Il tuo browser non supporta JavaScript!

Firenze University Press

24,90

De bibliothecariis. Persone, idee, linguaggi

di Mauro Guerrini

editore: Firenze University Press

pagine: 484

Nell'attività del bibliotecario la dimensione tecnica, essenziale per lavorare con competenza, non può prescindere o separarsi
19,90

La libreria privata del marchese Suddecano Gabriello Riccardi. Il fondo manoscritti

di Guglielmo Bartoletti

editore: Firenze University Press

pagine: 426

Questo volume ricostruisce le vicende della libreria privata del marchese suddecano Gabriello Riccardi (1705-1798), che alla f
42,90

Gli intellettuali/scrittori ebrei e il dovere della testimonianza. In ricordo di Giorgio Bassani

editore: Firenze University Press

pagine: 736

"Un'umanità che dimenticasse Buchenwald, Auschwitz, Mauthausen, io non posso accettarla
24,90

Dopo la morte dell'io. Percorsi bassaniani «di là dal cuore»

di Anna Dolfi

editore: Firenze University Press

pagine: 242

La morte dell'io attraversa la cultura moderna
17,90

Medioevo, fonti, editoria. La Deputazione di storia patria per le Venezie (1873-1900)

di Ermanno Orlando

editore: Firenze University Press

pagine: 174

Il volume analizza il primo trentennio di vita e attività della Deputazione di storia patria por le Venezie, con particolare a
16,90

Bibliometria e scienze del libro: internazionalizzazione e vitalità degli studi italiani

di Simona Turbanti

editore: Firenze University Press

pagine: 177

La vitalità di un settore scientifico è normalmente attestata dalla ricaduta che le ricerche e le pubblicazioni hanno sulla co
17,90

Esperienze di gestione in una biblioteca accademica. La Biblioteca di scienze sociali dell'Ateneo fiorentino (2004-2015)

editore: Firenze University Press

pagine: 303

Il volume descrive esperienze maturate nei primi dodici anni di vita della Biblioteca di scienze sociali dell'Università di Fi
19,90

Didascalia cioè dottrina comica libri tre (1658-1661). L'opera esemplare di un «moderato riformatore»

di Girolamo Bartolommei

editore: Firenze University Press

pagine: 348

La composizione di azioni con soggetti sacri e profani e il riutilizzo di "fabulae" antiche, declinate secondo il principio de
19,90

Capolavori a Villa La Quiete. Botticelli e Ridolfo del Ghirlandaio in mostra

editore: Firenze University Press

pagine: 137

La mostra e il relativo catalogo illustrano uno dei più importanti nuclei di dipinti, oggi facenti parte del patrimonio artistico dell'Università degli Studi di Firenze, ospitati all'interno di Villa La Quiete, l'antico conservatorio fiorentino delle Montalve. Di queste opere d'arte, di Ridolfo del Ghirlandaio, di Botticelli, dei Della Robbia, si indagano in maniera approfondita, anche grazie all'apporto di nuove acquisizioni documentarie e attributive, le complesse vicende storico-artistiche e gli originari contesti di provenienza: il fiorentino monastero domenicano di San Jacopo di Ripoli e la chiesa di San Francesco a Montevarchi.
15,00

Carlo Marsuppini. Carmi latini

di Ilaria Pierini

editore: Firenze University Press

22,90

La conquista del Caucaso nella letteratura russa dell'Ottocento. Puskin, Lermontov, Tolstoj

di Luigi Magarotto

editore: Firenze University Press

pagine: 338

L'Autore affronta il tema della conquista del Caucaso da parte dell'esercito zarista, indagando l'atteggiamento tenuto di fronte a tale evento da tre dei maggiori autori della letteratura russa dell'Ottocento: Aleksandr Puskin (1799-1837), Michail Lermontov (1814-1841) e Lev Tolstoj (1828-1910), espresso in alcune delle loro opere più conosciute. Del primo sono analizzati i tre principali poemetti meridionali, quindi il resoconto del viaggio compiuto ad Arzrum nel 1829 sul teatro di guerra russo-turco e infine il dramma Boris Godunov, consacrato soprattutto alla questione del potere, in cui però s'impone la volontà di creare un impero. Di Lermontov, oltre al poemetto Il novizio, ambientato in Georgia, è presa in esame la novella Bela, facente parte del 'romanzo' Un eroe del nostro tempo, in quanto si evince con chiarezza l'atteggiamento di dispregio degli ufficiali russi nei confronti degli indigeni caucasici. Di Tolstoj viene vagliata in primo luogo la posizione del giovane autore negli anni Cinquanta dell'Ottocento, allora addirittura combattente volontario nel Caucaso, esposta nel racconto L'incursione e di seguito quella del 'secondo' Tolstoj, pacifista e antimilitarista, manifestata nel racconto lungo Chadzi-Murat.
20,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento