Il tuo browser non supporta JavaScript!

Carocci: Saggi

«Pigliare occhi, per aver la mente». Dante, la «Commedia» e le arti figurative

di Laura Pasquini

editore: Carocci

pagine: 288

Quali immagini ha visto Dante? Su quali di esse si è soffermato a pensare? Che ruolo hanno avuto nella scrittura della Commedi
24,00

L'ambizione di Vermeer

di Daniel Arasse

editore: Carocci

pagine: 186

Agli occhi dei moderni, quel che distingue Vermeer dai suoi contemporanei è l'aura enigmatica che promana dai suoi dipinti
28,00

Immagini e parole

di Ernst H. Gombrich

editore: Carocci

pagine: 222

Il volume raccoglie sei saggi scritti da Ernst H
24,00

Il maestro della cabala. Vita di Gershom Scholem

di David Biale

editore: Carocci

pagine: 211

Pioniere degli studi sul misticismo medievale e sul messianismo ebraico, Gershom Scholem (1897-1982) nacque a Berlino da ebrei
23,00

Il capolavoro invisibile. Il mito moderno dell'arte

di Hans Belting

editore: Carocci

pagine: 574

«Il tema di questo libro è l'ideale dell'arte assoluta, che ha guidato incessantemente la produzione artistica pur avendola se
65,00

Origine del dramma barocco tedesco

di Walter Benjamin

editore: Carocci

pagine: 459

L'"Origine del dramma barocco tedesco" è l'opera con la quale Walter Benjamin, nel 1925, intendeva abilitarsi all'Università d
43,00

Scrivimi qualcosa di te. Lettere e documenti

editore: Carocci

pagine: 208

Il volume presenta per la prima volta lo scambio epistolare che Hannah Arendt e Gtinther Anders ebbero tra il 1989 e il 1975»
24,00

La tradizione del Novecento. Quinta serie

di Pier Vincenzo Mengaldo

editore: Carocci

pagine: 438

Questa quinta "Tradizione del Novecento" si riallaccia alle precedenti quattro pubblicate via via dall'autore a partire dal 19
43,00

Il metodo di Leopardi. Varianti e stile nella formazione delle «Canzoni»

di Paola Italia

editore: Carocci

pagine: 294

Qual è stato il laboratorio letterario e linguistico del primo libro di poesie di Leopardi, le Canzoni del 1834? Quali i suoi modelli? Questo studio ricostruisce per la prima volta il metodo di lavoro che ha portato Leopardi, attraverso innumerevoli letture - in particolar modo quelle dedicate al Cinquecento -, rivoluzionarie riflessioni sull'estetica e l'arte, e infaticabili rifacimenti, a scrivere una nuova lingua della poesia, in uno stile "vago" e "pellegrino". Intrecciando filologia e analisi linguistica, attraverso l'esame minuzioso delle varianti dei manoscritti delle Canzoni e delle Annotazioni e dei modelli letterari e culturali con cui Leopardi volta a volta si confronta - da Foscolo a Monti, passando da Caro e Montesquieu Paola Italia racconta l'affascinante storia del libro delle Canzoni e l'evoluzione delle sue varie "forme", di correzione in correzione, di variante invariante, seguendo, come Leopardi scrive a Giordani nell'agosto del i823, "quella sudatissima e minutissima perfezione nello scrivere alla quale io soleva riguardare, senza la quale non mi curo di comporre". Perfezione, che era la "ferrata" disciplina (e il segreto) della sua straordinaria poesia.
29,00

Cesare Beccaria, filosofo europeo

di Audegean Philippe

editore: Carocci

pagine: 299

Cesare Beccaria (1738-1794) non fu solo l'autore de "Dei delitti e delle pene", universalmente noto per la sua critica della p
28,00

Mercenari

Il mestiere delle armi nel mondo greco antico

di Bettalli Marco

editore: Carocci

pagine: 480

Combattere era più "naturale" per i Greci di quanto non lo sia per un uomo del XXI secolo
39,00

Antropologia delle immagini

di Belting Hans

editore: Carocci

pagine: 340

Applicandosi a un repertorio quanto mai vasto - dai culti funerari dell'Antico Oriente alla fotografia e alle realtà virtuali
38,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.