Il tuo browser non supporta JavaScript!

Dedalo

I meridiani. La casa editrice De Donato fra storia e memoria

di Luca Di Bari

editore: Dedalo

pagine: 321

Negli anni '70, l'intellettualità barese, attraverso la De Donato, si fece interprete di un "pensiero della complessità", che si contrapponeva tanto al conservatorismo della cultura politica prevalente nella sinistra storica meridionale, quanto al radicalismo teorico della "nuova sinistra". Questa esperienza costituì il punto d'incontro di un gruppo di intellettuali meridionali che rappresentarono forse l'ultimo episodio culturale significativo del nostro Mezzogiorno. Difficile dire quali rapporti e quali legami con quella storia si possano rintracciare nell'esplosione della cultura pugliese e nella sua affermazione nella cultura nazionale dell'ultimo trentennio: cinema, letteratura, musica, teatro e altri generi. Un'esplosione che ha innovato, potenziato e proiettato nella cultura nazionale la vitalità delle "Puglie" come non era mai avvenuto prima. La storia della De Donato mostra legami evidenti con la costellazione del pensiero Meridiano. Si tratta di una rotazione significativa, imperniata su una proiezione euromediterranea inconcepibile prima della cosiddetta "globalizzazione", cioè dell'avvento del mondo post-bipolare.
19,00

L'ultimo Dio. Internet, il mercato e la religione stanno costruendo una società post-umana

di Paolo Ercolani

editore: Dedalo

pagine: 236

Perché si è arrivati all'11 settembre? Qual è l'origine del crollo improvviso dell'economia internazionale? In cosa consiste oggi il ruolo delle religioni? Internet è un mezzo, oppure noi ne siamo gli schiavi inconsapevoli? La nostra è l'epoca in cui siamo informati su tutto ma non sappiamo nulla, incontriamo virtualmente milioni di persone ma siamo chiusi nella realtà di uno schermo piatto, ci crediamo onnipotenti proprio mentre cerchiamo disperatamente un nuovo Dio. Forse l'ultimo, prima che accada "il Terribile", l'eclissi totale della dimensione umana del vivere. Prefazione di Umberto Galimberti.
20,00

Il gioco di Ayyan

di Joseph Manu

editore: Dedalo

pagine: 342

Bombay
18,00

I numeri ribelli

di Schogt Philibert

editore: Dedalo

pagine: 187

Isaac Swift è un matematico
16,00

La sconosciuta del Musée de l'Homme

di Milliez Jacques

editore: Dedalo

pagine: 181

Sulla terrazza del Musée de l'Homme, a Parigi, viene uccisa una giovane donna asiatica
16,00

La città del sole e della luna

di Ball Philip

editore: Dedalo

pagine: 403

Karl Neder è un geniale fisico ungherese che non crede alla teoria della relatività, sostiene di aver inventato una macchina d
18,00

L'istinto del piacere. Perché non sappiamo resistere al cioccolato, all'avventura e ai feromoni

di Gene Wallenstein

editore: Dedalo

pagine: 273

C'è chi lo chiama entusiasmo, giubilo, o puro e semplice godimento, ma cos'è il piacere? Cosa ci spinge a investire tempo, denaro ed energia nella sua ricerca? Per secoli, filosofi e uomini di fede hanno cercato una risposta a queste e ad altre domande. Spesso hanno paragonato il piacere alla felicità: ma mentre quest'ultima è un'astrazione razionale dettata dalle nostre identità sociali e morali, il piacere è un impulso edonistico incontrollato, un puro imperativo biologico capace di spingerci a gesti straordinari. Wallenstein trova una risposta convincente là dove pochi, finora, avevano cercato, cioè nei meccanismi evolutivi: l'istinto del piacere, secondo l'autore, è uno dei primi strumenti utilizzati dall'evoluzione per guidarci verso il maggiore successo riproduttivo. Partendo dai cinque sensi, il libro esplora come e perché ricerchiamo il piacere attraverso domande la cui semplicità è solo apparente: perché andiamo matti per il cioccolato e ci lasciamo trascinare da un profumo in un turbine di ricordi? Perché la musica ha il potere di calmarci? L'autore ci svela che in ognuno di questi casi l'istinto del piacere stimola la corretta crescita del cervello, amplifica la nostra capacità di trarre beneficio dai nostri sensi e ci conferisce un netto vantaggio evolutivo. Il viaggio prosegue con un'analisi dell'impatto del piacere sulla nostra vita quotidiana, dalla scelta dei nostri partner al significato della risata, dal nostro ballo preferito ai gusti artistici...
16,00

La stregoneria. Storia di una follia profondamente umana

di Arnould Colette

editore: Dedalo

pagine: 430

Argomento ampiamente frequentato dalla storiografia (e non solo), la stregoneria ha sempre suscitato notevole curiosità in un
31,00

Matematica

di Crilly Tony

editore: Dedalo

pagine: 205

Questo libro affronta le 20 domande fondamentali della matematica per aiutarci nella comprensione del mondo
18,00

Grammatica in gioco

di Cristiana De Santis

editore: Dedalo

pagine: 80

Avete mai pensato alla grammatica come a un gioco, che ci permette di capire e di farci capire dagli altri? Riflettendoci bene, un po' a scuola e un po' a casa, Clarice scopre che è proprio così. E che le regole sono già nella nostra testa, prima ancora di finire dentro a un libro. Età di lettura: da 9 anni.
10,00

50 grandi idee. Politica

di Dupre` Ben

editore: Dedalo

pagine: 208

In un'epoca di crescente disincanto dell'opinione pubblica rispetto alla politica, fare chiarezza sui concetti fondamentali de
18,00

L'istinto musicale. Come e perché abbiamo la musica dentro

di Philip Ball

editore: Dedalo

pagine: 508

In questo libro, Ball esplora i meccanismi che ci consentono di dare un senso alla musica e di emozionarci di fronte alla più semplice melodia come alla più elaborata composizione. In modo esauriente e documentato, l'autore avvicina il neofita e gli appassionati ai misteri di un'arte presente in tutte le culture, illuminandoci sull'incredibile lavoro che il nostro cervello compie per interpretare i messaggi sonori. Con il piglio dell'esperto, ma soprattutto dell'amante della musica, Ball conduce il lettore in un viaggio attraverso discipline che vanno dalla psicologia alla filosofia, dalla matematica alla neurologia e alla teoria musicale, di cui ripercorre l'evoluzione dai tempi di Pitagora ai nostri giorni. Ricco di esempi che spaziano da Bach a Jimi Hendrix, dal jazz al gamelan indonesiano e dalle filastrocche per bambini fino ai più arditi esperimenti dei compositori contemporanei, il volume affronta senza pregiudizi accademici o culturali gli aspetti che fanno della musica un'arte a sé stante, della quale non possiamo fare a meno. Introduzione di Franco Fabbri.
25,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.