Il tuo browser non supporta JavaScript!

Cronopio: Rasoi

Chi ha paura dei classici?

di Enrico Terrinoni

editore: Cronopio

I classici sono libri del passato che, parlando al presente, appartengono al futuro
13,00
10,00

Il neurone bugiardo. Perché psicoanalisi e neuroscienze non hanno «quasi» nulla da dirsi

di Walter Procaccio

editore: Cronopio

pagine: 196

Questo saggio prende le mosse da una convinzione: neuroscienze e psicoanalisi sono due saperi che condividono solo una breve m
14,00

Valutare e punire

di Valeria Pinto

editore: Cronopio

pagine: 306

Qui si mette in opera una critica della cultura della valutazione: dei suoi presupposti ideologici, della sua retorica e delle
15,00

Confessare l'impossibile. «Ritorni», pentimento e riconciliazione

di Jacques Derrida

editore: Cronopio

pagine: 94

«Riconoscere che non si vive insieme, ebbene, che con e come uno straniero, uno straniero "a casa propria", in tutte le figure
11,00

Tre forme di creatività: tecnica arte politica

di Pietro Montani

editore: Cronopio

pagine: 161

L'essere umano ha un rapporto "naturale" con le sue protesi tecniche, che da sempre utilizza come raffinati strumenti ricettiv
14,00

L'enigma dell'Ottobre '17. Perché ripensare la «rivoluzione russa»

di Valerio Romitelli

editore: Cronopio

pagine: 156

L'Ottobre '17: detestabile punto d'avvio del totalitarismo comunista nel mondo? O prima rivoluzione proletaria vittoriosa? Né
12,00

Del sesso

di Jean Luc Nancy

editore: Cronopio

pagine: 101

"L'eccitazione sessuale, con tutta la sua forza animale e il suo singolare dominio sull'animale umano, rappresenta una turbolenza ontologica del rapporto: alla pari del linguaggio, lo porta molto lontano, cioè dove non si può parlare di 'satisfactio', dove non se ne può mai fare abbastanza, ma dove c'è incessantemente qualcosa da fare, qualcosa che non avviene mai come tale, né come risultato, che perciò non è mai "fatta", ma che pure non smette mai di volersi fare. Cosa facciamo quando facciamo l'amore? (domanda sussidiaria: in quante lingue si dice, più o meno letteralmente, fare l'amore?) Noi non facciamo niente nel senso di produrre qualcosa (se si fa un figlio, che lo si consideri o meno una produzione, non si tratta dell'amore in quanto tale, che potrebbe benissimo essere del tutto assente)." (Jean-Luc Nancy)
10,00

In posa. Abu Ghraib 10 anni dopo

editore: Cronopio

pagine: 74

Nella primavera del 2004 diventano di dominio pubblico le immagini del carcere irakeno di Abu Ghraib, dove i soldati americani
8,00

Che cosa significa insegnare?

di Eleonora De Conciliis

editore: Cronopio

pagine: 172

Che cosa vuol dire essere un insegnante? Qual è stato e quale potrebbe essere oggi il ruolo politico dei docenti nel sistema d'istruzione superiore? L'autrice tratteggia una spietata genealogia delia professione docente, e rilanciando a un livello filosoficamente radicale la questione del potere-sapere esercitato dagli insegnanti, propone di innescare nuovi processi di soggettivazione che sostituiscano all'obbedienza e al conformismo il conflitto e l'ironia: si può insegnare a non obbedire.
12,00

Clic. Grillo, Casaleggio e la demagogia elettronica

editore: Cronopio

pagine: 150

Con l'ascesa e il successo di Beppe Grillo alle elezioni del 23 e 24 febbraio 2013 è avvenuto qualcosa di inaudito (e non solo
12,50

Il bel rischio. Conversazione con Claude Bonnefoy

editore: Cronopio

pagine: 88

Tra l'estate e l'autunno del 1968 Foucault e il critico Claude Bonnefoy progettano una serie d'incontri per realizzare un libr
10,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.