Il tuo browser non supporta JavaScript!

Carocci: Le bussole

La razionalità

editore: Carocci

pagine: 127

Cosa significa essere razionali? Si è razionali quando si va contro i propri interessi? È razionale agire sulla base di creden
12,00

Leggere Swift

editore: Carocci

pagine: 126

Considerato da molti il più geniale autore di satire di tutti i tempi, Jonathan Swift visse in un'epoca di radicali cambiament
12,00

Semiotica dei colori

di Marialaura Agnello

editore: Carocci

pagine: 127

Che cosa significano i colori? Di che parlano? Come lo fanno? L'umanità ha provato a rispondere a queste domande, oscillando fra le impalpabili impressioni personali suscitate dall'infinita gamma delle tinte possibili e i numerosi tentativi di studio scientifico delle scale cromatiche. Il libro esamina i principali problemi che si pongono oggi a uno studio del colore come sistema e processo di significazione, passando in rassegna i modelli d'analisi testuale che la semiotica propone per comprendere i significati che il colore, da sempre, ha assunto nel mondo umano e sociale.
13,00

Immigrazione e criminalità

di Valeria Ferraris

editore: Carocci

pagine: 112

Che rapporto c'è tra immigrazione e criminalità? Esiste una criminalità degli stranieri? Ed è una "emergenza", come frequentemente siamo portati a credere? Cosa ci dicono i dati statistici? Perché gli stranieri commettono reati? Che ruolo ha la normativa in materia di immigrazione in tutto ciò? Quali sono le specificità delle politiche di contrasto della criminalità degli stranieri? Il libro fa chiarezza sugli aspetti salienti del binomio immigrazione-criminalità e fornisce una bussola per orientarsi in un tema difficile e di grande complessità.
12,00

Il marketing della cultura

di Alessandro Bollo

editore: Carocci

pagine: 110

Il sistema dell'arte e della cultura sta vivendo una fase di profondo mutamento che coinvolge gli attori e i meccanismi della produzione, così come i modi e le pratiche con cui le persone consumano e fruiscono di prodotti, beni ed esperienze culturali. Il libro affronta le specificità e gli elementi caratterizzanti del marketing applicato ai contesti artistici e culturali, interrogandosi sul concetto di pubblico evoluto, sulle nuove opportunità di comunicazione e di coinvolgimento derivanti dal mondo digitale, sul punto di equilibrio che consente alla visione artistica di incontrare il mercato.
12,00

I generi televisivi

di Giorgio Grignaffini

editore: Carocci

pagine: 128

Reality e talk show, sitcom e tv movies, varietà, quiz e sceneggiati: ormai molti telespettatori hanno imparato a districarsi tra questi e molti altri termini che costellano i palinsesti televisivi. In questo volume si cerca di ricostruire la nascita del concetto di genere, la sua diffusione e i suoi sviluppi nella storia della televisione, le caratteristiche principali e la diffusione dei generi nell'attualità televisiva. Attraverso l'illustrazione di quattro macrogeneri (fiction, intrattenimento, informazione ed educazione) e delle loro innumerevoli declinazioni, si offrono al lettore gli strumenti per comprendere meglio presente e futuro della televisione.
12,00

Il bambino digitale

editore: Carocci

pagine: 128

In che modo internet influenza lo sviluppo psicologico dei giovani navigatori? Quali rischi corrono i bambini quando navigano in rete? E quali opportunità abbiamo per difenderli da questi pericoli? Avvalendosi del contributo di alcuni esperti del settore, il volume fornisce una serie di chiavi di lettura per comprendere la vita online dei bambini e dei ragazzi digitali nei suoi molteplici aspetti: dall'amicizia all'aggressività, dalla costruzione della propria identità all'appartenenza a comunità online ecc. Scoprendo così che, talvolta, il virtuale è più reale della realtà.
12,00

L'inconscio

di Alfredo Civita

editore: Carocci

pagine: 125

Quanti inconsci esistono? Quale fu il ruolo di Freud? L'inconscio è un concetto scientifico? Sono queste le domande a cui il libro cerca di rispondere. Nel testo sono descritti due tipi di inconscio: cognitivo ed emotivo. Mentre l'inconscio cognitivo è un'acquisizione recente della scienza, l'inconscio emotivo si perde nella notte dei tempi. Lungi dall'essere stato scoperto da Freud, ne troviamo traccia addirittura in Platone e nel XIX secolo in Schopenhauer e Nietzsche. Che il concetto di inconscio emotivo non sia di casa nella scienza è dimostrato dal fatto che da Freud in avanti è stato descritto in modi sempre nuovi e creativi.
12,00

Gli interventi anti-bullismo

editore: Carocci

pagine: 128

Quali sono le caratteristiche del bullismo? Che cosa sappiamo di questo fenomeno? Che ruolo possono avere i genitori, gli insegnanti, il gruppo dei pari? Gli approcci tradizionali di tipo punitivo sono efficaci? Nel rispondere a queste domande, il testo fornisce una panoramica dei programmi anti-bullismo più diffusi a livello nazionale e internazionale, costituendo un'utile lettura per studenti, dirigenti scolastici, insegnanti e per i professionisti che operano nel campo della prevenzione del disagio.
12,00

Il marketing della moda e dei prodotti lifestyle

di Cappellari Romano

editore: Carocci

pagine: 141

Quando nel biennio più critico della recente crisi economica il mercato del lusso ha perso bruscamente oltre il 10% del suo va
12,00

Che cos'è lo stress?

editore: Carocci

pagine: 126

Lo stress è buono o cattivo? Quali sono i meccanismi biologici alla base delle risposte di stress? Specie animali diverse dalla nostra reagiscono nello stesso modo? Come si sviluppano i meccanismi di stress nel corso dell'esistenza? In quali situazioni una risposta così utile e funzionale diventa malattia? Stress, società e nuove tecnologie: rischio od opportunità? Rispondendo a queste domande fondamentali, il libro sottolinea gli aspetti positivi e negativi che può avere lo stress.
12,00

Ontologia. Un'introduzione

di Giorgio Lando

editore: Carocci

pagine: 142

Se la domanda "che cosa esiste?" sembra ambiziosa, la pretesa che la filosofia risponda in modo esaustivo è infondata. Oggi i filosofi si accontentano di interrogarsi sull'ammissibilità di gruppi molto comprensivi di entità, detti "categorie". Questo libro cerca innanzitutto di spiegare cosa siano questi grandi gruppi e propone che siano caratterizzati dal loro tipo di condizioni di esistenza e di identità. Si discutono poi le ragioni per ammettere o per rifiutare le categorie dei fatti, degli universali, degli insiemi e delle entità possibili. Infine, il libro illustra alcuni principi di metodo che i filosofi seguono quando offrono la loro limitata risposta alla domanda "che cosa esiste?". In che modo accettare una determinata teoria ci impegna all'esistenza di certe entità? In che senso e perché si dice spesso che è meglio ammettere poche entità anziché molte?
12,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.