Il tuo browser non supporta JavaScript!

Carocci: Studi storici carocci

Mosaico americano. Società e cultura negli Usa contemporanei

di Elisabetta Vezzosi

editore: Carocci

pagine: 241

Con la fine della Seconda guerra mondiale, gli Stati Uniti sono divenuti i protagonisti assoluti della politica internazionale, assumendo un ruolo centrale per oltre cinquant'anni, fino ai giorni nostri. Se, dunque, conosciamo molto del volto "esterno" dell'ultima superpotenza rimasta, forse sappiamo meno di ciò che si muove al suo interno, dei movimenti profondi e delle trasformazioni radicali che hanno segnato la storia di questo paese. Mosaico americano si propone di seguire queste tracce per ricomporre le tessere che hanno costruito la complessa identità americana e costituito una delle ragioni del suo fascino indiscutibile.
20,60

Diritto romano e identità cristiana

Definizioni storico-religiose e confronti interdisciplinari

 

editore: Carocci

pagine: 254

L'identità cristiana è andata formandosi nel corso di molti secoli
21,10

Giorgio Nissim. Memorie di un ebreo toscano (1938-1948)

editore: Carocci

pagine: 191

Giorgio Nissim fu tra i fondatori della Delasem, l'ente nato nel 1939 destinato al soccorso degli ebrei profughi transitanti per l'Italia e, dopo lo scoppio della guerra, ente di assistenza ebraica per i profughi rinchiusi in vari campi di internamento. Dopo l'8 settembre l'organizzazione entrò in clandestinità, ma - anche grazie alla collaborazione di alcune istituzioni cattoliche - non interruppe la sua attività, procurando rifugi, risorse finanziarie, mezzi materiali, documenti falsi, passaggi in Svizzera a ebrei italiani e stranieri. Le carte di Giorgio Nissim, per la prima volta qui pubblicate, riguardano in prevalenza "L'azione speciale per bambini profughi" e testimonianze sulla comunità ebraica formatasi a Lucca nel primo dopoguerra.
20,10

Scene di fine Ottocento

L'Italia fin de siècle a teatro

 

editore: Carocci

pagine: 248

Sulle scene teatrali di fine Ottocento attori, attrici e cantanti d'opera e di operetta rappresentano quell'Italia borghese ch
21,80

Tortura di Stato

Le ferite della democrazia

 

editore: Carocci

pagine: 237

Può la democrazia sopportare le ferite inflitte dalla tortura ai diritti fondamentali ed alta dignità umana? È ammissibile la
20,70

Alle origini del governo regionale. Culture, istituzioni, politiche in Toscana

editore: Carocci

pagine: 195

A oltre trent'anni di distanza, è possibile e necessaria una riconsiderazione storica a tutto tondo della nascita delle Region
20,10

A guardare le nuvole. Partigiane modenesi tra memoria e narrazione

editore: Carocci

pagine: 339

Marta, giovane donna negli anni Cinquanta, ricorda uno dei momenti più drammatici della sua esperienza di staffetta partigiana. Ma il suo racconto risate fino all'infanzia vissuta nella provincia modenese durante il regime fascista e giunge al dopoguerra e alla ricostruzione. Filo della storia non i grandi eventi, ma la vita quotidiana di un gruppo di ragazze cresciute insieme: la guerra diventa una cosa quando ferma le danze e toglie la voce; il fascismo diventa una cosa quando un tuo compagno di scuota muore ammazzato.
26,30

Tra ricerca e impegno

Scritti in onore di Lucilla Trudu

 

editore: Carocci

pagine: 315

Lucilla Trudu (1931-2002) ha rappresentato una delle figure femminili più significative nella rinascita democratica e civile d
24,20

La vita quotidiana di un campo di concentramento fascista. Ribelli sloveni nel querceto di Renicci-Anghiari (Arezzo)

di Daniele Finzi

editore: Carocci

pagine: 192

File ininterrotte di uomini laceri e affamati lasciano la stazioncina di Anghiari per raggiungere il campo di concentramento di Renicci. Sono "ribelli" sloveni, deportati dopo l'occupazione delle loro terre da parte delle truppe tedesche e italiane, avvenuta nella prima parte del 1941. Inizia così per loro un periodo di patimenti, privazioni, malattie. Sebbene nulla accomuni il campo di Renicci - che funzionò dall'agosto del 1942 al 14 settembre 1943 raccogliendo circa cinquemila internati - ai lager tedeschi o ai gulag sovietici, molti prigionieri vi troveranno la morte, mentre altri finiranno i loro giorni negli ospedali della zona.
18,90

Criminalità e banditismo in Sardegna. Fra tradizione e innovazione

editore: Carocci

pagine: 256

Il libro affronta, integrando la prospettiva storica con quella criminologica, la questione della criminalità e del banditismo
21,30

Nella rete del regime. Gli antifascisti del parmense nelle carte di polizia (1922-1943)

editore: Carocci

pagine: 246

Tra il 1922 e il 1943 la repressione politica fascista accomunò in uno stesso destino di sorveglianza e persecuzione vite di uomini e donne differenti e lontane. Definendo vari livelli di "pericolosità", il regime vigilava e puniva i militanti comunisti dei quartieri popolari, i borghesi di cultura democratica, i contadini legati alla tradizione socialista, i preti della montagna ostili alle guerre mussoliniane, la gente comune semplicemente insofferente. Attraverso le carte finora inedite del fondo "Sovversivi" della questura di Parma e del Casellario politico centrale di Roma, "Nella rete del regime" delinea la fisionomia dell'antifascismo nel Parmense, dove gli schedati furono oltre 2.700.
24,10

La prima legislatura repubblicana. Continuità e discontinuità nell'azione delle istituzioni

editore: Carocci

pagine: 231

A completamento dell'iniziativa promossa dalla Fondazione istituto Gramsci e dall'Istituto Luigi Sturzo che ha trovato espressione nel convegno "La prima legislatura repubblicana. Continuità e discontinuità nell'azione delle istituzioni" le cui relazioni sono state raccolte nel primo volume, si pubblicano in questo le comunicazioni presentate allo stesso convegno e che affrontano alcuni dei temi relativi alla storia della prima legislatura.
20,90

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento