Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

L'ombra della sovranità. Da Hobbes a Canetti e ritorno

L'ombra della sovranità. Da Hobbes a Canetti e ritorno
titolo L'ombra della sovranità. Da Hobbes a Canetti e ritorno
Autore
Argomento Storia, Religione e Filosofia Filosofia
Collana Visioni
Editore Treccani
Formato
libro Libro
Pagine 144
Pubblicazione 2021
ISBN 9788812008803
 

Scegli la libreria

Prodotto al momento non ordinabile.
Vuoi essere avvisato quando sarà disponibile?
15,00
 
Compra e ricevi in 5/10 giorni
"Sovranità" è stato uno dei termini chiave del linguaggio politico a partire dalla prima età moderna e, spesso in accezioni e derivazioni improprie (come "sovranismo"), continua a esserlo anche oggi. Il suo senso, però, è sempre stato vago e fragile in virtù di una contraddizione esplosiva: alle sue origini c'è una crisi estrema, la fine della legittimazione dall'alto dell'autorità, il venir meno della teologia politica medievale. "Sovranità" è un ponte gettato sul vuoto del silenzio di Dio, è lo sforzo disperato di distinguere il potere dalla nuda forza mantenendolo ancorato a un principio, in un contesto antropologico in cui più nulla distingue il detentore dell'autorità da chi subisce l'autorità e la sola sostanza del potere è il consenso. Sforzo ancor più disperato oggi, probabilmente. Ma appunto per questo irrinunciabile se si vuole mantenere un (debole) argine etico alle derive violente.
 

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.