Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

Mondadori bruno

Governare l'assistenza primaria. Manuale per operatori di sanità pubblica

editore: Mondadori bruno

Questo manuale, realizzato attraverso un'azione collaborativa tra professionisti di diversa provenienza, nasce con lo scopo di
29,00

Pratica collaborativa, approfondiamo il dialogo. Un percorso innovativo nei conflitti familiari

di Nancy J. Cameron

editore: Mondadori bruno

pagine: 300

Questo libro nasce dall'esigenza di avere, anche in Italia, un volume aggiornato sullo strumento della Pratica Collaborativa, un metodo non contenzioso per risolvere i conflitti familiari - dalle separazioni, ai divorzi, alle successioni - fuori dalle aule dei tribunali. Nancy Cameron espone in modo semplice e appassionato i principi, i valori (lealtà, trasparenza e ascolto delle parti) e i benefici del nuovo paradigma collaborativo, che mira all'empowerment delle persone trasformando il conflitto in processo di cambiamento e crescita individuale. Questo volume costituisce un riferimento per tutti i professionisti di diversi settori (avvocati, psicologi, mediatori, specialisti finanziari, esperti di comunicazione...) desiderosi di conoscere e approfondire il percorso della Pratica Collaborativa.
21,20

Cibo e corpo negati. Anoressia e bulimia oggi

editore: Mondadori bruno

pagine: 309

Il cibo è un elemento di grande ambivalenza nella società contemporanea: da una parte è nutrimento, cultura, piacere, relazion
24,00

Le italiane e la storia. Un percorso di genere nella cultura contemporanea

di M. Pia Casalena

editore: Mondadori bruno

pagine: 245

Nel XXI secolo le donne italiane che si occupano di storia sono molto meno numerose rispetto ai loro colleghi uomini e, soprattutto, sembrano ancora lontane - nonostante alcuni segnali incoraggianti - dal raggiungere un ruolo pienamente paritario nella comunità degli storici accademici. Cosa c'è all'origine di tale fenomeno? La storiografia è davvero una pratica intellettuale da uomini? Quando si potrà finalmente parlare di un pieno accesso delle italiane alla "cittadinanza storiografica"? Maria Pia Casalena ricostruisce la tortuosa vicenda della partecipazione femminile alla storiografia italiana a partire dalla nascita della Nazione, per giungere alle soglie del nuovo millennio. Dal confronto puntuale e sistematico tra produzione femminile e produzione maschile emergono tutti i motivi della feconda "differenza" portata dalle studiose e vengono alla luce i momenti salienti della risposta delle istituzioni italiane all'affermarsi di voci femminili sempre più numerose nelle riviste specializzate e nelle università del nostro Paese.
20,10

Icone pop. Identità e apparenze tra semiotica e musica

di Spaziante Lucio

editore: Mondadori bruno

pagine: 156

Che cosa sono le icone pop? Perché definiscono modelli e propongono idoli? Sono personaggi che occupano uno spazio significati
19,10

La bellezza. Un'introduzione al suo passato e una proposta per il suo futuro

di Simona Chiodo

editore: Mondadori bruno

pagine: 189

Il libro ha due obiettivi: un'introduzione alla storia della nozione occidentale di bellezza e un ragionamento sui suoi sviluppi possibili, con un'attenzione particolare alla bellezza artefattuale e alla bellezza umana. Ma che cosa può significare la bellezza per noi adesso, cioè nel nostro presente, ma anche nel nostro futuro? L'autrice prova a rispondere attraverso le idee di dovere essere e di idealità (fondate dalla filosofia antica), l'idea di razionalità soggettiva (fondata dalla filosofia moderna), l'idea di una bellezza fuori dall'arte e l'idea di una grazia della bellezza eteronoma, che danno anche la possibilità di ragionare su quesiti importanti del dibattito culturale attuale. L'esaltazione contemporanea della bellezza femminile, ad esempio, è contraria all'esistenza etica?
20,10

Fellini e la moda. Percorsi di stile da Casanova a Lady Gaga

di Gianluca Lo Vetro

editore: Mondadori bruno

pagine: 142

Fellini e la moda, la moda e Fellini: rapporti inesplorati. Da un lato il volto inedito di un regista che, seppur attento alle mode non le ha mai seguite ma inventate, anticipando svariati fenomeni di costume e stili di vita. Dall'altro i protagonisti del fashion system che, con i loro mondi e le loro idee, hanno messo in luce profonde affinità con l'immaginario di Fellini o, per contrasto, ne hanno preso le distanze. Dal guardaroba del regista alla curatela di un numero speciale di "Vogue France", attraverso il "realismo creaturale" delle modelle anti-modelle scelte dal maestro. Le suggestioni cui hanno attinto Dolce e Gabbana, Etro, Moschino e Jean Paul Gaultier, fino a Francesco Scognamiglio con la sua felliniana interpretazione di Lady Gagà. L'eccezionale rapporto con "le sorelline" Fendi e le sperimentazioni video di Prada. Un percorso ricco e affascinante attraverso i territori molteplici della creatività, per disegnare un ritratto inedito del grande regista riminese. In otto capitoli e mezzo. Senza finale.
18,00

Nutrire il pianeta? Per un'alimentazione giusta, sostenibile, conviviale

editore: Mondadori bruno

pagine: 254

Questo volume è l'esito di un percorso di ricerca condiviso tra soggetti diversi - Aggiornamenti Sociali, Caritas, Fondazione Culturale San Fedele, Fondazione Lanza, Popoli, We World - animati dalla volontà di riflettere sul fondamentale ruolo che l'alimentazione può svolgere per la costruzione di una società più giusta e sostenibile. A guidare la stesura dei diversi contributi sul tema del cibo, osservato nelle sue molteplici dimensioni, sono alcune domande per ognuna delle tre aree in cui è suddiviso il testo: Cibo, ambiente e stili di vita, quali strumenti abbiamo a disposizione per rendere la produzione alimentare più sostenibile? Quale ruolo giocano gli stili di vita e di consumo personali? Quali pratiche sono già possibili per ridurre lo spreco di cibo? Diritto al cibo, cibo e diritti: come possiamo tutelare il diritto di ogni persona a un'alimentazione adeguata? Di quali strumenti di governance abbiamo bisogno? Cibo, culture e religioni: in una società sempre più multiculturale, come custodire il valore simbolico del cibo? Come valorizzare le pratiche tradizionali per ridare senso alla convivialità? In che modo resistere alle tendenze all'omologazione? In ognuno degli ambiti richiamati è emerso come la possibilità di assicurare all'umanità un'alimentazione sostenibile e conviviale richieda prima di tutto risposte culturali attraverso l'attuazione di itinerari educativi volti a forgiare una coscienza comune eticamente fondata.
16,00

Che fare se la mente non nasce. Uno studio psicoanalitico dei disturbi pervasivi dello sviluppo

di Roberto Bertolini

editore: Mondadori bruno

pagine: 286

Frutto del lavoro psicoanalitico di tre decenni con bambini e adolescenti, il volume getta uno sguardo nuovo ed empatico sul disturbo pervasivo dello sviluppo nell'infanzia e nell'adolescenza, descrivendone le molteplici manifestazioni attraverso la presentazione di casi clinici rappresentativi. Pagine capaci di parlare sia allo specialista e al ricercatore sia al lettore semplicemente interessato al tema, anche grazie ad un glossario dei termini tecnici più difficili. Il testo offre preziose osservazioni psicoanalitiche sulle difficoltà relazionali e cognitive di questi pazienti che potranno aiutare medici, educatori e genitori a sviluppare una comprensione più vera e profonda della loro psicologia.
24,40

Nanook cammina ancora. Il cinema documentario, storia e teoria

di Lasagni M. Cristina

editore: Mondadori bruno

pagine: 345

A lungo vittima di pregiudizi, il cinema documentano ha assunto con il tempo la nomea di arte "educativa", superata e poco att
26,50

Legge, desiderio, capitalismo. L'anti-Edipo tra Lacan e Deleuze

editore: Mondadori bruno

pagine: 248

Sono trascorsi quarant'anni dalla pubblicazione de "L'anti-Edipo", un testo che con il suo stile energico e le sue tesi radicali irruppe sulla scena degli anni Settanta con straordinaria diffusione ed effetti epocali. Se fino ad allora la psicoanalisi veniva innalzata sulle barricate insieme ai testi marxisti, Deleuze e Guattari interrompevano drasticamente questo connubio. Contemporaneamente il più affollato appuntamento di studenti e intellettuali di Parigi continuava a essere il Seminario dello psicoanalista Jacques Lacan. Con lui però le tesi di rottura del libro intrattenevano un riferimento più ambiguo. Nel dibattito contemporaneo Deleuze e Lacan restano due riferimenti imprescindibili. Cosa dunque è in gioco nel loro rapporto? Quale assetto assumono oggi i termini cruciali di legge, desiderio e capitalismo?
21,20

Arte moltiplicata. L'immagine del '900 italiano nello specchio dei rotocalchi

editore: Mondadori bruno

pagine: 456

Il volume ricostruisce l'immagine dell'arte contemporanea offerta ai lettori delle riviste non specializzate nel corso del Nov
35,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.