Il tuo browser non supporta JavaScript!

Franco Angeli: Serie di psicologia

I giovani e il futuro. Un'analisi delle culture giovanili tarantine

di Paola Pagano

editore: Franco Angeli

pagine: 192

Il volume si occupa del rapporto tra i giovani e il futuro entro l'attuale contesto economico-sociale. Si analizzano i processi culturali, emozionali e simbolici che caratterizzano la relazione dei giovani con la scuola e la formazione soffermandosi su come questa orienti il futuro lavorativo e formativo. Si compone di due parti. Nella prima si delinea l'attuale contesto socio-economico nazionale con riferimento alle recenti trasformazioni del mercato del lavoro, caratterizzate dalla perdita di centralità del rapporto di lavoro a tempo indeterminato e dalla moltiplicazione di forme occupazionali flessibili e instabili. Il volume presenta la ricerca-intervento, realizzata a Taranto e provincia nell'ambito del progetto "Culture giovanili tarantine verso il futuro", e discute i risultati delle analisi effettuate presso 505 studenti delle ultime classi delle scuole secondarie di secondo grado. Delinea, quindi, linee di sviluppo e di intervento. Infine, si mette in relazione la funzione scolastica con la domanda del contesto sociale, le istituzioni, le organizzazioni produttive. Nella seconda parte, si discutono le premesse teoriche e metodologiche alla base della ricerca-intervento, in particolare la metodologia di Analisi Emozionale del Testo di R. Carli e R. M. Paniccia utilizzata per la rilevazione delle culture e l'intervento psicologico.
27,50

La comunicazione con il paziente anziano istituzionalizzato. Un'indagine

editore: Franco Angeli

pagine: 144

Le caratteristiche di diversificata evolutività di ogni singolo individuo necessitano di una profonda conoscenza dei fenomeni e delle tipologie d'invecchiamento, a cui deve seguire un delicato e professionale lavoro di ascolto psicologico non solo della persona anziana, ma anche di chi lavora ogni giorno nell'assistenza e nella cura di queste persone. Il libro comprende tutte le indicazioni per un corretto colloquio con l'anziano, attraverso le varie fasi che ne caratterizzano la comunicazione stessa: "saper ascoltare, saper interpretare, saper parlare, saper fare". La disponibilità all'ascolto, premessa indispensabile al colloquio psicologico, richiede un continuo lavoro di osservazione, conoscenza e familiarità col proprio mondo interiore e un attento studio della teoria e della tecnica del colloquio, considerato uno strumento relazionale ottimale per conoscere il paziente anziano. Il volume si rivolge in particolare a quanti operano nel settore psico-educativo e formativo e che hanno, per motivi di prassi lavorativa e di ricerca, attenzione ai rapporti interpersonali e alle esigenze del soggetto anziano istituzionalizzato.
21,00

Manuale clinico di terapia familiare

editore: Franco Angeli

pagine: 256

Il Manuale clinico di terapia familiare è organizzato in tre volumi per distinguere: a) i lavori relativi agli sviluppi della ricerca volta alla definizione di modelli relazionali connessi con l'emergenza sintomatica degli individui o con il disagio a livello delle relazioni familiari; b) le esperienze utili a trasferire il know how della psicoterapia con la coppia e con la famiglia; c) gli strumenti che possono facilitare l'osservazione e la valutazione delle relazioni familiari. I lavori presentati nel volume dedicato alle Buone prassi nella terapia sistemico-relazionale intendono rappresentare sia la varietà dei contesti in cui gli interventi rivolti alle coppie e alle famiglie possono essere applicati, sia l'innovazione proposta da coloro che hanno voluto proporre nella rete dei servizi rivolti alle famiglie. Il volume vuole essere uno stimolo per studenti e clinici: per gli studenti in quanto manuale di riferimento per avvicinarsi al know how della terapia familiare; per i clinici in quanto spunto per creare metodi di lavoro e servizi in cui le potenzialità dell'ottica sistemica vengano messe a frutto per affrontare diverse problematiche oltre a quelle proposte nell'ambito della salute mentale.
33,00

Il folle reato. Il rapporto tra la responsabilità dello psichiatra e la imputabilità del paziente

editore: Franco Angeli

pagine: 304

Il paziente psichiatrico è pericoloso? Coloro che lo assistono e lo curano sono responsabili dei suoi atti? In quale misura si possono ritenere prevedibili i comportamenti umani? Quale è il giusto equilibrio tra esigenze di custodia e bisogni di cura? La non imputabilità garantisce il diritto alla salute del paziente? Come si costruisce la verità processuale? A queste domande cerca di rispondere Ernesto Venturini, prendendo spunto da uno scritto di Franco e Franca Basaglia - Il problema dell'incidente - e confrontando, poi, le sentenze e le perizie di alcuni casi delittuosi nei quali il medico è stato imputato di omicidio colposo, per il crimine commesso dal proprio paziente. Lo affiancano due colleghi psichiatri, Domenico Casagrande e Lorenzo Toresini, che si avvalgono di un lavoro di documentazione, ragguardevole e inedito, come nel caso dei processi riguardanti Franco Basaglia. Contribuiscono infine allo sviluppo dell'argomento due autorevoli magistrati, Alessandro Margara e Francesco Maisto. Il libro, per la ricca documentazione, per l'integrale riproduzione delle sentenze, per l'ampia bibliografia, costituisce un prezioso riferimento per tutti coloro che lavorano in ambito giuridico e psichiatrico, ma può riguardare anche chi è interessato al tema generale della conoscenza.
35,00

Adolescenti e criminali. Minori e organizzazioni mafiose: analisi del fenomeno e ipotesi d'intervento

editore: Franco Angeli

pagine: 144

Questo volume conclude un percorso che ha provato ad aprire spazi di lettura e di intervento su un tema che sembra accrescere aspetti di complessità: il rapporto fra minori e criminalità organizzata. Il progetto ha coinvolto decine di operatori e consulenti, di studiosi e ricercatori; un percorso di ricerca-azione e di formazione. Una ricerca che coinvolgendo le regioni Puglia e Campania può essere considerata paradigmatica: un modello per comprendere, interrogarsi e intervenire sulla capacità della criminalità organizzata di coinvolgere i minori. La scelta di sistematizzare il lavoro svolto attraverso questo volume, non intende concludere la riflessione sul tema, quanto sollecitare il confronto, che non si esaurisce certo qui. L'obiettivo è quello di analizzare alcune situazioni in cui il meccanismo di associazione è collegabile all'appartenenza a organizzazioni criminali quali la mafia, la camorra, la ndrangheta, la sacra corona unita: capire un "bisogno di appartenenza criminale" che viene manipolato e utilizzato dalle organizzazioni mafiose e che servizi e operatori devono provare a prevenire e limitare.
20,50

Colloquio in corso

editore: Franco Angeli

pagine: 224

Perché "Colloquio in corso" e non il più semplice, più lineare, più usuale "Corso sul colloquio"? Perché è più accattivante un
26,00

Il sogno del femminile, il femminile del sogno

editore: Franco Angeli

pagine: 144

Femminile, gruppo, sogno e transgenerazionale sono le parole che attraversano e collegano gli articoli raccolti in questo volu
25,00

Rapporti con il cibo e comportamento alimentare. Ricerche psicologiche e socioeducative sul momento dei pasti in età evolutiva

editore: Franco Angeli

pagine: 208

Il volume presenta un'analisi dei diversi processi che regolano le modalità con cui l'individuo si rapporta con il momento dei pasti. Il testo studia i fattori che possono interagire con una sana alimentazione, i principali attori che influenzano il rapporto con il cibo (famiglia, mass-media, ecc.) e i conseguenti interventi preventivi su cui orientare i programmi di educazione. Il volume affronta il rapporto con il cibo nello sviluppo dall'infanzia all'adolescenza, un tema forse abusato non solo nella letteratura psicologica ma anche nelle pubblicazioni divulgative. Se lo sfondo prevalente del volume è quello dell'anoressia e della bulimia-obesità per il rischio rappresentato nello sviluppo del bambino, la finalità non è però quella di studiare tali disordini clinici quanto di individuarne i fattori che possono interagire con una sana alimentazione, i principali attori che influenzano il rapporto con il cibo (famiglia, mass-media, ecc.) e i conseguenti interventi preventivi su cui orientare i programmi di educazione. In questi ambiti crediamo debbano esplicarsi le competenze delle scienze dell'uomo per supportare un rapporto equilibrato con il cibo. In particolare, lo scopo è quello di presentare contributi teorici e sperimentali per un'analisi dei diversi processi che regolano le modalità con cui l'individuo si rapporta con il momento dei pasti.
27,00

La mediazione scolastica. Teoria e pratica educativa

editore: Franco Angeli

pagine: 192

Vera e propria introduzione alla mediazione scolastica, questo volume fornisce un quadro di riferimento in cui vengono esplicitati i vari paradigmi teorici indispensabili per collocare e dare significato alla molteplicità dei dati che derivano dall'osservazione e dalla sperimentazione. Il testo presenta la mediazione scolastica come strumento efficace per un'azione di prevenzione dei conflitti e di risoluzione positiva degli stessi in età evolutiva, attraverso il potenziamento delle abilità prosociali dei bambini e dei giovani sia nelle relazioni intragenerazionali che nelle relazioni intergenerazionali. La cultura orientata alla mediazione esercita un'azione socio-educativa efficace nel fondare il senso di responsabilità civica dei giovani e nel rafforzarne l'identità attraverso la valorizzazione della prassi discorsiva che consente il riconoscimento di sé nel dialogo con l'altro. Il testo si propone come riferimento per studenti dell'area di Psicologia dell'educazione, ma nel contempo è guida teorico-pratica per insegnanti ed educatori che vogliano operare efficacemente nei contesti scolastici e socio-educativi.
27,50

La creatività come identità terapeutica. Atti del 2º Convegno della Società Italiana Psicoterapia Gestalt

editore: Franco Angeli

pagine: 384

Questo volume raccoglie i contributi e i dialoghi maturati nel II Convegno della Società Italiana Psicoterapia Gestalt, svoltosi a Torino il 10-12 ottobre 2008. Organizzato grazie all'impegno di due istituti promotori, l'Istituto di Gestalt HCC (direttori Margherita Spagnuolo Lobb e Giovanni Salonia) e la Scuola Gestalt di Torino (direttore Mariano Pizzimenti), e di due istituti sostenitori, la Fondazione Italiana Gestalt (direttore Marilena Menditto) e la Formazione in Gestalt-Bodywork (direttore Peter De Veth), il convegno ha visto la presenza di molti altri direttori di scuole italiane di specializzazione in psicoterapia della Gestalt, oltre che, naturalmente, dei colleghi e allievi delle scuole. La presenza delle varie anime della Gestalt italiane con le loro talvolta spiccate differenze e il confronto nato da questo incontro costituiscono una risorsa straordinaria per lo sviluppo del nostro modello e della nostra comunità. Istituita come la casa aperta e comune per tutti gli psicoterapeuti della Gestalt italiani formati secondo precisi criteri di qualità europei, la SIPG è luogo di incontro e confronto, luogo di appartenenza che sostiene le differenze sulle imprescindibili linee di fondo poste in Gestalt Therapy. Excitement and Growth in the Human Personality da Perls, Hefferline e Goodman.
49,50

Trame di sviluppo

Il volontariato e la ricerca psicologica per il cambiamento in territori difficili

 

editore: Franco Angeli

pagine: 144

Il volontariato siciliano si muove tra le inerzie e le intemperie di una società difficile in cui sono fortemente presenti il
20,50

Il religioso risorsa nella sofferenza psichica. Spunti per un dialogo tra clinica e patologia

editore: Franco Angeli

pagine: 160

Oggi le discipline psicologiche, psichiatriche e psicoterapiche sempre più si interrogano sull'influenza che la religiosità e la spiritualità hanno sulla salute dell'uomo, in particolare sulla salute mentale. Le credenze religiose e spirituali si incorporano con frequenza nei sintomi psicopatologici, come deliri e ossessioni. Argomenti religiosi fanno parte delle narrazioni dei pazienti e pongono quesiti clinici, su come questi temi debbano essere accolti in ambito psicoterapico, e di tipo antropologico, su quale idea di uomo occorra fondare il lavoro clinico. Questo volume propone un approccio clinico e di ricerca che guardi allo spirituale come ad una risorsa nella cura della sofferenza psichica. Sono qui raccolti lavori di più autori.
21,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.