Il tuo browser non supporta JavaScript!

San Paolo Edizioni: Tempi e figure

San Filippo Neri. La nascita dell'Oratorio e lo sviluppo dell'arte cristiana al tempo della Riforma

di Francesco Danieli

editore: San Paolo Edizioni

pagine: 184

Santo fra i più amati, Filippo Neri (1515-1595) è uno dei grandi riformatori della Chiesa. Di origine fiorentina, esercitò per sessant'anni il suo apostolato a Roma, raccogliendo intorno a sé piccoli gruppi di amici per letture, conversazioni spirituali e incontri di preghiera. Ebbe così origine l'Oratorio, uno strumento libero e flessibile di annuncio, mirante all'incontro personale con Cristo. Col trascorrere degli anni l'Oratorio coinvolse migliaia di persone: gente comune, uomini di curia, studiosi e artisti. A tutti san Filippo proponeva una lieta santificazione della vita quotidiana con il ricorso alla musica e alle arti figurative.
13,00

Paolo VI. Il coraggio della modernità

di Giselda Adornato

editore: San Paolo Edizioni

pagine: 368

Il volume è frutto di un lavoro condotto con grande serietà. Si avvale di tutta la documentazione oggi disponibile su Paolo VI che l'autrice studia ormai da decenni, offrendo così un prezioso contributo per far conoscere e amare di più questo grande papa. L'opera affronta la figura di Montini a partire dalle sue radici familiari e spirituali, soffermandosi poi sul suo ministero alla Segreteria di Stato e con i giovani universitari e sull'esperienza dell'episcopato milanese. Ciò che emerge dalla biografia è, poi, la centralità del pontificato di Montini nella storia ecclesiale, ma anche civile, politica, culturale del Novecento: la documentano la paziente tenacia nel condurre a termine il Concilio e soprattutto il post Concilio; i viaggi, fino a quel momento impensabili; la spiccata coscienza ecumenica; la lettura mai banale e liquidatoria della contestazione giovanile; l'infaticabile e grandioso magistero per la pace; l'atteggiamento fermo sui valori, soprattutto quelli legati alla difesa e promozione della vita umana; la continua disponibilità al dialogo e alla trattativa, di fronte alle crisi che a più riprese investivano in quegli anni il corpo ecclesiale; la sensibilità sociale, a livello planetario; la compartecipazione affettuosa alle sofferenze dei poveri.
24,00

Il profeta di Nomadelfia. Don Zeno Saltini

di Remo Rinaldi

editore: San Paolo Edizioni

pagine: 310

1941 a S. Giacomo Roncole, vicino a Mirandola (MO), don Zeno accoglie come figli altri fanciulli abbandonati e fonda l'Opera Piccoli Apostoli. Ha giurato sull'altare che mai avrebbe fatto un collegio. Nel 1941 una giovane studentessa, Irene, scappa da casa e si presenta a don Zeno dichiarandosi disposta a far da mamma ai Piccoli Apostoli. Don Zeno, con l'approvazione del vescovo, le affida i più piccoli e nasce con lei una maternità nuova, virginea. Altre giovani donne la seguono, sono le "mamme di vocazione". Alcuni sacerdoti si uniscono a don Zeno e danno inizio ad un clero comunitario. Dopo la fine della guerra, nel 1947, i Piccoli Apostoli occupano l'ex campo di concentramento di Fossoli, vicino a Carpi, per costruire la loro nuova città. Abbattono muraglie e reticolati, mentre accanto alle famiglie di mamme di vocazione si formano le prime famiglie di sposi, che chiedono a don Zeno di poter accogliere i figli abbandonati, decisi ad amarli alla pari di quelli che nasceranno dal loro matrimonio. Il 14 febbraio 1948 approvano il testo di una costituzione che verrà firmata sull'altare. L'Opera Piccoli Apostoli diventa così Nomadelfia, che significa dal greco: "Dove la fraternità è legge".
18,00

Benedetto XVI. L'ultimo papa europeo

di Bernard Lecomte

editore: San Paolo Edizioni

pagine: 136

Per chi si aspettava un papa latino americano o addirittura africano, ecco un tedesco, nato nel 1927 nel cuore cattolico dell'Europa, la Baviera. Un uomo che, come il suo predecessore polacco, è stato segnato dal nazismo, dalla guerra, dalla Shoah e dal comunismo. Un europeo militante che ha richiamato tutti a combattere per la verità, nel nome dell'amore. Probabilmente "l'ultimo papa europeo".
13,00

Sant'Agostino. L'avventura della grazia e della carità

di Giuliano Vigini

editore: San Paolo Edizioni

pagine: 144

Non sono molti gli autori della letteratura cristiana antica che, come Agostino, possono vantare anche oggi un seguito così largo e fecondo. Ancora oggi alcune sue opere continuano ad esercitare un particolare richiamo, per il dono che hanno di saper sempre parlare in modo nuovo all'intelletto e al cuore. Giuliano Vigini, da fine conoscitore della materia, ha scritto una biografia di Agostino destinata al grande pubblico, per un primo incontro con l'illustre dottore della Chiesa. Sant'Agostino nacque a Tagaste il 13 novembre 354 da Patrizio e da Santa Monica. In giovinezza era un seguace dell'eresia manichea ed ebbe una vita disordinata pur studiando a Cartagine, Roma e a Milano. Seguito sempre dalla madre con il suo aiuto e le sue preghiere ed illuminato dalla guida di Sant'Ambrogio, si convertì al cristianesimo combattendo contro il materialismo. Fu ordinato presbitero nel 391 e quindi divenne vescovo di Ippona. Morì nel 430 mentre era in atto l'assedio dei Vandali. Sant'Agostino è stato un grande combattente delle eresie.
13,00

Giovanni Paolo. La prima biografia completa

di Luigi Accattoli

editore: San Paolo Edizioni

pagine: 368

Luigi Accattoli, vaticanista del Corriere della Sera, scrittore e conferenziere, ha avuto la possibilità di accumulare una conoscenza straordinaria del papa polacco, che ha seguito dal primo all'ultimo dei suoi giorni e al quale ha dedicato cinque pubblicazioni. La prima edizione di questa biografia (1998), che qui viene completamente riscritta e completata con l'ultima fase del pontificato, era stata tradotta in nove lingue.
18,00

San Domenico. Contro la leggenda nera

di Michel Roquebert

editore: San Paolo Edizioni

pagine: 344

Sugli inizi della vita e dell'attività di san Domenico ci sono notizie molto scarse. Roquebert argina questa lacuna con la sua grande conoscenza della storia dei Catari e della geografia francese. Gli basta un nome di persona o di luogo per stabilire delle circostanze e dei percorsi. Il suo racconto è sempre lineare e convincente, tratteggiando la figura del grande predicatore francese con abilità incomparabile.
22,00

Pio XII. Diplomatico e pastore

di Philippe Chenaux

editore: San Paolo Edizioni

pagine: 448

È la biografia di Pio XII divisa in due parti: il Diplomatico e il Pastore. Il volume di Chenaux si colloca in un orientamento storiografico abbastanza recente e nuovo, che fa emergere come Pio XII - stimato da sempre come fine diplomatico - in realtà sia stato soprattutto un uomo di Chiesa. Ne emerge la figura di un Papa la cui intelligente azione seppe accompagnare, dopo la seconda guerra mondiale, la ricostruzione di un'Europa unita e democratica su fondamento cristiano. È un'opera ben documentata; una pietra miliare nella ricostruzione di una delle personalità più controverse del secolo scorso.
24,00

Ero di sentinella. La lettera di Benedetta nascosta in un libro

di Corrado Bianchi Porro

editore: San Paolo Edizioni

pagine: 248

Benedetta Bianchi Porro nasce nel 1936 a Dovadola, piccolo paese in provincia di Forlì, e muore a Sirmione nel 1964, a ventisette anni, consumata da una terribile malattia. È una straordinaria figura di giovane santa del nostro tempo, intelligente e sensibile, innamorata della vita e umanamente tanto ricca da legare a sé schiere di amici. Benedetta è stata dichiarata venerabile nel 1994 e non sembra lontano il giorno in cui verrà proclamata beata. Il libro scritto dal fratello, lungi dall'essere un volume di memorie, è una sorta di dialogo affettuoso che prende spunto da brani delle lettere e dei diari della sorella scomparsa. Il volume contiene anche una lettera inedita scritta al fratello da Benedetta, nell'imminenza della morte. Cresce ogni giorno l'attenzione a questa figura di donna cristiana, semplice e affascinante. Un libro che sorpassa ogni biografia, adatto al grande pubblico, anche come primo incontro con Benedetta. Corrado Bianchi Porro è nato a Forlì nel 1946. Laureato in scienze politiche all'Università Cattolica di Milano, è sposato e ha due figli. Vive a Como e lavora al "Giornale del Popolo" di Lugano come responsabile delle pagine di economia e finanza.
14,46

Nuovi martiri. 393 storie cristiane nell'Italia di oggi

di Luigi Accattoli

editore: San Paolo Edizioni

pagine: 288

Nel nostro secolo sono ritornati i martiri" proclama Giovanni Paolo II che invita a fare memoria di coloro che hanno testimoniato con il sangue la fede lungo tutto il ventesimo secolo. Da una recente indagine statistica si calcola che i martiri del Novecento siano molto superiori a tutti quelli trucidati da Diocleziano o dalle prime persecuzioni contro i cristiani. Ne abbiamo avuti anche in Italia, tanti da configurare una folla straordinaria che questo libro prova a contare: martiri della missione, della carità, della giustizia. Testimoni di umanità in guerra e in pace, in patria e nel mondo. Da Salvo D'Acquisto a Vittorio Bachelet, da don Minzoni al giudice Livatino, da Teresio Olivelli a don Graziano Muntoni, dai missionari Longo e Ramin a tutte le vittime innocenti dell'occupazione nazista, del terrorismo e della mafia, delle faide e di ogni violenza. Un volume straordinario e sorprendente che fotografa per la prima volta uno spaccato originale e prezioso della vita quotidiana del nostro paese nel secolo appena passato. Per la quantità di documenti e testimonianze inedite, il volume di Accattoli rappresenta una novità assoluta e da molti attesa. È dedicato a tutti i cittadini italiani che vogliono rendersi consapevoli della profondità e della ricchezza della loro storia. La lettura è affascinante e scorrevole, capace di portare all'attenzione di tutti storie diffuse su tutto il territorio nazionale.
14,46

Paolo VI. Il papa che baciò la terra

di Antonio Acerbi

editore: San Paolo Edizioni

pagine: 164

Ricorre quest'anno il centenario della nascita di Paolo VI. Secondogenito di Giorgio Montini e Giuditta Alghisi, una famiglia bresciana di buona borghesia e di solide tradizioni cattoliche, il giovane si orientò ben presto alla vita ecclesiastica. Ordinato sacerdote nel 1920, fu inviato a Roma per completare gli studi. Si iscrisse a lettere e filosofia, ma ben presto fu chiamato alla diplomazia vaticana. Vi doveva restare per trent'anni con incarichi di grande responsabilità in un'epoca di travaglio. L'esile figura del sostituto, tuttavia, non tralascia la cura d'anime e l'attenzione alla società: è vicino ai giovani dell'Azione Cattolica, segue le vicende della ricostruzione in Italia. Nel 1954 avviene la grande svolta: nominato arcivescovo di Milano, Montini rivela insospettate doti di pastore e, dopo il breve pontificato di Giovanni XXIII, è pronto per succedergli sulla cattedra di Pietro. Papa del concilio, Paolo VI è stato anche definito papa della modernità per la sua capacità di percepire i problemi contemporanei e di cercare una risposta non distaccata. Antonio Acerbi ripercorre da storico le diverse tappe della vita del pontefice, ma questo non gli impedisce di interrogarsi sulla sua santità. Un'opera di storia, che è un omaggio al pontefice nel centenario della nascita, un riconoscimento del suo servizio alla Chiesa e al mondo.
13,43

Giorgio La Pira. L'eterno nel tempo, l'utopia del regno per trasformare la storia

di Lorenzo Piva

editore: San Paolo Edizioni

pagine: 282

Giorgio La Pira (1904-1977) è stato una singolare figura di cristiano. Leader politico, docente di diritto romano, sindaco di Firenze, fu uno dei maggiori artefici della Carta costituzionale dell'Italia repubblicana. Convinto assertore della riconciliazione tra le religioni e tra i popoli, La Pira si fece promotore di convegni internazionali di pace. Clamorose furono le sue iniziative in favore della distensione, del disarmo, dei diritti civili. Tra i suoi interlocutori vi furono Kennedy, Kruscev, Nasser, Ciu En Lai, De Gaulle. Questa vastità di orizzonti culturali e politici non gli fece tuttavia dimenticare i bisogni immediati della gente: negli anni in cui fu sindaco di Firenze si batté per dare lavoro ai disoccupati, una casa ai senzatetto, assistenza ai diseredati non esitando di fronte a incomprensioni e alle facili accuse di chi lo considerava un visionario e un sognatore. La nota unificante della sua personalità fu la fede in Cristo e nel mistero della sua risurrezione che ancora opera e trasforma la storia dell'uomo. Di qui la visione ottimistica di La Pira che, senza rinnegare le asprezze della vita, riteneva che la carità potesse, alla fine, prevalere sugli egoismi e le guerre.
14,46

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.