Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

Tetti degni di un Dio. Fantasie e delizie dell'architettura abitativa dei romani

Tetti degni di un Dio. Fantasie e delizie dell'architettura abitativa dei romani
titolo Tetti degni di un Dio. Fantasie e delizie dell'architettura abitativa dei romani
Autori ,
Argomento Letteratura e Arte Arte
Collana Saggi italiani
Editore Rizzoli
Formato
libro Libro
Pagine 400
Pubblicazione 2023
ISBN 9788817182454
 

Scegli la libreria

Prodotto al momento non ordinabile.
Vuoi essere avvisato quando sarà disponibile?
24,00
 
Compra e ricevi in 2/3 giorni
Il nostro Paese è disseminato delle vestigia di uno splendido passato: tracce e resti più o meno riconoscibili, meglio o peggio conservati, di costruzioni un tempo maestose e imponenti, ricche tanto di vita quanto di bellezze artistiche e architettoniche. Sta a noi riscoprirne la magnificenza e riportarle ai fasti originari, prima con lo studio e la mente e poi attraverso un'attenta opera di recupero, affinché non restino pietra morta tra le vie delle nostre città o il verde delle nostre campagne. Ma cosa ci dicono, oggi, le rovine d'epoca classica a Roma, nel Lazio e nella Campania? Cosa riescono a comunicarci? Che aspetto avevano le dimore dei principes latini? A quali modelli si ispiravano? Che impatto avevano sul paesaggio, e che storie raccontavano ai contemporanei? Qual era il loro significato politico, il messaggio sullo status di chi le commissionava, riprogettava, acquistava e abitava? È per rispondere a tutte queste domande, restituendo all'antico sfarzo parte del nostro incomparabile patrimonio storico-artistico, che Andrea Carandini - assieme a Paolo Carafa e ad altri promettenti archeologi della loro scuola - ci guida in un viaggio suggestivo e appassionante tra principesche domus cittadine e ville destinate all'otium, tra palazzi di rappresentanza e maestose abitazioni patrizie. E, attraverso un rigoroso lavoro di interpretazione filologica, unito al desiderio di nutrire l'immaginazione del lettore, ci porta a riscoprire una parte significativa della nostra storia comune. In quello che l'autore definisce «un gioco impegnativo e allietante, che sta nel risolvere o indovinare un enigma che tuttavia mai interamente si scioglie». Dalle ville di Augusto e Nerone alle domus di Tiberio e Traiano, passando per le magnifiche abitazioni di Vespasiano, Domiziano, Plinio il Giovane, Cicerone, Livia e Poppea, uno dei massimi studiosi e archeologi del nostro tempo ci conduce attraverso i paesaggi, gli ambienti, i contesti, gli arredi, i modi dell'abitare signorile di una civiltà in gran parte sepolta, che però ha ancora tantissimo da dirci.
 

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.