Il tuo browser non supporta JavaScript!

Alet Edizioni

Haussmann

L'uomo che inventò Parigi

di La Farge Paul

editore: Alet Edizioni

pagine: 383

16,00

Il secolo delle nuvole

di Philippe Forest

editore: Alet Edizioni

pagine: 416

Una luminosa mattina del marzo 1937 il sedicenne Jean Forest ha il suo primo incontro ravvicinato con un aeroplano, "qualcosa di impossibile: come una specie di pesce volante di proporzioni gigantesche, di balena bianca con le ali assurdamente spiegate". È in quel momento che il giovane scopre la sua vocazione: diventare pilota d'aerei. Philippe Forest sceglie di cominciare a raccontare la vita di quel pilota, suo padre, tendendo il filo del suo racconto tra quell'antico naufragio e la vecchiaia di Jean, e raccontando un secolo intero attraverso l'epopea dell'aviazione, dai primi voli dei fratelli Wright al Boeing 747, pilotato dal padre di Forest. Con una prosa lirica lo scrittore srotola sotto i nostri occhi la vita semplice e al tempo stesso straordinaria di un ragazzo prestante e gentile che, una mattina del giugno 1940, si ritrova al volante di una vecchia Peugeot "a provvedere alla alla fuga di tre donne, la figlia, la madre e la nonna ". La figlia è la sua futura moglie, che però potrà riabbracciare solo dopo tre anni di peripezie.
19,50

L'altro colore dell'inverno

di Judy Budnitz

editore: Alet Edizioni

pagine: 304

"Sono nata in tempi violenti", racconta Ilana, e dev'essere proprio vero se la notte in cui nacque al posto della levatrice bussarono alla porta i briganti. Nel suo villaggio "così piccolo che non ha nome", dove tutto è sepolto nella neve e i colori sono una specie di miracolo, Ilana cresce piccola e leggera come una bestia selvatica. Potrebbe scappare veloce nella neve quando un giovane brigante dagli occhi di ghiaccio le rivolge la parola nel folto della foresta bianca, e invece sarà proprio lui a cambiare per sempre il suo destino, donandole un gioiello talmente prezioso da sembrare fatato: un minuscolo uovo "coperto di pietre che brillavano come fuoco e ghiaccio", al cui interno si scorge un paesaggio meraviglioso, fatto di castelli e giardini. La promessa rappresentata dal misterioso oggetto e la crudele fine del ragazzo la spingono a intraprendere un viaggio avventuroso fatto di incontri sorprendenti, in un sottile equilibrio tra realtà e fiaba che solo una scrittrice come la Budnitz sa condurre.
16,00

La versione di Rembrandt

di Laird Hunt

editore: Alet Edizioni

pagine: 240

Ex newyorkese rispettabile, Henry si ritrova a vivere di espedienti nei bassifondi della sua città, all'indomani dell'11 settembre 2001. Un giorno però la bellissima Tulip gli fa conoscere l'eccentrico uomo d'affari Aris Kindt, che lo coinvolge in un'attività macabra quanto redditizia: mettere in scena finti omicidi a pagamento. Affiancato nelle sue missioni da due perfide gemelle contorsioniste e istruito dalla Bomba, spietata e supersexy, Henry si ritrova perfettamente a suo agio nel ruolo di "killer per finta": dopotutto ha di nuovo un lavoro, e ben pagato, per giunta. Ma troppe cose non quadrano. Chi è davvero il suo bizzarro datore di lavoro? Perché Kindt è ossessionato dallo studio anatomico del corpo umano, e in particolare da un celebre quadro, La lezione di anatomia di Rembrandt? Finché Henry si ritrova a dover mettere in scena l'omicidio dello stesso Aris Kindt, e tutto sembrerà precipare in una spirale di violenza incontrollata... E soprattutto, chi è l'altro Henry (l'altra voce narrante che si alterna alla prima), bloccato in un misterioso ospedale in compagnia di un altro Aris Kindt e della bellissima psichiatra Tulp, per motivi assai poco chiari?
16,00

L'agonia dell'agape

di Gaddis William

editore: Alet Edizioni

pagine: 144

In una lettera del 1962, Gaddis scriveva a un amico che la sua "ossessione per la nostra società sempre più controllata e la c
15,00

Sante Gonne

La vita della baronessa Elsa

di Steinke René

editore: Alet Edizioni

pagine: 384

Nel 1900 nessuno aveva mai visto una donna come Elsa von Freytag-Loringhoven
12,00

Heranush, mia nonna

di etin Fethiye

editore: Alet Edizioni

pagine: 128

Una nonna musulmana come tante, così credeva sua nipote Fethiye
8,00

Venga il tuo regno

di William T. Vollmann

editore: Alet Edizioni

pagine: 864

1604. Un gruppo di commercianti francesi sbarca nella baia di Port-Royal (Canada orientale), attirato dalle dicerie dei primi esploratori: si favoleggia di diamanti che fioriscono sulle rive dei fiumi, di montagne tutte d'oro che si specchiano abbaglianti nel tramonto della baia. Ma dalle prime ricerche, gli unici tesori della nuova terra sembrano essere i castori dalla folta pelliccia e le indigene belle e licenziose. Cupidigia, zelo religioso, lussuria, spirito d'avventura: tutto spinge i francesi ad addentrarsi sempre di più in questa terra misteriosa. Ma saranno soprattutto i Gesuiti, le Vesti Nere, ad inoltrarsi nelle foreste del Canada come corvi affamati di anime da convertire alla vera fede, tessendo un pericoloso gioco di alleanze e scontri brutali con gli Uroni e gli Irochesi, e trovando inaspettati seguaci soprattutto tra le belle indigene.
22,00

Colpiscimi

di Olivia Corio

editore: Alet Edizioni

pagine: 208

Quanto importante è nascere? Non la prima volta, la seconda. Venire al mondo è il tema, il cuore del romanzo di Olivia Corio: per raccontarlo l'autrice usa la voce di diversi personaggi, un impianto corale e stereofonico dove ognuno racconterà la sua storia. Lorenzo ha paura ma vuole vivere una vita diversa, Mariasole non sa se terrà il figlio che aspetta, Massimo ha un segreto ed è per quello che fa il suo lavoro, Ginevra vorrebbe solo essere amata e si chiede perché sia così difficile, Sofia e Pietro vogliono un figlio che non viene, Sergio e Silvia aspettano il risveglio della figlia da un coma, Alberto sogna una sua paziente, Francesco vuole solo che sua figlia Emma sia felice. Sono loro i personaggi che con amore e tenerezza, l'autrice ci racconta uno per uno: corrono tutti all'impazzata via da qualcosa e verso qualcos'altro, anche quando non ci riescono vogliono cambiare le cose, rompere la noia, dire come quel poeta: ti prego, signore, colpisci la debolezza del mio cuore. Vita colpiscimi: fa' che io senta di nuovo.
10,00

I super-ricchi erediteranno la terra

di Stephen Armstrong

editore: Alet Edizioni

pagine: 288

Stiamo assistendo alla nascita di un ristretto e insidioso club di miliardari globali che ormai si sono impadroniti dei mercati delle materie prime nei paesi dell'ex Terzo Mondo e dell'ex blocco sovietico. Questi nuovi oligarchi, spesso collusi con la criminalità organizzata e spalleggiati dai rispettivi governi, non rispondono ai consigli di amministrazione e non hanno patria, sfuggendo così a qualsiasi forma di controllo democratico e fiscale. Quasi un thriller finanziario, "I super-ricchi erediteranno la terra" è ricco di aneddoti e curiosità sulle vite dei nuovi super ricchi, così come di ficcanti analisi socioeconomiche sugli effetti della recente crisi finanziaria globale. Perché, come scrive Armstrong: "La questione non è più cosa sia meglio per l'economia, ma come difendere la democrazia".
18,00

Maria De Filippi

di Emanuele Kraushaar

editore: Alet Edizioni

pagine: 112

Studiare un fenomeno è più interessante che giudicarlo. È questo che Emanuele Kraushaar fa con il programma Uomini e Donne. Lo vede, lo analizza, si appunta battute, situazioni, conflitti, paradossi. E poi scrive. Una sciarada di personaggi che non hanno quasi mai nulla da perdere, una serie di dialoghi surreali, di litigate furibonde, di scene al limite della commedia: tutto questo diventa materiale di studio, blocchi di appunti, pagine di note che compongono un'opera che risulta diversa da tutte quelle che conosciamo. E soprattutto c'è lei, la regina della televisione, ma anche la ragazza della porta accanto, la nostra Maria nazionale. Sotto i suoi occhi seri e mai stupiti si snodano i paradossi dell'umanità più degradata, sofferente, violenta.
10,00

Le confessioni di un terrorista albino

di Breyten Breytenbach

editore: Alet Edizioni

pagine: 288

Breyten Breytenbach racconta la storia del proprio arresto in Sudafrica, nel novembre del 1975. Arrivato a Johannesburg per battersi contro il regime dell'apartheid, Breytenbach viene accusato di essere un agente del KGB e sbattuto in prigione, dove resterà per 7 lunghi anni. Lo scrittore rievoca le angherie subite, la vita dei detenuti, ma anche l'importanza della scrittura, come strumento di evasione e di libertà. Una denuncia atemporale di ogni forma di razzismo, schiavitù, odio, apartheid.
18,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento