Il tuo browser non supporta JavaScript!

Tau

Sentinella quanto resta della notte? Il beato Luigi Monza

di Michela Boffi

editore: Tau

pagine: 64

Compito delle sentinelle è di avvistare il pericolo. Negli anni dei totalitarismi il beato Monza intuì l'avanzare di un paganesimo che annegava le coscienze. Non si limitò a suonare l'allarme, ma lavorò per preparare un futuro nella carità.
6,00

Un passo troppo lungo o una Chiesa troppo lenta? Don Primo Mazzolari

di Luigi Mezzadri

editore: Tau

pagine: 64

Un prete che in una stagione di devota passività fu un segno di contraddizione, ma anche una testimonianza grondante sofferenz
6,00

Nicola Vaccaro (1640-1709). Un'artista a Napoli tra Barocco e Arcadia

editore: Tau

pagine: 336

Nicola Vaccaro nasce a Napoli nel 1640 dal più noto pittore Andrea Vaccaro e muove i primi passi nella bottega paterna. Nicola Vaccaro fu considerato uno degli esponenti di punta del milieu artistico napoletano. Vaccaro tentò di adeguare gli stilemi della tradizione seicentesca napoletana alle nuove tendenze classicistiche e barocche di crescente orientamento arcadico, proponendo una sua specifica forma di accademismo, tesa a rivitalizzare una cultura figurativa altrimenti superata dalle nuove correnti artistiche del barocco italiano. L'intenzione di questa pubblicazione è stata quella di offrire un quadro omogeneo ed il più possibile completo del percorso dell'artista; ricostruendo il catalogo delle opere e dei disegni, il regesto della vita, l'esperienza teatrale e riportando un'appendice documentaria con atti inediti inerenti la vita pubblica e privata di Nicola Vaccaro. Un saggio di Riccardo Lattuada, intitolato "I percorsi di Andrea Vaccaio", delinea il panorama artistico napoletano del primo Seicento, soffermandosi, in particolare, sulla produzione più significativa dell'artista negli ultimi anni della sua attività, gli anni, cioè, di formazione del figlio Nicola.
150,00

Testimone di Cristo crocifisso e risorto. Don Giuseppe Puglisi

di Cesare Di Pietro

editore: Tau

pagine: 64

Un prete non deve temere chi uccide il corpo, ma gli assassini di anime. A Don Puglisi, prete di frontiera, non per motivi politici, ma perché testimone di Cristo tolsero la vita. Ma lui l'aveva già offerta per la sua gente, che voleva formare alla verità che sola rende liberi.
6,00
5,00
16,00
12,00
12,00
11,00
11,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.