Il tuo browser non supporta JavaScript!

Fazi

Ognuno per sé

di Beryl Bainbridge

editore: Fazi

pagine: 208

13,43

Lucia a Londra

di Edward Frederic Benson

editore: Fazi

pagine: 288

13,43
11,36

Verso casa

di Dermot Bolger

editore: Fazi

pagine: 352

"Non è sufficiente nascere in un posto per sentirsi a casa. La propria casa si trova là dove non sono più necessarie spiegazioni e si diventa finalmente se stessi". Animali braccati e indifesi, Hano e Katie, i protagonisti di questo romanzo di Dermot Bolger, chiedono alla vita solo un rifugio che metta fine al movimento di una fuga disperata. Il delitto che hanno commesso li ha esiliati per sempre ai confini dell'esistenza sociale, ma la loro perdita d'innocenza ha radici ben più profonde di quell'ultimo gesto irrevocabile. È stato il carattere criminale del Potere, disgustosa maschera di viltà e pulsione omicida, a spingerli oltre il bordo, in quella terra di nessuno dove brilla incerta, miraggio della notte, la promessa di uno scampo.
14,46

La miniera

di Claudio Damiani

editore: Fazi

pagine: 168

12,91
10,33

Don Casmurro

di Joaquim Machado de Assis

editore: Fazi

pagine: 300

15,49

Una famiglia decaduta

di Nikolaj Leskov

editore: Fazi

pagine: 348

"Una famiglia decaduta", scritto nel 1874, è forse il romanzo in cui Leskov riconosce più chiaramente l'attimo tremendo che lega la gioia allo sconforto, quando la felicità si comincia a fare desiderio e timore. E' l'esistenza nella sua pienezza, la semplicità assoluta degli uomini a raccontare come la vita, quanto più ricolma, già decada e dia conto di una fatica ineluttabile, dello sconforto per ciò che deve fallire. E' proprio questa verità, ripetuta in filigrana, pagina dopo pagina, a commuovere i lettori.
15,49

Il volto degli dei. Legge, archetipo e mito

di Walter F. Otto

editore: Fazi

pagine: 108

Venti tesi sull'essenza del mito, sulla civiltà degli antichi, sul mondo moderno e sulla lontananza del divino: in queste pagine, Walter Otto, filologo classico e storico delle religioni, ripercorre il cammino dell'Occidente sul filo di parole fondamentali quali legge, archetipo e mito, che diventano altrettante stazioni di un'ermeneutica complessiva del mondo antico e dei suoi aspetti più emblematici. Otto riconosce nell'uomo la facoltà di disporsi verso quella luminosità dell'essere e dello spirito che assume la forma del divino nella Storia, il volto degli dèi, senza però avere di mira una filosofia, una teoria del mito: la conoscenza del divino per Otto è visione e, se il mito esiste per l'uomo, questo accade tuttavia senza l'intervento umano.
9,30

Il diavolo zoppo

di A.-René Lesage

editore: Fazi

pagine: 324

14,46

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.