Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

Quel che manca non si può contare. Re Salomone e il libro di Qoèlet

Quel che manca non si può contare. Re Salomone e il libro di Qoèlet
titolo Quel che manca non si può contare. Re Salomone e il libro di Qoèlet
Autore
Argomento Storia, Religione e Filosofia Religione
Collana Studi biblici, 1
Editore Edb
Formato
libro Libro
Pagine 156
Pubblicazione 2024
ISBN 9788810978610
 

Scegli la libreria

Prodotto al momento non ordinabile.
Vuoi essere avvisato quando sarà disponibile?
17,00
 
Compra e ricevi in 5/10 giorni
Va presa sul serio l'attribuzione, da parte della tradizione ebraica, del libro di Qoèlet al re Salomone. Eppure, a prima vista nulla sembra più lontano dal messaggio del Qoèlet - «Vanità delle vanità, tutto è vanità...» - del re di Israele più grande di sempre, sapiente oltre ogni misura, fortunato in amore e straordinariamente dotato di ricchezze. Cosa si nasconde, dunque, dietro tale misteriosa assegnazione? Quale enigma si cela fra le ruvide riflessioni di un saggio ebreo che non cita la Torah, non fa menzione di Gerusalemme e sembra ben poco attratto dalla prospettiva di un aldilà? Seguendo il filone della teologia narrativa, il libro reinventa, sulla scorta del midrash ebraico - primo livello di lettura - la storia di re Salomone a partire dagli anni belli della giovinezza e della costruzione del tempio a Gerusalemme; lo seguiamo, poi, nella sua progressiva crisi e maturazione quale futuro autore del Qoèlet. Nel secondo livello di lettura il libro biblico è situato nel contesto della nostra cultura post-moderna, in cui sta riemergendo dal passato, in maniera sotterranea ma evidente, un'istanza sapienziale che può rispecchiare i propri dubbi, le proprie faticose speranze e le proprie perplessità in personaggi biblici sui generis come lo stesso Qoèlet.
 

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.