Alboversorio

L'eros dionisiaco

L'eros dionisiaco

di Carlo Sini

editore: Alboversorio

pagine: 40

"Quello che vorrei trattare è il volto più arcaico di eros, per certi aspetti il più inquietante, ma nello stesso tempo anche il più pregnante, il più ricco di significato. parliamo dell'eros primitivo, dell'eros prima divinità dell'olimpo greco [...]: dietro alla questione dell'eros, del dio, si cela la questione dell'uomo. [...] noi abbiamo bisogno di conoscere meglio la nostra natura, la quale, qualora venga esaminata a fondo, rivela dei lati ancestrali, che solo il ricorso [..] al mito - che Nietzsche chiamava la storia più lunga" - può mettere in luce" (Carlo Sini).
7,50
Il suicidio e la filosofia. Riflessioni su «Of suicide» di Hume

Il suicidio e la filosofia. Riflessioni su «Of suicide» di Hume

di Federico Fontaneto

editore: Alboversorio

pagine: 110

Il tema del suicidio è uno degli argomenti più controversi, problematici e dibattuti non solo in ambito filosofico: esso abbraccia l'intera cultura, ponendo in campo questioni quali le nostre vite, la morte e la libertà individuale. In questo volume, nato da una riflessione sull'intero pensiero di David Hume, viene analizzato, commentato e discusso un saggio del suddetto filosofo scozzese, dal titolo "Of Suicide"; si tratta di uno dei capisaldi sul tema del suicidio e di un testo dall'attualità sconcertante. Il presente libro ne presenta genesi, rapporti con altre opere e argomenti, tutti in difesa della legittimità di togliersi la vita e di una morale non fondata sulla religione. In campo etico spettano all'individuo le decisioni di qualsiasi tipo, comprese quelle ultime.
12,50
Introduzione all'estetica di Jean Paul Richter

Introduzione all'estetica di Jean Paul Richter

di Erasmo Silvio Storace

editore: Alboversorio

pagine: 121

La Vorschule der Ästhetik dì Jean Paul costruisce, attraverso una dettagliata fenomenologia delle forme narrative, una teoria
12,00
L'attualità del tragico. Un percorso filosofico
12,50
Il decalogo. Con CD Audio. Vol. 9: Non dire falsa testimonianza.

Il decalogo. Con CD Audio. Vol. 9: Non dire falsa testimonianza.

Non dire falsa testimonianza

editore: Alboversorio

pagine: 64

15,00
Il Dio della ragione e le ragioni di Dio. Vol. 2: Le ragioni di Dio e le religioni.

Il Dio della ragione e le ragioni di Dio. Vol. 2: Le ragioni di Dio e le religioni.

Le ragioni di Dio e le religioni

editore: Alboversorio

pagine: 160

19,90
Il paradosso del sacro. Bataille, Girard, Klossowski, Marion
20,00
Il Decalogo. Con CD Audio. Vol. 10: Non avrai altro Dio al di fuori di me.

Il Decalogo. Con CD Audio. Vol. 10: Non avrai altro Dio al di fuori di me.

Non avrai altro Dio al di fuori di me

editore: Alboversorio

pagine: 45

Ospite di questo ultimo appuntamento con il Decalogo è un significativo rappresentante della cultura islamica, da tempo reside
15,00
Oggetti semi-opachi. Sulla filosofia dell'arte di Arthur C. Danto

Oggetti semi-opachi. Sulla filosofia dell'arte di Arthur C. Danto

di Luca Marchetti

editore: Alboversorio

pagine: 164

A partire dal problema dell`indiscernibilita` tra opera e oggetto la filosofia dell`arte di arthur c
16,00
Alle origini della rappresentazione. La tragedia in Aristotele e Nietzsche

Alle origini della rappresentazione. La tragedia in Aristotele e Nietzsche

di Antonio Valentini

editore: Alboversorio

pagine: 252

Il libro propone una ricognizione delle teorie della tragedia elaborate da Aristotele e da Nietzsche, assumendo come motivo conduttore dell'analisi il tema della rappresentazione. In questa prospettiva, la tragedia diventa l'occasione esemplare per ricomprendere non soltanto la questione della rappresentazione - questione, peraltro, di indubbia rilevanza e attualità filosofica - ma anche quella, strettamente connessa alla prima, relativa al rapporto arte-vita, o arte-realtà. A essere in gioco, allora, è innanzitutto quel carattere autenticamente "veritativo" che tanto Aristotele quanto Nietzsche - in modi e forme radicalmente diversi -attribuiscono alla forma-tragedia, finendo col riconoscere la sua ineludibile funzione conoscitiva, la sua capacità cioè di parlare del mondo: il suo offrirsi a noi, insomma, come uno dei luoghi eminenti del pensare e del comprendere.
24,50