Il tuo browser non supporta JavaScript!

Egea

La strategia della semplicità. Cosa vogliono veramente i clienti

di Francesco Gallucci

editore: Egea

pagine: 329

Nella loro continua ricerca di differenziazione, molte aziende hanno trascurato l'attività che più importa ai clienti. Il vantaggio competitivo non risiede più nel presentarsi come radicalmente diversi, ma nell'offrire al meglio quello che essi vogliono veramente. Ma come si fa a sapere che cosa vuole il cliente? Basta mettersi nei suoi panni e provare i propri prodotti o servizi: in questo modo non sarà difficile scoprire le assurdità che gli vengono propinate. Un'auto che non ci lascia in panne, un telefonino facile da usare, un piano tariffario comprensibile immediatamente, sono esempi di prodotti che fanno guadagnare quote di mercato. Il nuovo paradigma del marketing afferma che ai consumatori non va dato un prodotto con sempre nuove caratteristiche, ma il migliore. E il migliore in molti casi vuol dire più semplice: in un'epoca "senza fiato" come quella che stiamo vivendo, la gente preferirà chi le semplifica la vita. Il libro intende così fornire gli strumenti per aiutare a progettare i prodotti e i servizi del nostro domani, facendo ricorso a molti esempi, case histories e a contributi di esperti di varie discipline.
33,00

Strategic piblic management

editore: Egea

pagine: 192

20,00

Trent'anni di servizio sanitario nazionale. Il punto di vista di un manager

editore: Egea

A più di trent'anni dalla nascita del Servizio Sanitario Nazionale (SSN), il presente volume prova a ripercorrere le tappe fondamentali che hanno determinato le caratteristiche attuali del sistema di tutela della salute nel nostro Paese, attraverso il dinamico equilibrio che si genera tra la dimensione politico-istituzionale, la componente professionale e il management. Ogni componente ha, nei decenni considerati nel testo, maturato i propri percorsi, giungendo in alcuni casi - la differenziazione regionale e talvolta locale rimane pur sempre una caratteristica ampiamente sottovalutata nelle analisi sul SSN - a una migliore e più adeguata consapevolezza del proprio ruolo e delle proprie responsabilità. La ricostruzione storica effettuata è stata accompagnata dall'analisi dell'esperienza diretta di un manager che dal 1970 opera nella sanità italiana. Difficile dire se la storia raccontata sia a lieto fine: la maturazione generale del sistema e delle aziende nasconde, in realtà, difformità sul territorio nazionale ancora troppo accentuate per poter essere sufficientemente certi che gli esempi migliori saranno in grado di conquistarsi l'intero terreno.
22,00

L'arbitrato rituale. Clausola compromissoria e processo arbitrale

di Cesare Cavallini

editore: Egea

pagine: 204

Il volume affronta, nella peculiare ma essenziale prospettiva della convenzione arbitrale, gli aspetti principali dell'arbitrato rituale, come ampiamente riformato dal D.Lgs. n. 40/2006. L'attualità e l'esigenza di una forma di tutela dei diritti, in particolare del mondo delle imprese, che si prospetti come realmente "sostitutiva" di quella garantita dalla giurisdizione ordinaria, vengono innanzi tutto analizzate mediante il raffronto dell'arbitrato rituale con le varie tipologie di forme di giustizia rivata emerse negli ultimi anni. La convenzione arbitrale, oggetto di progressivi mutamenti normativi, è indagata sia dal punto di vista della natura e dell'oggetto, sia da quello della peculiare disciplina "circolatoria", anche con riferimento al sopravvenuto fallimento di una delle parti compromittenti. Il processo arbitrale e i profili generali dell'impugnazione del lodo, ampiamente riformati, sono affrontati con peculiare riferimento al rapporto tra i poteri delle parti e quelli degli arbitri; nonché, con aperture comparatistiche, al rapporto tra processo arbitrale e processo ordinario.
20,00

IAS/IFRS - US GAAP. Principi contabili italiani. Confronto e differenze

editore: Egea

pagine: 320

Il libro rappresenta un pratico riferimento tecnico che pone a confronto in forma sistematica i principi contabili internazionali adottati dall'Unione Europea (IFRS) con i principi contabili applicabili negli Stati Uniti (US GAAP) e in Italia (ITA GAAP). In uno scenario in cui i principali organismi di emanazione contabile - FAB e IASB - sono attualmente impegnati nelle attività volte a realizzare l'ambizioso processo di convergenza fra gli US GAAP e gli IFRS, IAS/IFRS-US GAAP - "Principi contabili italiani" costituisce una solida guida di consultazione, completa di specifiche sezioni che, per ogni argomento e con esplicite note di rinvio alla fonte primaria, consente di cogliere le principali differenze tra i principi, anche di tipo applicativo. Tali sezioni, infatti, includono esempi concreti, tratti dai documenti di rendicontazione contabile dei principali operatori quotati, volti a illustrare le implicazioni pratiche connesse all'applicazione di differenti principi contabili.
28,00

Intellectual asset management. Gestire e valorizzare i beni immateriali

editore: Egea

pagine: 320

La crescente importanza dei diritti di proprietà intellettuale viene identificata nella loro capacità di operare come catalizzatori di reddito, capacità che deriva non solo dalla possibilità di proteggerli contro plagi e contraffazione ma, e soprattutto, dalla possibilità di massimizzarne il valore tramite un appropriato sistema di licensing, dando così vita e applicazione a quella "gestione e valorizzazione dei beni immateriali" che è oggi al centro di specifica riflessione nelle più avanzate esperienze estere. Tale valorizzazione e gestione dei beni immateriali tuttavia non può essere propriamente compresa e realizzata se non si considerano anche gli ulteriori profili relativi sia alla natura dei diritti di proprietà intellettuale, sia alla loro relazione con il contesto socio-economico. Per un verso si impone allora la riscoperta della funzione più tipicamente industriale che i diritti di proprietà intellettuale hanno tradizionalmente assolto e che, in un momento storico in cui diviene cruciale la contrapposizione "produttività reale contro produttività virtuale", devono continuare a ricoprire. Per altro verso, una moderna e aperta cultura d'impresa non può ignorare gli interessi degli altri stakeholders coinvolti nelle dinamiche di mercato e comunque influenzati dall'esercizio dei diritti di proprietà intellettuale: primi fra tutti gli interessi dei consumatori e gli interessi "di sistema" connessi alla difesa di assetti di mercato improntati a una effettiva fisionomia concorrenziale.
28,00

La crescita nelle aziende di marca

di Massimiliano Bruni

editore: Egea

pagine: 244

In questo libro è affrontato l'affascinante e complesso tema della crescita aziendale, con particolare riferimento alle imprese di marca. L'ipotesi di fondo è che le aziende debbano sforzarsi di intraprendere un percorso di crescita profittevole per aumentare la propria capacità di creare valore per gli azionisti e gli stakeholder e per assicurarsi maggiori possibilità di successo nel lungo periodo. Il libro cerca di dare risposta a domande quali: perché e a quali condizioni le imprese devono crescere? Quali sono le direttrici di crescita che un'impresa può percorrere? Qual è il ruolo della marca nelle strategie di crescita dimensionale di un'azienda? Il libro è diviso in tre parti. La prima illustra il significato e le motivazioni per la crescita dimensionale delle imprese. La seconda parte è dedicata al ruolo che la marca riveste nel successo aziendale e nella creazione di valore economico in una prospettiva aziendalistica. La terza parte, infine, analizza in dettaglio le direttrici di crescita a disposizione di un'azienda, distinguendo tra modalità interne ed esterne di espansione. Il lavoro, è ricco di esempi e di riferimenti concreti.
25,00

Ingegneria finanziaria. Un'introduzione quantitativa

di Emilio Barucci

editore: Egea

pagine: 446

Il libro propone un'introduzione all'ingegneria finanziaria e alla finanza quantitativa partendo dai suoi fondamenti
35,00

L'impairment test nell'attuale crisi finanziaria e dei mercati reali

editore: Egea

pagine: 224

La crisi finanziaria e dell'economia reale che ha colpito le economie mondiali nel corso del 2008 reca con sé alcuni effetti indiretti, particolarmente temuti e ormai alle porte. Fra questi spiccano le conseguenze contabili della crisi in capo alle società che adottano i principi contabili a fair value in sede di bilancio annuale, con al centro il problema dell'impairment test. Come effettuare l'impairment test in condizioni di mercati finanziari in declino e illiquidi? Come ridurre responsabilità e rischi di scelte di bilancio che richiedono dosi non trascurabili di discrezionalità? Come ridurre i rischi di applicazione indisciplinata e opportunista del test? Qualità e trasparenza degli impairment test sono importanti antidoti alla sfida globale. Questo libro risponde al fine di fornire - in questa fase di grande confusione - ad amministratori, manager e consulenti d'azienda alcuni riferimento concettuali solidi in grado di risolvere dubbi e orientare nella scelta delle soluzioni più appropriate.
35,00

Valorizzare il patrimonio immobiliare nelle amministrazioni pubbliche. Strategie e strumenti di management

di Fabio Amatucci

editore: Egea

pagine: 318

Il testo approfondisce gli strumenti - gestionali, economici, finanziari maggiormente utilizzati nella valorizzazione del patrimonio immobiliare pubblico, evidenziandone potenzialità e limiti. In particolare, dopo aver esaminato le caratteristiche e le condizioni per effettuare una gestione integrata del proprio patrimonio immobiliare, si propone un modello per l'identificazione delle strategie patrimoniali (valorizzazione, dismissione, sviluppo) e per l'analisi dei diversi strumenti, sia di natura istituzionale (spin-off immobiliare, gestione diretta, global service, società di trasformazione urbana) che di natura finanziaria (fondi comuni di investimento immobiliare ad apporto, cartolarizzazione immobiliare, project finance e leasing per gli investimenti), mettendone in luce le caratteristiche essenziali, i soggetti coinvolti e le fasi procedurali, i profili giuridici e contrattuali, gli impatti sul bilancio pubblico, gli aspetti finanziari. Il testo infine offre un'analisi dei primi casi realizzati in Italia.
30,00

Politiche e management pubblico per l'arte e la cultura

di Alex Turrini

editore: Egea

pagine: 200

L'analisi delle politiche pubbliche nel settore artistico e culturale rappresenta un terreno d'indagine di crescente interesse in Italia e all'estero. Nel tempo, infatti, sono state proposte differenti chiavi di lettura per fotografare e interpretare il ruolo che diversi attori pubblici e privati svolgono in quest'area di policy. A una prospettiva storica e sociologica sull'evoluzione delle politiche è, infatti, succeduta un'analisi delle ragioni e conseguenze economiche del finanziamento pubblico all'arte e alla cultura fino ad arrivare allo sviluppo di diversi studi comparativi sulle modalità attraverso le quali le politiche culturali vengono implementate e le istituzioni culturali gestite e valutate. Questo volume rappresenta una prima sistematizzazione dei contributi teorici ed empirici sulle modalità di formulazione, implementazione e valutazione delle politiche pubbliche per l'arte e la cultura. Le riflessioni dell'autore si concentrano soprattutto sugli aspetti implementativi, facendo costante riferimento a pratiche e modelli di management e politica culturale sviluppatisi in tempi recenti in Italia e nei principali Paesi Occidentali.
18,00

Il marketing della convenienza. Politiche di prezzo e promozioni

editore: Egea

pagine: 122

Negli ultimi anni nel mercato distributivo si è registrata una crescente intensificazione delle situazioni di price competition tra le imprese commerciali moderne, con rilevanti conseguenze per le politiche di marketing dei produttori e per gli equilibri delle relazioni di filiera. Per questo la pianificazione e la gestione delle politiche di pricing distributivo hanno assunto un ruolo centrale sia nelle relazioni competitive orizzontali tra le insegne, sia nei rapporti verticali tra Industria e Distribuzione. La manovra dei prezzi di vendita tende infatti ad impattare sull'immagine di convenienza e, quindi, sui processi di differenziazione delle insegne commerciali, ma anche sul posizionamento e sulle performance di vendita delle marche industriali. Il presente lavoro si propone di approfondire e di divulgare i principali risultati dell'attività di ricerca svolta dal CERMES - Università Bocconi, sulle problematiche del "marketing della convenienza", con particolare riguardo ai mercati del largo consumo. Il libro può essere di particolare interesse sia per gli studiosi e ricercatori di marketing, sia per il management delle imprese industriali e commerciali.
15,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.