Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

Pericoloso a dirsi. Emozioni, sentimenti, divieti e trasgressioni nella storia dell'educazione

Pericoloso a dirsi. Emozioni, sentimenti, divieti e trasgressioni nella storia dell'educazione
titolo Pericoloso a dirsi. Emozioni, sentimenti, divieti e trasgressioni nella storia dell'educazione
Autore
Argomento Scienze Umane Pedagogia
Collana Storia sociale dell'educazione
Editore Unicopli
Formato
libro Libro
Pagine 152
Pubblicazione 2018
ISBN 9788840019758
 
Prodotto al momento non ordinabile.
Vuoi essere avvisato quando sarà disponibile?
15,00
"Pensieri miei pericolosi a dirsi" è uno scritto autobiografico di Pietro Verri del 1783, dove egli ripercorre alcuni momenti della sua vita privata, emotiva ed affettiva. Ma le emozioni, i sentimenti e le passioni hanno una storia? Fuori da ogni deriva intimista, si può affermare che essa è oramai, da tempo, al centro di numerosi studi nell'ambito delle scienze storico-sociali e, più di recente, anche nel campo storico-educativo. Si tratta di una vera rivoluzione storiografica da molti definita storia delle emozioni, disvelatrice di un passato dotato di corporeità e, allo stesso tempo, pervaso da emozioni e sentimenti. Scopo del volume è, da una parte, analizzare il loro ruolo nella storia dell'educazione e, dall'altra, prendere in esame la funzione svolta dai dispositivi pedagogici (modelli, ingiunzioni ed esortazioni educative) nel condurre i pensieri e gli impulsi affettivi nel recinto della norma; senza trascurare, allo stesso tempo, i tentativi perseguiti da parte di gruppi sociali o di singoli individui di costruire, oltre la destinazione imposta, di ceto e di genere, la propria identità.
 

Ti potrebbe interessare anche

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.