La svolta. Novembre 1942. I giorni che cambiarono il destino del mondo

La svolta. Novembre 1942. I giorni che cambiarono il destino del mondo

Scegli la libreria

Prodotto al momento non ordinabile.
Vuoi essere avvisato quando sarà disponibile?
24,00
 
Compra e ricevi in 2/3 giorni
Se fino all'inizio di novembre del 1942 le sorti della seconda guerra mondiale sembravano essere favorevoli alle potenze dell'Asse, alla fine del mese la loro sconfitta era ormai annunciata. È questo il punto di svolta di uno dei conflitti più drammatici della storia, raccontato da Peter Englund tramite trentanove destini individuali. Come nel suo libro precedente, La bellezza e l'orrore, toccante testimonianza sulla grande guerra, l'autore ricorre a un collage di ritratti di personaggi, tutti realmente esistiti, costruito sulla scorta di diari, lettere, testi storici e militari. Coniugando rigore scientifico e toni da romanzo, il resoconto delle tappe decisive per la vittoria degli Alleati trasporta il lettore da un angolo all'altro della Terra - dal Nord Africa al fronte orientale, dall'oceano Pacifico a Berlino e Varsavia -, e fa luce sulle vicende di civili e soldati di ogni schieramento. Che siano anonimi o noti, che abbiano combattuto in prima persona o seguito il conflitto a distanza, le loro biografie restituiscono il «portato umano» di un evento catastrofico che «appare al massimo della sua evidenza solo a livello individuale». Abilissimo nell'alternare tragico e quotidiano, atti eroici e gesti banali, dati puntuali e aneddoti curiosi, Englund scava senza retorica nell'animo di uomini e donne di tutte le età - tra cui un fante russo e un carrista inglese, una prostituta birmana e una dottoranda in fisica -, con l'obiettivo di mostrare l'impatto profondo che la guerra ha sugli esseri umani.