banqueting e gadget, tecnologie, dress code, public speaking, interpreti, inviti, accoglienza e ricettività, rapporto con i media, "ascolto" dei segnali, motivazione e incentivazione, pierre, "qualità", management 2.0. Ciascuno è, a sua volta, un dinamico strumento di comunicazione. Caratteristica singolare del libro sono i concreti consigli e sopra tutto gli sconsigli frutto della pluriennale esperienza professionale internazionale dell'autore, che argutamente contrassegnano i vari capitoli. Scritto con linguaggio giornalistico, integrano questo pratico manuale la prefazione del presidente di Federcongressi, la postfazione dell'amministratore delegato di una delle maggiori società nel settore Mice, e una serie di utili appendici. Tra queste un rimando alla responsabilità civile delle aziende, un elenco di convention bureau, un glossario della terminologia inglese più utilizzata. Per queste ragioni, "Eventi" costituisce un opportuno punto di riferimento per studenti, operatori e committenti, nonché elemento d'interesse per chiunque lavori nel settore della meeting & incentive industry.
14,00

L'avventura della comunicazione. Storie professionali e pre-visioni

di Stefano Vietina

editore: Lupetti

pagine: 374

Come uno tsunami la tecnologia si è abbattuta sulla comunicazione e ne ha radicalmente mutato i connotati. Non si è trattato in questo caso, ovviamente, di un episodio cruento e repentino, quanto di un processo lungo e articolato, che ha avuto però una violenta accelerazione con la diffusione esponenziale dei nuovi mezzi di comunicazione "istantanea", come il telefono cellulare e soprattutto internet. Questo è il racconto delle esperienze di professionisti che operano in vari ambiti nel mondo dell'informazione e della comunicazione (dalla carta stampata al videogioco, dalla tv alla politica, dall'azienda privata alle agenzie di informazione, dalla pubblica amministrazione al blog), tutti con significative carriere alle spalle, in compagnia però anche di alcuni giovani e di un cosiddetto "nativo digitale" che, diversamente dagli altri interlocutori, è nato dentro la società della comunicazione globale. Una panoramica volutamente rapida, ma che prende lo spunto da tanti e diversi angoli di visuale, così da avere l'ambizione di rappresentare una buona parte di quella comunicazione globale e globalizzata che tutti, indipendentemente dal ruolo che ricopriamo nella società, sperimentiamo ogni giorno.
18,00

Menzogna e propaganda. Armi di disinformazione di massa

di Massimo Chiais

editore: Lupetti

pagine: 256

Di fronte alle centinaia di migliaia di fatti che giornalmente accadono nel mondo, la scelta di selezionarne poche centinaia è senza dubbio dettata da particolari regole che poco hanno a che fare con il diritto all'informazione. Scopo di questo libro è quello di analizzare le strategie e i linguaggi dell'informazione manipolata, attraverso la valutazione di quanto la menzogna possa incidere sul trasferimento delle informazioni e sull'interpretazione della realtà che da queste deriva. Ricco di esempi tratti dalla cronaca più recente si sottolinea anche il ruolo assunto dai media in genere nella definizione di strategie globali volte a orientare una percezione della realtà manipolata e orientata secondo le esigenze di chi eroga l'informazione.
18,00

Il marketing dei sensi. Cinque sensi per vendere e comprare

editore: Lupetti

pagine: 180

Immagini, odori, suoni, materiali, sapori studiati per raggiungere il pubblico obiettivo e per indurlo a determinate azioni. Questo e non solo è il marketing dei sensi, un approccio sempre più diffuso nei diversi settori del mercato, dove spuntano sale d'attesa pervase da profumi, reparti dei supermercati in cui si respirano odori irresistibili, negozi che sembrano set cinematografici, brani composti per osannare un prodotto. Vista, udito, tatto, gusto, olfatto sono i canali per conoscere la realtà, per comunicare al 100% e per vivere da consumatori consapevoli. Nel libro sono trattate le tecniche più evolute per conquistare il mercato, tutti i segreti delle vendite e delle marche vincenti. Il testo affronta anche temi discussi e delicati come la comunicazione subliminale. Scritto per tutti quelli che vogliono esplorare il marketing sensoriale e la comunicazione emozionale, per i professionisti e per chi vuole avere il ruolo di consumatore attivo. Un testo ricco di esempi realizzato da tre esperti del settore che hanno voluto condividere le loro esperienze sul marketing dei sensi.
15,00

Not available. L'agenzia di comunicazione ideale: come dovrebbe essere e perché non c'è

di Emanuele Nenna

editore: Lupetti

pagine: 135

Il mondo della comunicazione è in fermento, si parla in ogni occasione di nuovo approccio alla creatività, nuovo utilizzo dei media, contaminazioni tra comunicazione classica e canali digitali. Agenzie, centri media, responsabili marketing dibattono su quale possa essere la "nuova via" della comunicazione, che sembra di fatto tracciata ma che nella pratica nessuno riesce a percorrere fino in fondo. "Not available" cerca di razionaIizzare gli elementi di questa nuova comunicazione e lo fa descrivendo il modo di pensare e di essere di una immaginaria "agenzia ideale", forse solo sognata, forse nascosta da qualche parte.
14,00

Parola di testimonial. Il testimonial nel panorama pubblicitario tra anima commerciale e non profit

di Alessandro Aquilio

editore: Lupetti

pagine: 238

Chi è il testimonial e che uso se ne fa in pubblicità? Quanto è cambiato il suo ruolo nel corso degli anni e quanto si è diversificato il suo rapporto con la marca e con il pubblico? E la marca e il pubblico possono fidarsi della sua parola? Il libro intende dare risposta a queste domande, analizzando la figura del testimonial, ripercorrendone la storia, studiandone il presente, intuendone gli sviluppi futuri. Se la pubblicità è l'anima del commercio, si può affermare che il testimonial è a tutti gli effetti l'anima della pubblicità: è uno degli espedienti più utilizzati sin dai primordi della pratica reclamistica, con cui ha condiviso i difficili inizi, gli anni entusiasmanti ma limitanti di Carosello, gli sfavillanti anni Ottanta e la globalizzazione dei nostri giorni. Quel che è certo, però, è che dietro la sua figura si cela un lavoro fatto di strategie, incontri di identità (tra il brand e il personaggio), ma anche una buona dose di coraggio e desiderio di sperimentare. Basta volgere lo sguardo agli anni che ci hanno preceduto per capire quanto sia cambiato il suo ruolo, quanto venga impiegato nei modi più disparati. E quanto ancora sia rimasto dei suoi tratti originari. Un excursus storico, uno studio sugli ambiti commerciale e non profit, la suddivisione tipologica supportata dall'analisi di specifiche case history. Questi gli ingredienti del volume, che intende accompagnare il lettore nel viaggio all'interno del meraviglioso (e insidioso) mondo del testimonial.
18,00

Tra design e delirio. Far volare le idee

editore: Lupetti

pagine: 115

Tra romanzo e saggio, tra realtà e sogno, realizzato sottoforma di intervista-racconto, il libro tratta le nuove forme di approccio progettuale che il mondo creativo sta attuando nei confronti della nuova imprenditoria. Si snoda attraverso le suggestioni dei due architetti fondatori, Alberto Bovo e Sandro Manente, e attraverso la loro voce si respirano la creatività dei luoghi di lavoro, l'emozione degli inizi e delle esperienze vissute nei rapporti con la committenza, la capacità di saper trasformare tutto in un progetto di comunicazione significativo, da una bottiglia in vetro per l'acqua a una casa mobile, da una lampada a una campagna pubblicitaria. Un'attività senza sosta che esprime il modo attuale di progettare, come risposta al bisogno di un design e di uno stile di vita contemporaneo, fatto di "tanta seduzione e un po' di funzionalità". Il libro è una miniera di aneddoti, citazioni, immagini, memorie, tutte riguardanti le idee nate all'interno di due vecchi hangar per dirigibili nella terraferma veneziana: l'Hangar Design Group, studio multidisciplinare di grafica, comunicazione, design e architettura. I due fondatori raccontano idee, progetti, sogni e realizzazioni.
14,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.