Il tuo browser non supporta JavaScript!

Tra esilio e castigo. Il Komintern, il PCI e la repressione degli antifascisti italiani in Urss

Tra esilio e castigo. Il Komintern, il PCI e la repressione degli antifascisti italiani in Urss
titolo Tra esilio e castigo. Il Komintern, il PCI e la repressione degli antifascisti italiani in Urss
Autore
Collana Ricerche
Editore Carocci
Formato Libro
Pagine 240
Pubblicazione 1998
ISBN 9788843011834
 

Scegli la libreria

Prodotto al momento non ordinabile.
Vuoi essere avvisato quando sarà disponibile?
23,20
Grazie alla diretta consultazione degli archivi appartenuti al'Unione Sovietica, materiali finora inediti, l'autrice ha ricostruito in questo libro la storia dei rapporti che intercorsero tra l'Internazionale Comunista e il PCI negli anni 1936-1938. Nel suo lavoro di scandaglio, l'autrice fa luce non solo su eventi ancora non del tutto chiariti, come il forzato scioglimento del Centro estero del PCI di Parigi o il ruolo avuto a Mosca dai dirigenti italiani attivi negli organismi del Komintern durante il Terrore staliniano, ma anche sugli oscuri destini di diverse centinaia di antifascisti e comunisti italiani emigrati e scomparsi in URSS negli stessi anni.
 

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.