Il tuo browser non supporta JavaScript!

Le vie dell'acqua. L'Appenino raccontato attraverso i fiumi. Civiltà Appenino

novità
Le vie dell'acqua. L'Appenino raccontato attraverso i fiumi. Civiltà Appenino
titolo Le vie dell'acqua. L'Appenino raccontato attraverso i fiumi. Civiltà Appenino
argomento Letteratura e Arte Letteratura e Linguistica
collana Saggine
editore Donzelli
formato Libro
pagine 208
pubblicazione 2020
ISBN 9788855221009
 

Scegli la libreria

Prodotto al momento non ordinabile.
Vuoi essere avvisato quando sarà disponibile?
17,00
 
Compra e ricevi in 2/3 giorni
Sette scrittori, sette fiumi e una battaglia: restituire all'Appennino il ruolo di dorsale simbolica del nostro paese, raccontandone la storia attraverso i corsi d'acqua che sgorgano dalle sue montagne. L'Appennino ospita una fauna e una flora particolari. Le distese di faggi e di querce, il passo felpato della volpe, del cinghiale e del lupo si sposano con un sottobosco fatto di felci e funghi di ogni tipo. L'umidità lo avvolge e la cortina di silenzio fa sì che la mente di chi lo attraversa trovi la quiete e si disponga alla meditazione, al ricordo, alla fuga con la fantasia. Ma l'Appennino è anche il luogo dove si aprono le sorgenti d'acqua dolce: racconta la storia del Po, del Tevere, del Sele, del Crati. L'acqua è un bene che va narrato nelle sue molte fasi di nascita e di cammino. Ogni regione d'Italia ha le sue fonti, ha i suoi torrenti e i suoi fiumi. Non c'è paese che non debba la sua esistenza a un fiume o a una sorgente. L'acqua è la linfa vitale dei nostri paesi, che disseti uomini e bestie o che irrighi le campagne. E i fiumi sono in movimento continuo, scendono dalle alture e raggiungono i posti più lontani della pianura. Presentazione di Piero Lacorazza e Gianni Lacorazza.
 

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.