Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

L'architettura di sopravvivenza. Una filosofia della povertà

L'architettura di sopravvivenza. Una filosofia della povertà
titolo L'architettura di sopravvivenza. Una filosofia della povertà
Autore
Traduttore
Argomento Letteratura e Arte Arte
Collana Temi, 328
Editore Bollati Boringhieri
Formato
libro Libro
Pagine 176
Pubblicazione 2024
ISBN 9788833936031
 

Scegli la libreria

Prodotto al momento non ordinabile.
Vuoi essere avvisato quando sarà disponibile?
16,00
 
Compra e ricevi in 2/3 giorni
A chi spetta il diritto di decidere in materia di architettura? Come assicurare questo diritto alle persone cui esso spetta? Come farlo in un mondo che va verso una povertà crescente? Come sopravvivere in tale mondo? Sono queste le domande a cui Yona Friedman cerca di rispondere nel presente libro, che non vuole lanciare l'ennesimo attacco all'architettura moderna, ma tentare di proporre soluzioni che rispettino le condizioni di sopravvivenza della specie umana. Di fronte agli attuali problemi di impoverimento e di esaurimento delle risorse diventa indispensabile un'architettura "povera" che riscopra i valori naturali e le tecniche compatibili con un modo di vita più sobrio. Risponde a queste esigenze l'architettura di sopravvivenza. Essa, a differenza dell'architettura classica che mira a cambiare il mondo per renderlo favorevole all'uomo, cerca di limitare le trasformazioni, conservando solo quelle necessarie a migliorare e rendere abitabili gli ecosistemi esistenti. In altre parole, l'architettura classica trasforma le cose per adeguarle all'uso umano, mentre l'architettura di sopravvivenza prova a modificare il modo in cui l'uomo si serve delle cose.
 

Biografia dell'autore

Yona Friedman

Yona Friedman, teorico dell'architettura mobile e dell'architettura di sopravvivenza, è nato a Budapest nel 1923 e vive a Parigi. Ha insegnato presso diverse università americane e collaborato con le Nazioni Unite, l'Unesco e la Comunità europea. Ha ricevuto il Gran Premio Leone d'Oro di San Marco al festival di Venezia per i suoi film di animazione e il Gran Premio dell'Accademia di Berlino alla carriera. Tra i suoi numerosi libri in traduzione italiana: Per una architettura scientifica (1971), L'architettura mobile: verso una citta concepita dai suoi abitanti (1972), Città per vivere (1982), Utopie realizzabili (2003), L'ordine complicato (2011). Presso Bollati Boringhieri ha pubblicato L'architettura di sopravvivenza: una filosofia della povertà (2009).

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.