Il tuo browser non supporta JavaScript!

Einaudi: Supercoralli

«Domani è un altro giorno» disse Rossella O'Hara

di Laura Pariani

editore: Einaudi

pagine: 235

Pace è una parola che la Bambina non concepisce
19,50

I quarantuno colpi

di Yan Mo

editore: Einaudi

pagine: 456

Per espiare i suoi peccati e pervenire, attraverso l'adesione al buddhismo, alla suprema saggezza, il giovane Luo Xiaotong rac
22,00

Exit west

di Mohsin Hamid

editore: Einaudi

pagine: 152

«In una città traboccante di rifugiati ma ancora perlopiú in pace, o almeno non del tutto in guerra, un giovane uomo incontrò
17,50

Fiamme

di György Dragomán

editore: Einaudi

pagine: 376

Emma ha tredici anni e a quell'età il mondo sembra destinato a rimanere immutabile
22,00

Leggenda privata

di Michele Mari

editore: Einaudi

pagine: 171

L'Accademia dei Ciechi ha deliberato: Michele Mari deve scrivere la sua autobiografia
18,50

Il ritorno. Padri, figli e la terra fra di loro

di Hisham Matar

editore: Einaudi

pagine: 246

Hisham Matar ha diciannove anni quando suo padre Jaballa, fiero oppositore del regime di Muammar Gheddafi, viene sequestrato n
19,50

Nel guscio

di Ian McEwan

editore: Einaudi

pagine: 173

La gravidanza di Trudy è quasi a termine, ma l'evento si prospetta tutt'altro che lieto per il suo piccolo ospite
18,00

Velvet

di Gaitskill Mary

editore: Einaudi

pagine: 469

Velvet ha undici anni e vive a Crown Heights, un sobborgo degradato di Brooklyn, con la madre e un fratellino più piccolo
21,00

L'Arminuta

di Donatella Di Pietrantonio

editore: Einaudi

pagine: 162

Ci sono romanzi che toccano corde così profonde, originarie, che sembrano chiamarci per nome
17,50

Rapsodia francese

di Antoine Laurain

editore: Einaudi

pagine: 194

Il medico cinquantenne Alain, che da giovanissimo suonava in una band musicale a Parigi, riceve dopo trentatre anni una letter
18,50

Quella cosa intorno al collo

di Chimamanda Ngozi Adichie

editore: Einaudi

pagine: 213

In questi racconti Chimamanda Ngozi Adichie delinea lucidamente e senza reticenze patriottiche gli aspetti più problematici della società nigeriana, attraversata da scontri religiosi, omicidi politici, corruzione, brutalità nelle carceri e maschilismo. Tra senso di smarrimento e più concreti problemi di soldi e di documenti, risulta però altrettanto chiaro che neppure l'emigrazione assicura una vita felice, nello specifico in quell'America che, seppure tanto vagheggiata, vista da vicino è ben diversa dal paradiso di ordinate villette unifamiliari dipinto in certi film. Gli affetti, i sapori e le usanze di casa continuano infatti a tormentare le protagoniste dei racconti di Adichie, che siano arrivate negli Stati Uniti quasi per caso, sposando un uomo ricco che poi le ha parcheggiate nell'agio di una terra straniera con figli e domestica, oppure dopo aver atteso per anni il ricongiungimento con il compagno. A dare il titolo alla raccolta è la storia di Akunna, una ragazza che vince la Green Card e che, dopo essersi scontrata con la dura filosofia del «dare per avere», ha quello che nell'opinione di molti sarebbe un incredibile colpo di fortuna. Ma liberarsi di «quella cosa intorno al collo», un soffocante senso di solitudine e non appartenenza, è tutt'altra cosa. Particolarmente toccanti sono i racconti "L'ambasciata americana" e "Domani è troppo lontano". Nel primo la protagonista, che all'improvviso si è ritrovata in un incubo, attende in fila sotto un sole cocente l'apertura dei cancelli dell'ambasciata americana, dove si appresta a fare domanda di asilo politico. Insensibile alla folla, riesce a pensare solo al figlio e alla macchia, rossa come olio di palma fresco, che ha visto allargarsi sul suo petto. Nel secondo, invece, sullo sfondo di un afoso e lussureggiante giardino pieno di ricordi, una ragazza è costretta dalla morte della nonna a rivivere la tragica sera dell'infanzia in cui ha perso l'amato fratello maggiore.
19,00

Il giro del miele

di Sandro Campani

editore: Einaudi

pagine: 242

«In quei giorni splendenti la vedevi e non riuscivi a immaginare che potesse essere stata da nessun'altra parte: guardava suo marito lavorare al sole che bruciava piacevolmente il collo, e le api stordite camminavano sul muro». Davide è un uomo semplice che ha un lavoro semplice: consegna il miele a domicilio nel paese dell'Appennino dove è nato e cresciuto. La faccia pulita, le spalle e le mascelle larghe: ha l'aspetto di quello che le signore anziane chiamano "figliolo", o "giovanotto". Le ragazze l'hanno sempre snobbato, «ma tanto, lui, era innamorato della Silvia fin da quando erano piccoli». Perso il lavoro, perso il grande amore, spinto dalle circostanze della vita ha iniziato a bere, lasciando entrare in sé una violenza che non è in grado di gestire. Il vecchio Giampiero invece è stato l'aiutante del padre di Davide. Ha una mano bruciata in seguito all'incendio della falegnameria in cui lavorava, ma soprattutto ha una moglie amata, l'Ida. Non sono riusciti ad avere figli. Ha visto crescere Davide, e lo accoglie ora, a tarda notte, quando viene a bussare alla sua porta.
19,50

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.