Il tuo browser non supporta JavaScript!

Come nasce un idolo. Ricchezza, potere e dolore nella riflessione dei saggi di Israele

Come nasce un idolo. Ricchezza, potere e dolore nella riflessione dei saggi di Israele
titolo Come nasce un idolo. Ricchezza, potere e dolore nella riflessione dei saggi di Israele
Autore
Argomento Storia, Religione e Filosofia Religione
Collana Sguardi
Editore Edb
Formato Libro
Pagine 88
Pubblicazione 2015
ISBN 9788810555415
 

Scegli la libreria

Prodotto al momento non ordinabile.
Vuoi essere avvisato quando sarà disponibile?
8,50
 
Compra e ricevi in 5/10 giorni
Il libro della Sapienza, scritto ad Alessandria d'Egitto verso la fine del I secolo a.C., si interroga sulla nascita dell'idolatria con il più lungo e circostanziato passo dell'Antico Testamento dedicato a questo tema. Interpretata come tradimento da parte d'Israele dell'amore di Dio per il suo popolo, l'idolatria consiste nello stravolgimento del senso della creazione e si regge sull'illusione di poter dominare la realtà e trasformare le creature in un possesso da poter sfruttare a proprio piacimento. In questo modo si comprende come tra le cause dell'idolatria vi siano il desiderio del guadagno e la tentazione del potere ai quali si associa l'esperienza del dolore, che porta l'uomo a rifugiarsi in realtà artificiali e a fare persino della religione un mezzo per trovare risposte facili a drammi insolubili. Come ricorda il libro dei Proverbi, la ricchezza materiale crea nell'uomo la presunzione dell'onnipotenza e - aggiunge il Qoèlet - anche il lavoro, quando viene inteso come mera ricerca del profitto, rientra nel novero delle illusioni, un affanno che si riassume nell'"inseguire il vento".
 

Biografia dell'autore

Luca Mazzinghi

Luca Mazzinghi, presbitero della diocesi di Firenze, è docente di Antico Testamento alla Facoltà teologica dell'Italia centrale (Firenze) e al Pontificio Istituto Biblico (Roma). Ha pubblicato Notte di paura e di luce. Esegesi di Sapienza 17,1-18,4, Roma 1995; presso le EDB: «Ho cercato e ho esplorato». Studi sul Qoelet (2002); tre quaderni di formazione biblica assieme a S. Tarocchi: Matteo il vangelo del Regno dei cieli (22004), Marco il primo vangelo (1999), Luca il Vangelo della salvezza (2000); con E. Manicardi ha curato gli Atti della Settimana Biblica Italiana su Il potere politico: bisogno e rifiuto dell'autorità (2006). È presidente dell’Associazione Biblica Italiana (2010-2013).

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.