Il tuo browser non supporta JavaScript!

Eleuthera

Lo Stato. Breve storia del leviatano

editore: Eleuthera

pagine: 144

Come mai lo Stato è riuscito a conformare non solo lo spazio sociale ma anche quello immaginario tanto da apparire "universale
12,00

Non è cosa. Vita affettiva degli oggetti-Non siamo mai stati soli. Oggetti e disegni

editore: Eleuthera

pagine: 136

Come sostiene Claude Lévi-Strauss, la nostra società, che si proclama materialista, è in realtà ben lontana da un rapporto empatico con gli oggetti, soprattutto quelli di uso quotidiano. Se oggi siamo spiritualmente più poveri, se abbiamo rimosso il nostro legame di parentela con le cose, lo dobbiamo all'oblio di quel rapporto intimo che spesso ci legava agli oggetti prima di ridurli a banali beni di consumo. Eppure il mondo, nella sua immanenza, ci parla proprio attraverso le cose concrete - ciabatte e maglioni, ma anche doni, eredità, pegni - che usiamo e ci scambiamo. Un'antropologia del presente e di noi stessi, oggi tanto conclamata quanto poco praticata, deve appunto partire da queste piccole scoperte quotidiane di compagnia per ridare senso al mondo.
12,00

Crimini in tempo di pace. La questione animale e l'ideologia del dominio

editore: Eleuthera

pagine: 296

Un gatto (o forse una gatta) sta spiccando un balzo per uscire dalla stanza in cui si trova
18,00

Il post-anarchismo spiegato a mia nonna

di Onfray Michel

editore: Eleuthera

pagine: 96

In questo "autoritratto con bandiera nera" Onfray rivendica la sua appartenenza a un anarchismo "non devoto" che si affranca d
10,00

Viaggio in Italia

di Bakunin Michail

editore: Eleuthera

pagine: 144

12,00

Sfida laica all'islam

La religione contro la vita

di Zanaz Hamid

editore: Eleuthera

pagine: 167

Il musulmano non ha una patria reale nel mondo contemporaneo: è incastrato tra un "non più" e un "non ancora"
13,00

Il libero pensiero. Elogio del relativismo

di Vallorani Nicoletta

editore: Eleuthera

pagine: 219

L'analisi del relativismo intrapresa in questo saggio è di fatto un'indagine a tutto campo sulle relazioni di potere a partire
14,00

Il vicolo cieco dell'economia sull'impossibilità di sorpassare a sinistra il capitalismo

di Jean-Claude Michéa

editore: Eleuthera

pagine: 120

È inutile "mettere la freccia a sinistra", se non si può sorpassare. E il sorpasso del capitalismo, anche da sinistra, è impossibile se se ne condivide l'immaginario essenziale. All'utopia liberal-liberistica e alla società che essa genera (una società in cui l'indecente ricchezza e il potere di pochi hanno come necessaria condizione lo sfruttamento e l'impotenza dei molti) non può realmente opporsi una sinistra che si fonda sulla stessa logica e sullo stesso mito: le inflessibili leggi dell'Economia e il miracoloso ruolo della Tecnica. Si impone dunque una rottura radicale con l'immaginario intellettuale della sinistra che, a partire dal XIX secolo, ha soprattutto funzionato come "religione del Progresso" e si è nutrito di "razionalità" economica.
11,00

Etnologia del Natale

Indagine su una festa paradossale

di Perrot Martyne

editore: Eleuthera

pagine: 224

14,00

La fame aguzza l'ingegno. Cucina buona in tempi difficili

di Andrea Perin

editore: Eleuthera

pagine: 126

I cinquanta piatti proposti in questo volume, tutti ripresi dai ricettari di difesa alimentare scritti durante la Grande Guerra, ci raccontano come la "cucina povera", quella inventata dalla retorica dei bei tempi andati, in realtà non sia mai esistita. È però esistita una cucina dei poveri - "i diseredati dalla fortuna costretti a fare di necessità virtù", come li definisce sbrigativamente Pellegrino Artusi - che per mettere insieme il pranzo con la cena hanno sempre aguzzato l'ingegno, facendo un uso attento e creativo delle risorse disponibili per cucinare cose buone anche in momenti difficili. Così tra pietanze e aneddoti si distende una narrazione sui sapori e la fantasia di una gastronomia inventata con gli alimenti più comuni, che ci parla al contempo della cultura delle classi minori italiane all'inizio del Novecento e della loro distanza dal potere, anche davanti ai fornelli. Un libro nato da una ricerca storica che vorrebbe essere uno stimolo per una nuova cucina resistente. Perché i tempi difficili non sono ancora finiti.
12,00

La comunità anarchica. Scritti politici

di Gustav Landauer

editore: Eleuthera

pagine: 187

L'itinerario biografico e politico di Landauer (1870-1919) attraversa tutti i grandi eventi della sua epoca, dai congressi della Seconda Internazionale, dove matura la separazione tra socialdemocrazia e anarchismo, alla Repubblica dei Consigli di Baviera, dove troverà la morte il 2 maggio 1919 barbaramente massacrato da un plotone di Guardie Bianche. Nonostante l'epoca drammatica in cui vive, Landauer è fermamente convinto che un altro mondo è non solo necessario ma anche possibile qui e ora. Così innesta nel suo pensiero politico elementi "eretici" che gli consentono di elaborare una visione originale del mutamento sociale. La rivoluzione non è più vista come un atto, ma come un processo al cui centro pone l'individuo comunitario, ovvero l'individuo impensabile come singolarità in quanto frutto delle sue relazioni con gli altri. Una concezione controcorrente che fa di Landauer un pensatore quanto mai attuale e innovativo.
14,00

Incrocio di sguardi

Conversazione su matti, precari, anarchici e altre pecore nere

editore: Eleuthera

pagine: 160

14,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.