Il tuo browser non supporta JavaScript!

Di carne e di parola

Di carne e di parola
titolo Di carne e di parola
sottotitolo Dare un fondamento alla famiglia
autore
argomento Adozioni Corsi di Teologia
collana Transizioni
editore Vita e pensiero
formato Libro
pagine 156
pubblicazione 2008
ISBN 9788834315347
 

Scegli la libreria

14,00
 
Compra e ricevi in 2/3 giorni
In una cultura come quella attuale, che privilegia il provvisorio e la pluralità, i legami famigliari sono al tempo stesso forti e fragili. Da un lato, infatti, si continua ad attribuire valore ai rapporti tra le generazioni e a considerare la famiglia uno dei luoghi primari di sviluppo dell’identità personale; dall’altro lato, le rotture coniugali sono sempre più frequenti, le famiglie si disperdono, si dividono, si ricompongono. E ciò che risulta sempre meno evidente è il radicarsi della famiglia nel corpo: i legami famigliari non sono soltanto razionali, contrattuali; sono anche ‘carnali’, attraversati dall’affetto, dal piacere, dalla sofferenza; sono ‘per la vita e per la morte’.
La carne è il luogo in cui risuona l’armonia della vita ricevuta e donata attraverso il corpo, ma essa acquista il suo significato più vero solo se viene data voce alla parola che la genera. Il legame famigliare, prima di tutto quello coniugale, nasce da una promessa, da una fedeltà che viene scelta, espressa, ricordata, che vivifica il legame con il figlio, l’orizzonte di ciò che si gioca attorno alla nascita. E tutto questo esige una cornice, un’architettura non solo intima e privata, una struttura di legami che si fa anche istituzione, elemento fondamentale di un tessuto più ampio, quello dell’intero corpo sociale.
Ma è ancora possibile parlare di legami, nel nostro mondo che proclama il primato della felicità del singolo, che fa della libertà individuale la misura di tutte le cose? È possibile tenere insieme le categorie della postmodernità con quelle che privilegiano la centralità del legame, la durata, la fecondità, la lenta crescita della vita?
Al di là dei luoghi comuni, questo nuovo libro di Xavier Lacroix propone un’etica dei legami. Si spinge ad affermare che la coppia coniugale, anche se resa fragile, resta il perno della famiglia. Contesta l’idea che essa possa essere fondata sul solo legame con il figlio. Propone di riscoprire il senso del matrimonio come la migliore chance per vivere la relazione tra carne e parola, corpo e istituzione, vita e libertà.
 

Biografia dell'autore

Xavier Lacroix, padre di tre figli, insegna Etica all’Università Cattolica di Lione, dove è anche direttore dell’Istituto di Scienze della famiglia e preside della Facoltà di Teologia. Tra i suoi libri tradotti in italiano: Il corpo e lo spirito. Sessualità e vita cristiana (1996), Il corpo di carne. La dimensione etica, estetica e spirituale dell’amore (2001), Il matrimonio… semplicemente (2002), Passatori di vita: saggio sulla paternità (2005), In principio la differenza. Omosessualità, matrimonio, adozione (Vita e Pensiero 2006).

Ti potrebbe interessare anche

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.