Il tuo browser non supporta JavaScript!

Signor giudice, basta un pareggio

Signor giudice, basta un pareggio
titolo Signor giudice, basta un pareggio
Autori ,
Argomento Letteratura e Arte Narrativa
Collana Narrativa TEA
Editore Tea
Formato Libro
Pagine 319
Pubblicazione 2013
ISBN 9788850230211
 

Scegli la libreria

Prodotto al momento non ordinabile.
Vuoi essere avvisato quando sarà disponibile?
14,00
 
Compra e ricevi in 5/10 giorni
C'è una partita di droga in arrivo dal mare destinata a finanziare speculazioni edilizie e campagne elettorali. C'è il Grigio, che dall'ombra muove stupefacenti e denaro sporco. C'è Pedro, un sudamericano ex galeotto, ex spacciatore, che sussurra qualcosa all'orecchio degli inquirenti e poi sparisce. C'è una catena di morti che non può essere accidentale. Di chi è la mano che si cela dietro quei delitti? E poi ci sono tre uomini che hanno scelto tre strade molto diverse, ma tutte al servizio della verità, della legge: il procuratore capo Luigi Toccalossi, appena trasferito a Genova a dirigere la Direzione Distrettuale Antimafia; il suo braccio destro, il maresciallo dei carabinieri Luigi Centofanti; e un amico, Bartolomeo Bussi, giornalista di spicco di un noto quotidiano nazionale. E tutti e tre si ritrovano a seguire una pista che puzza di marcio da fare schifo, tra appalti truccati, speculazioni edilizie, traffico di stupefacenti, corruzione, morte. Sullo sfondo la Liguria, terra bellissima sotto scacco.
 

Biografia degli autori

Fabio Pozzo

Fabio Pozzo, genovese (nato a Recco), giornalista della «Stampa» presso la redazione centrale di Torino, segue da sempre i temi legati al mare, dall’industria nautica allo shipping, dalla storia della navigazione alla vela e alle grandi regate. Ha scritto I colori dell’Oceano con Simone Bianchetti (Longanesi 2003, Tea 2005), Ho sposato l’Oceano con Inbar Meytsar (Longanesi 2004), Assolvete l’Andrea Doria (Longanesi 2006, Tea 2008). Insieme a Roberto Centazzo ha dato vita a questa nuova serie, che vede protagonisti il giudice Toccalossi, qui trasferito alla Direzione distrettuale antimafia a Genova, affiancato dall’insostituibile braccio destro, il maresciallo dei Carabinieri Luigi Centofanti, e il cronista di giudiziaria Bartolomeo Bussi.

Roberto Centazzo

Roberto Centazzo, nato a Savona, conseguita la laurea in giurisprudenza e successivamente l’abilitazione all’insegnamento, ha deciso che non avrebbe mai fatto né l’avvocato, né l’insegnante. Voleva fare lo scrittore. Di polizieschi. A venticinque anni si arruola in Polizia con l’intento sempre dichiarato di apprendere le procedure e le tecniche investigative. Attualmente è ispettore capo. È autore dei romanzi della serie che ha come protagonista il giudice Toccalossi, pubblicati dai Fratelli Frilli Editori: Giudice Toccalossi, indagine all’ombra della Torretta (2010), Toccalossi e il fascicolo del ’44 (2011), Toccalossi e il boss Cardellino (2012). Insieme a Fabio Pozzo ha dato vita a questa nuova serie, che vede protagonisti il giudice Toccalossi, qui trasferito alla Direzione distrettuale antimafia a Genova, affiancato dall’insostituibile braccio destro, il maresciallo dei Carabinieri Luigi Centofanti, e il cronista di giudiziaria Bartolomeo Bussi.

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento