Il tuo browser non supporta JavaScript!

Carocci: Università

I principi contabili internazionali. Immobilizzazioni e strumenti finanziari

di Antonio Parbonetti

editore: Carocci

pagine: 130

Obiettivo del volume è offrire una trattazione agile delle principali problematiche relative alla contabilizzazione delle immobilizzazioni materiali, immateriali e degli strumenti finanziari secondo i principi contabili internazionali. Il primo capitolo si sofferma sui principi di redazione del bilancio e sui documenti che lo compongono, evidenziando il contributo informativo di ciascun documento. Il secondo e il terzo riguardano rispettivamente le immobilizzazioni immateriali e materiali. Il quarto capitolo tratta gli strumenti finanziari sia primari che derivati, presentando le problematiche di hedge accounting. temi sono affrontati facendo ampio ricorso a casi ed esemplificazioni in modo da evidenziare le principali problematiche operative e le connesse scritture contabili, nonché le logiche che ispirano i principi e i criteri di valutazione. libro è destinato a quanti si accostano per la prima volta ai principi contabili internazionali e desiderano una trattazione chiara e bilanciata delle logiche di fondo e delle problematiche di contabilizzazione con riferimento alle principali voci dell'attivo di stato patrimoniale.
14,30

La didattica nella scuola di base

di Gherardi Vanna

editore: Carocci

pagine: 200

In una società della conoscenza sempre più influenzata dai media, come ripensare la didattica di base? Nel rispondere a questa
16,00

Hjelmslev e la semiotica

di Cosimo Caputo

editore: Carocci

pagine: 231

Il volume espone la teoria del linguaggio di Louis Hjelmslev superandone gli stereotipi e al contempo facendo emergere le intuizioni nascoste e i germi intellettuali suscettibili di sviluppi ancora inediti. Nella prospettiva glossematica, che Hjelmslev ha fodato insieme al fonetista Hans J. Uldall, la linguistica si allarga fino a diventare la "forma" di tutti i sistemi segnici, verbali e non verbali, arrivando così a coincidere con una semiotica il cui obiettivo è quello di descrivere le relazioni interne ed esterne dei singoli fatti di comunicazione, risalendo alle loro condizioni di possibilità, e in cui le categorie della semiosi sono oggetti di ordine formale, identità non preformate ma definite dalle relazioni in cui entrano. Una "semiotica glossematica" che si configura come teoria della forma e della materia del segno.
22,50

L'organizzazione: concetti e metodi

 

editore: Carocci

pagine: 511

Il volume affronta il problema elettivo della teoria organizzativa: la variabilità strutturale
38,00

Politica economica e macroeconomia. Una nuova prospettiva

editore: Carocci

pagine: 510

Obiettivo del volume è dare una rappresentazione degli strumenti e dei metodi della macroeconomia e della politica economica calati nella realtà del mondo odierno. Vi sono quindi una sintetica introduzione alla macroeconomia e una trattazione dei maggiori problemi della politica economica, a livello del mondo, dell'Europa e dell'Italia. La politica economica è analizzata in modo sostanzialmente innovativo, secondo un approccio a più livelli. Infatti, le decisioni più importanti di politica economica vengono prese sia a livello nazionale, come è detto nei consueti testi di politica economica, sia a livello globale, regionale e locale. È dalla complessa interazione tra i vari livelli che scaturisce l'effettiva realtà delle politiche, nonché la loro efficacia o inefficacia. Il volume è arricchito da importanti capitoli su temi di grande attualità, come l'economia della conoscenza e la valutazione delle crisi ambientali, e cerca di fondere gli elementi di analisi teorica con quelli che emergono dalla considerazione dell'attuale realtà economica e sociale.
34,00

Vettori del testo

Pragmatica e semantica tra storia e innovazione

di Conte Maria-Elisabeth

editore: Carocci

pagine: 363

Il volume raccoglie la quasi totalità degli scritti linguistici di Maria-Elisabeth Conte non confluiti nel volume da lei stess
24,80

Molte infanzie molte famiglie. Interpretare i contesti in pedagogia

editore: Carocci

pagine: 178

Gli sguardi di otto donne - pedagogiste, con una lunga consuetudine di lavoro in comune - si rivolgono ai mondi complessi delle "molte infanzie" e delle "molte famiglie" che abitano il nostro tempo in Italia e altrove. Negli otto contributi le riflessioni riguardano il senso e le implicazioni di una lettura delle infanzie e delle famiglie al plurale; la costruzione di un'identità di genere per chi è bambino e bambina oggi; i corpi bambini nelle rappresentazioni e nelle cure di chi dovrebbe educarli; l'incontro dei bambini con il dolore e la malattia e le ricadute sui loro genitori; l'interrogativo di cosa e come siano le "famiglie diverse", se quella "normale" è al singolare; i genitori adottivi di bambini venuti da lontano; il nido come luogo di incontro con infanzie e famiglie straniere; i servizi educativi per le infanzie in Emilia Romagna, dagli anni d'oro del Novecento all'attuale tempo della crisi.
15,50

Interpretare, comprendere, comunicare

di Welby Victoria

editore: Carocci

pagine: 255

Alla questione dell'interpretare, comprendere e comunicare Victoria Welby dedica l'intera sua ricerca, con particolare interes
22,80

Dimensioni della pedagogia sociale

editore: Carocci

pagine: 180

La pedagogia sociale da ambito specifico della pedagogia generale è diventata, nel corso degli ultimi decenni, un campo di ricerca autonomo. Il volume tocca in modo organico tutti gli argomenti connessi a questo ambito-chiave della pedagogia attuale, restituendone un'immagine ad un tempo precisa e problematica.
16,50

Metodi statistici. Teorie e applicazioni economiche e sociali

di Benito V. Frosini

editore: Carocci

pagine: 579

Il volume è stato progettato come principale supporto didattico per corsi di Statistica nelle facoltà di tipo economico-sociale. La sua impostazione, elementare dal punto di vista matematico ma concettualmente rigorosa, e l'ampia copertura della metodologia statistica, descrittiva e inferenziale, lo raccomandano sia per l'unico corso di Statistica previsto dal piano di studio sia per il primo di più insegnamenti di Statistica metodologica o applicata. Gli argomenti trattati si distribuiscono fra i temi più importanti della Statistica descrittiva e la Statistica induttiva o inferenziale, il cui scopo è formulare affermazioni su popolazioni (effettive o virtuali) a partire da un campione casuale. I modelli probabilistici, essenziali per la comprensione delle procedure inferenziali, occupano uno spazio adeguato nel volume. Le esemplificazioni utilizzate per dimostrare la concreta operatività dei diversi metodi sono assai numerose, e riguardano in particolare temi di grande rilievo in campo demografico, sociale, economico e tecnologico. La nuova edizione si avvale dell'esposizione più dettagliata di alcuni metodi, sia descrittivi che inferenziali, e della loro applicazione aggiornata a diversi fenomeni rilevanti in ambito economico-sociale. Una caratteristica peculiare del volume rimane l'ampia trattazione dei metodi non-parametrici, le cui applicazioni sono sempre più frequenti a causa delle ridotte assunzioni teoriche necessarie per il loro impiego.
43,60

Le parole del tedesco. Tipi, struttura, relazioni, uso

di Sabine E. Koesters Gensini

editore: Carocci

pagine: 171

Questo libro introduce allo studio delle parole del tedesco e si rivela particolarmente utile a capire come funziona il lessico complessivo della lingua e quali sono le sue logiche interne. Partendo da nozioni fondamentali, quali per esempio 'parola' oppure 'lessico', si illustrano non solo i diversi tipi di parola e le loro complesse strutture, ma anche le relazioni che all'interno del lessico si instaurano tra i singoli elementi costituenti. Sulla base concettuale della lingua come sistema di segni modellato sulle esigenze comunicative dei parlanti, il lessico viene presentato come una struttura in continua evoluzione, caratterizzato da due tipi di stratificazioni interne: quelle dovute alla variazione linguistica (il tempo, lo spazio, il mezzo comunicativo, la provenienza socioculturale del parlante, la situazione comunicativa) e quelle, di tipo quantitativo e qualitativo, legate all'uso che i parlanti fanno della lingua (vocabolario di base, vocabolario comune e lessici specialistici). Concludono il libro un'ampia presentazione degli studi quantitativi sul lessico e un'aggiornata bibliografia.
17,00

Pidgin e Creoli. Introduzione alle lingue di contatto

editore: Carocci

pagine: 251

Il volume costituisce una prima introduzione alla linguistica di contatto, con particolare riguardo ai pidgin e ai creoli parlati nei diversi continenti. Sono pochi gli studi italiani sull'argomento, nonostante le diffuse e approfondite conoscenze della comunità scientifica internazionale su queste lingue. Nella prima parte vengono fornite le nozioni teoriche di base della creolistica per la descrizione e interpretazione dei fenomeni di contatto linguistico, insieme alle caratteristiche strutturali e tipologiche di pidgin e creoli. I saggi che seguono sono case-studies che esemplificano diversi tipi di lingue ingenerate da una situazione di contatto: dal Butler English nel Sud dell'India (Cristina Muru) al Nigerian Pidgin English (Marina Pucciarelli). Chiudono il volume un saggio dedicato alla decreolizzazione del creolo di Haiti (Laura Mori) e un'appendice sulla distribuzione geografica nel mondo delle lingue di contatto (Laura Mori e Cristina Muru).
20,60

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.