Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

Mondadori: Scrittori greci e latini

L'anticristo. Testo latino a fronte

editore: Mondadori

pagine: 550

È il Nemico supremo, che minaccia il cosmo, la cristianità, il Signore stesso
50,00

Metamorfosi. Testo latino a fronte

di Apuleio

editore: Mondadori

pagine: 520

«E in questa conversazione milesia io intreccerò per te storie di ogni genere e incanterò le tue orecchie benevole con un dolc
50,00

Storia di Apollonio re di Tiro. Testo latino a fronte

di Anonimo

editore: Mondadori

pagine: 443

«Nella città di Antiochia c'era una volta un re di nome Antioco, da cui la città stessa ebbe nome Antiochia
35,00

Grandezza e catastrofe di Bisanzio. Testo greco a fronte

di Coniata Niceta

editore: Mondadori

pagine: 848

Niceta Coniata, nato tra il 1150 e il 1155 in Asia Minore, studiò retorica e giurisprudenza, e giunse sino a divenire responsa
35,00

Sulle nature dell'universo. Testo latino a fronte

di Giovanni Scoto Eriugena

editore: Mondadori

pagine: 633

«Dunque ora non tenderà forse la mano per cogliere anche il frutto dell'albero della vita e mangiarne e vivere in eterno?», do
35,00

Le storie. Libro 7º: Serse e Leonida. Testo greco a fronte

di Erodoto

editore: Mondadori

pagine: 713

Tutta l'Asia si muove per partecipare alla spedizione che il re di Persia, Serse, organizza contro Atene e la Grecia al fine d
35,00

Soliloqui. Testo latino a fronte

di Agostino (sant')

editore: Mondadori

pagine: 202

La più ardente aspirazione del giovane Agostino era quella di "cercare razionalmente la verità", come egli dichiara nelle Retractationes, "su ciò che più intensamente desiderava conoscere". Nascono da qui i Soliloqui, nei quali egli rivolge domande e risposte a sé stesso, "quasi che io e la mia ragione fossimo due realtà distinte, mentre ero presente io solo". Dialogo, dunque, come in Platone, e ricerca della verità. Brevi e incompiuti, i Soliloqui, dei quali la Fondazione Valla presenta l'edizione di Manlio Simonetti, ardono però di passione intellettuale e rivelano il fondamento stesso del pensiero di Agostino, che all'inizio del Libro II invoca: Deus semper idem, noverit me, noverit te, "Dio che sei sempre lo stesso, possa io conoscere me e conoscere te". È stata chiamata, questa preghiera, il "postulato primario di Agostino", un pronunciamento su sé stesso e su Dio: "su sé stesso in quanto dichiara ciò che egli farà con la propria mente"; e su sé stesso e Dio in quanto dichiara la ragion d'essere fondamentale di ogni "fare" di questo tipo: "che ogni intelletto creato esiste soltanto per scoprire il Creatore e dilettarsi in lui". Ecco perché i Soliloqui si aprono con una preghiera di "inusitate dimensioni" e di straordinaria magnificenza che è inno di lode e invocazione.
35,00

Politica. Testo greco a fronte

di Aristotele

editore: Mondadori

pagine: 605

"La democrazia si è formata quando si è passati, dalla convinzione che tutti sono uguali per certi aspetti, all'idea che tutti sono uguali per tutti gli aspetti (siccome tutti sono parimenti liberi, tutti si credono assolutamente uguali); per contro, l'oligarchia ha tratto origine dal fatto che, dall'essere alcuni diversi per un certo aspetto, credono di esserlo per ogni aspetto (poiché certi sono disuguali nella ricchezza, sono convinti di esserlo in ogni senso). Ecco allora che gli uni, ritenendosi uguali, si arrogano il diritto di partecipare in ugual misura a tutti i beni; e invece gli altri, convinti della loro diversità, pretendono per sé sempre di più, essendo appunto quel "di più" il segno di questa diversità." È quel che scrive Aristotele all'inizio del Libro V. La "Politica" di Aristotele nasce come "guida completa per capi politici e per cittadini attivi", ma ben presto il lettore si accorge che ad Aristotele non interessa una semplice analisi scientifica delle forme di governo, bensì la domanda, già posta nell'Etica Nicomachea: "Qual è il sommo bene per l'uomo?". È appunto di competenza dello studio della politica affrontare tale problema etico. La Fondazione Valla dedica alla nuova grande serie della "Democrazia in Grecia" sei volumi, dei quali questo è il secondo. Commento di David Keyt e Richard Kraut.
30,00

Sulle nature dell'universo. Testo latino a fronte

di Giovanni Scoto Eriugena

editore: Mondadori

pagine: 472

"Avrei dovuto pensare che da quel nome 'nihil' venga significata l'ineffabile, incomprensibile e inaccessibile luminosità dell
30,00

Sulle nature dell'universo

Testo latino a fronte. Vol. 2

di Scoto Eriugena

editore: Mondadori

Dio dunque non sa di se stesso che cos'è, perché non è un che cosa"
30,00

Metamorfosi. Testo latino a fronte. Vol. 5: Libri X-XII.

Libri X-XII

di Ovidio P. Nasone

editore: Mondadori

pagine: 446

Siamo, nella narrazione sinuosa di Ovidio, alla generazione immediatamente precedente quella della guerra di Troia
30,00

Sulle nature dell'universo

Testo latino a fronte. Vol. 1

di Scoto Eriugena

editore: Mondadori

II Periphyseon, un dialogo in cinque libri tra un insegnante e il suo arguto allievo, è forse l'opera più grande e originale d
30,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.