Il tuo browser non supporta JavaScript!

EDT

Tahiti e la Polinesia francese

editore: EDT

pagine: 303

La laguna trasparente, l'acqua perennemente calda, una fauna marina eccezionale: le delizie della barriera corallina fanno del
23,50

Quellilà

di Daniele Movarelli

editore: EDT

pagine: 28

Cari lettori, oggi vi parlerò di Quellilà, creature tanto crudeli e orripilanti che mai avremmo voluto incontrare
15,00

Sono una ragazza!

di Yasmeen Ismail

editore: EDT

pagine: 36

Mi piace fare le cose a modo mio, divertirmi, fare le capriole, filare veloce sul monopattino
13,50

Valencia

di Andy Symington

editore: EDT

pagine: 160

Da non perdere: tutti i luoghi da vedere e i consigli degli esperti per rendere il vostro viaggio indimenticabile
13,50

Nuova Zelanda

editore: EDT

pagine: 782

Esperienze straordinarie: foto suggestive, i consigli degli autori e la vera essenza dei luoghi
36,00

In viaggio

di Guido Van Genechten

editore: EDT

pagine: 28

'Seiseduto comodo?' chiese Porcospino
15,00

Madagascar

editore: EDT

pagine: 334

Lemuri, baobab, foresta pluviale, deserto, escursioni a piedi e immersioni: il Madagascar è la destinazione ideale per chi ama
25,00

Verde stupore. Madagascar. Carnet della foresta pluviale

di Stefano Faravelli

editore: EDT

pagine: 93

"Da bambino volevo essere un Aye-aye. E siccome l'enciclopedia a dispense Natura Viva cominciava, prolissamente sistematica, con i primati e la lettera A, quello fu il primo animale che rivestii di sapere zoologico. Fu anche il primo nome scientifico mandato a memoria: Daubentonia mada-gascariensis. Insieme al nome, anche un luogo, un'isola lunare e stravagante entrò nella mia geografia personale. A distanza di anni il Madagascar mi ha nuovamente chiamato, con l'invito a partecipare in qualità di peintre agrégé a una spedizione erpetologia in una delle più intatte foreste pluviali dell' Isola Rossa. In questo straordinario atelier ho lavorato per venti giorni, accampato con alcuni zoologi e due guide sotto il verde manto della canopea, intento a tradurre in segni e disegni lo stupore dinnanzi alla Bellezza fantasmagorica di questo luogo, dove ogni raggio di luce che filtra dal folto illumina creature leggendarie e misteriose. Da questo soggiorno è nato un carnet de voyage che sposa l'immediatezza del disegno dal vero alla acribia descrittiva del naturalista "in pectore" che sono sempre stato. Al ritorno, questa straordinaria esperienza è tornata a nutrire il mio pensiero. La Foresta, quasi fosse un Libro sacro, custode di segreti e di misteri, mi ha ispirato il breve scritto Esegesi della foresta che accompagna il carnet: pagine dove gli incontri con piante e animali, guide aborigene e scienziati, diventano pretesti per indagare categorie come naturale e sovrannaturale, animalesco e antropomorfo, scienza e immaginazione." (Stefano Faravelli)
32,00

Georgia, Armenia e Azerbaigian

editore: EDT

pagine: 366

In queste repubbliche caucasiche, antiche terre di tribù di montagna e popoli nomadi, abitate ancora nel XX secolo da montanari armati di spade e vestiti con tuniche medioevali, farete un viaggio straordinario tra lussureggianti colline costellate di chiese e monasteri rupestri, tra spettacolari gole di montagna, tra tutte quelle tradizioni artigianali, danze e canti che le popolazioni dell'ex Unione Sovietica stanno cercando di recuperare.
26,50

Rue des Maléfices. Storia segreta di Parigi

di Jacques Yonnet

editore: EDT

pagine: 340

Jacques Yonnet è un giornalista e scrittore che negli anni dell'occupazione nazista della città è costretto a nascondersi nei
23,00

Il grande libro illustrato del vino. Giro del mondo in 110 bottiglie

di Sigurgeirsson Steingrímur

editore: EDT

pagine: 253

Dentro ogni bottiglia non c'è solo il vino
29,50

I primi 4 secondi di Revolver. La cultura pop degli anni Sessanta e la crisi della canzone

di Gianfranco Salvatore

editore: EDT

pagine: 398

Lo scopo di questo libro è di dar conto di una quantità di nuovi interessi, sia culturali sia esistenziali, della generazione che si trovò a compiere vent'anni durante gli anni Sessanta, e di mostrare come tali interessi fecero diventare inadeguato il modo in cui fino a quel momento la popular music, cioè l'espressione musicale delle culture popolari urbane, aveva concepito e costruito il suo modo di esprimersi attraverso le canzoni. E la "rivoluzione" (qualcosa che gira, revolving) di una generazione attorno a questi nuovi interessi a scatenare una rivoluzione delle sue forme espressive.
25,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.